Manutenzione strumento


Titolo: Manutenzione strumento
Quanto pensate sia importante per voi la manutenzione di uno strumento?
Ogni quanto tempo effettuate manutenzioni e in che modo? (In media in un anno)
Pensate che possa essere utile (come si fa con le automobili che hanno gli autolavaggi) avere un punto di riferimento (tipo liutaio) che si occupi della manutenzione? (assetto del manico, action, corde, pulizia generale strumento)
occhio: la tastiera che frigge ? un'altra cosa, stiamo parlando di strumenti in condizioni sane, o normali... ok?

Ah! un'altra cosa: dove appoggiate il vostro strumento quando non lo usate? e se non lo usate da un po' di tempo come lo lasciate riposare? e in che tipo di ambiente lo lasciate (caldo, umido, fresco...)

Profilo PM  
Titolo: Re: Manutenzione strumento
Di solito io faccio tutto da solo quindi non trovo la necessita di avere un liutaio di fiducia che mi faccia queste cose.
Inoltre credo che pulizia&setup siano alla base di una buona conoscenza dell'oggetto strumento e che quindi ogni bassista debba avere un bagaglio tale da effettuare queste piccole cose in piena autonomia.

Fatto questo preambolo direi che vado ad occhio, se lo strumento non risponde pi? come voglio pu? essere che ci sia qualcosa da modificare e quindi scattano i controlli di rito (curvatura, ottave, ecc) ed eventuali regolazioni correttive.

Riguardo alla pulizia dipende dal basso, se ? totalmente verniciato (che so tipo Rickenbacker) basta un panno dopo ogni sessione, in altri casi valuto la quantit? di "sporcizia" (es tastiere in palissandro) e mi adopero.
Solitamente con il cambio corde ? previsto un giro di pulizia delle tastiere non trattate e idratazione delle stesse con apposite sostanze.
I corpi finiti ad olio subiscono un trattamento di idratazione con c'era d'api una volta al mese.

Profilo PM  
Titolo: Re: Manutenzione Strumento
heila!

allora

dipende da cosa intendi per manutenzione...

la pulizia grossolana, sempre
la pulizia "di fino", con olio cazzi e mazzi ecc, due o tre volte all'anno, ma pi? che altro con il cort natural, il jazz che ? tutto verniciato non ha bisogno di trattamenti di questo genere, i tasti non si anneriscono ecc ecc.
Il setup, dipende, diciamo ogni volta che ritengo ci sia un problema o un cambio nei miei gusti.

in definitiva, ho due strumenti, il liutaio li vede circa una volta all'anno.

Titolo: Re: Manutenzione strumento
la manutenzione ? estremamente importante, sia per la performance di uno strumento che per il suo aspetto e durata negli anni....non ne parliamo se poi ti viene in mente di rivenderli

io sono particolarmente maniaco in proposito, tant'? che i miei strumenti acquistati brand new, a distanza anche di 10 anni, sono "mint conditions"

esempio:
- mani lavate con acqua e sapone prima di suonare
- lucidatura con appropriato panno per togliere ditate e sudore alla fine della sessione e magari anche durante soprattutto il manico
- dopo un concerto pulire il basso con il polish (il giorno dopo, mica alle 4 di notte)
- dopo un concerto pulire le corde con un panno appena imbevuto di alcool o anche solo il panno asciutto
- lucidatura delle parti cromate (meccaniche, ponti etc etc) dopo averle toccate, anzi meglio se proprio non le tocchi
- lucidatura dei tasti con apposito prodotto ogni volta che si cambiano le corde e conseguente pulizia con polish di body/tastiera/manico

per ragioni di spazio gli strumenti li tengo in custodia rigida..avendo lo spazio li metterei sui piedistalli

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Non ho voglia di scrivere, quindi quoto alla virgola Darsti

Aggiungo che conservo tutti i miei strumenti nella custodia quando non li suono

Profilo PM  
Titolo: Re: Manutenzione Strumento
ciau ragazzi della maribyredivivus!

io cambio le corde max 4-5 volte l'anno,
metto sempre le stesse de dello stesso tipo.....
pertanto il setup alla fine ? qualcke rittocchino

in realt? io apro la custodia - attacco tracolla e jack - accordo suono e rifaccio al contrario le operazioni.
non pulisco.... non alcolizzo... non lucido.... fumo mentre suono, soprattutto se registro (scenerandoci involontariamente sopra

........ insomma il basso non lo tratto come un reliquia.

lo appoggio negli stand.... a casa....
lo appendo per la paletta in sala......
nei viaggi ? sempre ben messo immobile nel bagagliaio.

quindi.....

tratto bene e maltratto allo stesso tempo....

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
La manutenzione ordinaria la faccio da solo. Per poter suonare comodo ho bisogno di avere lo strumento perfettamente settato come serve a me, e quasi sempre dopo una visita dal liutaio finisce che devo regolarlo di nuovo per i miei gusti.
Per la pulizia eseguo le normali manutenzioni, in particolare sui bassi con finitura natural: passo la cera sul legno e uso olio di limone sulla tastiera.
Anche io come Rickinroma non sopporto strumenti trattati male, resto convinto che qualsiasi basso, anche se suonato molto, con le dovute attenzioni pu? sembrare quasi come nuovo anche dopo 10-15 anni.

Gli strumenti li conservo nelle rispettive custodie, in verticale, in un armadio dedicato.

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Mr Rabble ha scritto:  
Non ho voglia di scrivere, quindi quoto alla virgola Darsti

Aggiungo che conservo tutti i miei strumenti nella custodia quando non li suono


idem

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Darsti ha scritto: 

I corpi finiti ad olio subiscono un trattamento di idratazione con c'era d'api una volta al mese.


cazzaruola...Io lo faccio una volta l'anno col mio streamer (anche se necessiterebbe piu' attenzioni nevvero).

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
1) Penso sia importante n? pi? n? meno della manutenzione di qualunque altro oggetto di uso comune che ne necessiti: va fatta periodicamente ma sensa scatenarsi sindromi ossessivo compulsive.

2) Dal liutaio per setup completo: una volta all'anno (a meno che non s'incasini qualcosa); controllino self-made al setup, ottave, action eccetera: pi? o meno ai cambi di stagione, oltre al cambio corde circa una volta ogni 30/45 giorni; dopo ogni suonata pulizia delle corde e del corpo con i comodissimi panni in microfibra, che il pi? delle volte ti lucidano corpo e cromature anche senza l'utilizzo di detergenti vari, inoltre io uso il Fast Fret sulle corde sia prima che dopo aver suonato. Per pulizie pi? approfondite vado a occhio, nel senso che quando mi sembra un po' troppo laido utilizzo qualche detergente per il legno, banalmente il Pronto, e poco alcol o anche Vetril, che sulle cromature funziona bene senza lasciare aloni strani.

3) Liutaio di riferimento? Assolutamente s?: trovarne uno bravo e onesto non mollarlo pi?.

4) Strumento "in pausa" *sempre* sullo stand e pure su un buon stand, e non ci raccontiamo balle: se lo poggi da qualunque altra parte ? matematico che una volta o l'altra prende terra e ciao; a riposo nella sua custodia, per me rigida, con dentro un paio di buste di silica gel da cambiare o rigenerare periodicamente, la custodia sta messa in piedi in un'apposita anta dell'armadio quattro stagioni.
La situazione climatica dell'ambiente purtroppo dipende da dove abiti: quando stavo all'Elba era una passione per l'umidit?, anche tenendo il Tasciugo DeLonghi a manetta tutto il giorno; qua per adesso abito in una casa fresca e asciutta ed ? una situazione per me praticamente ottimale per il comfort dello strumento e anche mio!

FG

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Anche io faccio da solo la manutenzione ordinaria
Quando finisco di suonare di solito passo un panno sulle corde
Quando faccio il cambio corde ne approfitto sempre per pulire il manico,togliere lo sporco tra i frets,pulisco le cromature
In un anno,in media,faccio questo cambio corde ogni mesemese e mezzo,grandi pulizie generali passo la cera d'api sul corpo (questo accade anche dopo aver suonato tanto) controllata a manico ecc un paio di volte l'anno,forse 3
Prima li riponevo in uno stand a terra,ora li appendo per la paletta alla parete della mia camera,quindi non credo che l'ambiente possa nuocere,lontano da fonti di calore,non ? umido (ovviamente ) ecc...

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
le regolazioni le faccio ogni volta in cui ne ho bisogno!puo capitare 4 volte all'anno o 4 volte al mese?la pulizia dello strumento la faccio ogni volta che finisco di suonare..pulizie di tastiera e manico circa ogni 2 o 3 mesi!

Profilo PM  
Titolo: Re: Manutenzione Strumento
maribyredivivus ha scritto:  
Quanto pensate sia importante per voi la manutenzione di uno strumento?


fondamentale.
tendo a curarla in maniera maniacale


maribyredivivus ha scritto:  
Ogni quanto tempo effettuate manutenzioni e in che modo? (In media in un anno)


direi una controllata ogni 2 mesi circa, con pulizia approfondita di tutte le parti, lucidatura tasti e "nutrimento" del legno del manico (i body sono verniciati quindi mi limito a pulirli con un panno); una controllatina al vano elettronica, ai pot, e alla carica delle batterie.

ad ogni cambio corde ovviamente una controllata all'action e all'intonazione.

maribyredivivus ha scritto:  
Pensate che possa essere utile (come si fa con le automobili che hanno gli autolavaggi) avere un punto di riferimento (tipo liutaio) che si occupi della manutenzione? (assetto del manico, action, corde, pulizia generale strumento)


questo tipo di lavori li faccio io stesso per gli amici...ovviamente pretendendo che assistano in maniera tale da farglielo fare da soli la volta successiva e non rompermi le scatole...


maribyredivivus ha scritto:  
Ah! un'altra cosa: dove appoggiate il vostro strumento quando non lo usate? e se non lo usate da un po' di tempo come lo lasciate riposare? e in che tipo di ambiente lo lasciate (caldo, umido, fresco...)


uno sul reggibasso, coperto solo da una pezza per evitare che prenda polvere, l'altro nella custodia morbida, appoggiato in verticale (di taglio, tipo rastrelliera) fra il pianoforte e un armadio. i 2 bassi si alternano a seconda di quale mi porto in giro...
l'ambiente ? la stanza dove dormo.

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
^^^ Scommetto che ti manca ancora il pot del tono sul tuo TRB6 !!!!!!!

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
^^^

i pot ci sono tutti ....? lo stacked knob che manca! ma ne trovo solo enormi, a me serve piccolo, senn? mi rovinerebbe l'equilibrio estetico delle manopole...
(magari ti passo un paio di foto dopo pranzo...fammi un fischio in skype)

come diceva (credo) ennio flaiano: "in italia non c'? nulla di definitivo, tranne il provvisorio..."

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Allora,
pulizia delle mani prima di suonare = sempre
pulizia con panno di micorfibra corde e corpo e manico appena finito di suonare = sempre
setup = ogni volta che ce n'? bisogno per tutti i bambini, in pi? una volta l'anno o due porto Pedu e Sandberg da Fabio Fender per una controllata e anche cambio corde, con la scusa che prendo le corde, beviamo una birra, ritiro una cassa, diciamo cazzate (io)... per gli altri faccio da me.
Oliatura tastiera = almeno due volte l'anno per ciascuno (quelli con tastiera non verniciata ovviamente) con pulizie varie
cambio corde = quando ne sento la necessit? conisderato che per me sono all'optimum quando perdono un po' di brillantezza, quindi mi durano pi? del normale per questioni di gusto personale del suono.
"Stockkaggio" = la maggior parte in custodie rigide in ambiente protetto (la stanza pi? stabile della casa e priva di umidit?) tranne i due che suono abitualmente che vivacchano sugli stand per non fare dentro/fuorii ogni giorno, dato che ho anche poco tempo. Una volta la settimana gli passo aria compressa (per PC) per togliere la polvere che ovviamente si accumula.

No so se utilizzerei molto un posto dove fare i setup ecc. dato che per la maggior parte preferisco imparare e fare in casa, ma se ci fosse, un po' di tempo ce lo passerei a fere due chiacchiere nei momenti liberi che ho al volo... ovviamente se non fosse in un'altra citt?.


Ciao!

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
....avendo avuto una 70ina di bassi , negli ultimi 7 anni.....direi che non faccio neppure in tempo a pulirli....!!

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Lavare le mani con acqua e sapone prima di suonare
Pulire le corde con un panno dopo ogni suonata (ogni, o quasi )
Ogni mese circa pulizia completa con prodotto sgrassante (quello che si usa per i mobili di casa)
Per il set up vado da Jacaranda ma solo se ho appena comprato il basso o ho fatto qualche cavolata io, se no non tocco nulla.

Titolo: Re: Manutenzione strumento
1) La ritengo indispensabile come quella alla macchina, anche se non mi ritengo schiavo.
Il fatto ? che ? lo strumento che decide quanta manutenzione avere.
Se uno strumento ? problematico allora ne riceve di pi? di attenzioni.

2) Distinguiamo la pulizia dalla manutenzione.
Se si parla di pulizia la faccio ogni volta che ho suonato.
Se si parla di cambio corde ho stimato in 3-4 mesi il cambio corde.
Durante il cambio corde ovviamente pulisco molto meglio la tastiera e il resto.
Controllo il setup, le ottave etc.
Inoltre (ormai ? prassi) Controllo il manico imbracciando a Fucile ogni volta che lo uso.
Non ho mai misurato con carte di credti, calibiri, etc.. l'action, tanto meno la curvatura del manico.
Le mie sono sensazioni. so come devo suonare su un certo strumento.
Mi interesso solo del manico. Se ? come io penso che debba stare.

3) Lo ritengo utile avere un liutaio. Faccio anche io tutto da me da tempo. Ma i problemi potrebbero sorgere dietro l'angolo.
E la parola di un esperto mi ? fondamentale al momento che io da solo non ci arrivo.
Un basso nuovo non arriva a casa mia senza essere passato dal liutaio.
Cambio corde, setup e anche prove di funzionamento a scanso di equivoci.
Poi i sucessivi setup e cambi corde li faccio da me.

4) In live RIGOROSO stand. Se non li suono sono riposti nelle custodie imbottite in ambiente bilanciato non umido.
Adesso li ho in una stanza/cantina arieggiata e non umida, tutti assieme. No caldo, No umido, No freddo.

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
Io eseguo da solo sia la manutenzione ordinaria (cambio corde, pulizia, ottave, olio di limone sulla tastiera, cera d'api, ecc, max ogni 2 mesi) che qualla straordinaria... ho dovuto imparare a risolvere i problemi, visto che di liutai vicini a me non ce ne sono, ed eseguo i lavori piu' semplici anche per amici e conoscenti... pero' comunque ho una persona di fiducia a cui affidare la cura dei miei strumenti in caso di problemi molto gravi o di mancanza di tempo...

Il basso quando non lo uso lo lasciavo su uno stand Hercules... fino a ieri, quando mia madre ha fatto cadere il JazzBass Special e ha picchiato il manico... Mi e' rimasto in mano un pezzetto del bordo della tastiera!!!! l'ho riparato da solo e non si vede nulla, pero' d'ora in poi sempre nella custodia lo mettero', GIURO!!!!
Sul palco porto sempre il suddetto stand...

Per la "conserva" quoto Fagyo: no caldo, no umido, no freddo!

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
pulizia delle mani, sempre, prima di suonare
pulizia delle corde e della tastiera (per quanto possibile senza smontare le corde) e molto grossolana del body dopo aver suonato.
A meno che non spacchi una corda una muta mi dura pi? di un anno in genere (motooooooown :D) visite dal liutaio quando c'? qualcosa che non va o quando voglio e posso prendermi mezza giornata di ferie per cacciare quattro balle con una persona che stimo molto in ogni caso passa sempre pi? di un anno tra una visita e l'altra. Interventi sul basso non ne faccio proprio, tranne il cambio corde causa rottura e andare ad alzare le sellette del ponte se una corda frigge e non ho tempo di passare dal liutaio. Bassi che non uso nelle loro custodie chiuse e sdraiate o di taglio sul lato lungo altrimenti su stand, o sul letto... o sull'ampli

dulcis in fundo

sono piuttosto maldestro, ho una discreta collezione di bozzi e isolette dove la vernice ? saltata via... su paletta, retro del manico, body :?D

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
maribyredivivus ha scritto:  
Quanto pensate sia importante per voi la manutenzione di uno strumento?
Ogni quanto tempo effettuate manutenzioni e in che modo?
Pensate che possa essere utile avere un punto di riferimento che si occupi della manutenzione?
Dove appoggiate il vostro strumento quando non lo usate? e se non lo usate da un po' di tempo come lo lasciate riposare? e in che tipo di ambiente lo lasciate ?



1 Mmh, per me ? importante una regolazione iniziale perfetta, poi, sui minimi interventi successivi, tendo ad essere pigro (pulizie, poi, zero).
2 In effetti, sono costretto a farle quando cambio corde, ma, avendo trovato corde che mi soddisfano, tendo, anche in questo caso a fare il minimo.
3 Purtroppo, non ho trovato ancora un professionista pignolo (o maniaco, forse ? la definizone migliore) come me.
4 Su uno stand multiplo o a casa, su uno stand singolo o in custodia imbottita, li ruoto spesso, per usarli tutti, specie i pi? recenti.
Il pi? amato, si ? fatto pure svariate notti in macchina ...
5 Un basso non usato da un p? di tempo ? da vendere ...
6 Nel peggiore possibile (un retronegozio), per?, non risentono, con mia grande sorpresa

Aggiungo che questa sistemazione ? dovuta al fatto di evitare ai bassi le attenzioni di mia moglie e dei gatti .. oltre a poter partire, la sera, il prima possibile ... in pi?, qui, posso scartavetrare a piacimento, far provare a conoscenti, insomma fare il comodo mio ...
Ma anche qui, comunque, ? arrivato il terminator che, a momenti faceva l'en plein (ne ha fatti cascare due ...)
Comunque, non essendo strumenti di pregio, adotto l'atteggiamento buddista ( chissene ...)

Profilo PM  
Titolo: Re: Manutenzione Strumento
in genere ogni 2 mesi faccio una pulizia "generale"
lubrifico le meccaniche, metto l'olio sulla tastiera e sul retro del manico.

poi con il dunlop 65 pulisco bene il corpo, e tolgo la polvere dal ponte.

le regolazioni meccaniche (truss e ottave) le faccio quando cambio le corde o quando ne sento l'esigenza.

in tre anni ho portato una volta sola il bimbo dal dottore...non ne ho mai sentita l'esigenza...

Titolo: Re: Manutenzione Strumento
L'igene personale prima di tutto! Mani belle sgrassate prima di suonare SEMPRE!
Un occhiata al manico, ottave, action SEMPRE ad ogni cambio corde.
Pulizia alle corde e al corpo dopo aver suonato, ci sto provando ma non riesco proprio a prenderla come abitudine quindi a volte si e a volte no...
Pulizia a fondo, oliatura manico, lucidatura tasti, quando serve...
Mi piace tenere in ordine i miei bassi ma se fanno trasparire un p? di usura non mi dispiace...e poi c'? pi? gusto a pulirli!
Solitamente li faccio riposare nelle loro rispettive custodie rigide, in camera sotto la scrivania per? qualche notte in macchina o in garage se li sono fatti ma comunque il garage non ha problemi di umidit?. Evito assolutamente di tenerli in macchina al caldo o al freddo, se non per qualche ora dopo le prove per il tempo di un paio di birre.

Profilo PM  
Titolo: Re: Manutenzione Strumento
io mi lavo le mani prima di suonare.
se cambio le corde (SE) controllo l'ottavatura, l'action a regola rimane invariata.
mai pulito gli strumenti
quando non li suono li tengo fuori dalla custodia, sul reggibasso, in una stanza particolarmente fredda.

Profilo PM  

Pagina 1 di 2


  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario

   

Questa visualizzazione "Lo-Fi" è semplificata. Per avere la versione completa di formattazioni ed immagini clicca su questo link.

Powered by Icy Phoenix based on phpBB
Design by DiDiDaDo

Tempo Generazione: 0.2448s (PHP: -46% SQL: 146%)
SQL queries: 31 - Debug On - GZIP Abilitato