Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 5 di 6
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Il Vostro Bassista Famoso Preferito.
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Near,


https://en.m.wikipedia.org/wiki/Lucky_Millinder
“Sebbene non potesse leggere o scrivere musica, non suonasse uno strumento e cantava raramente”..

Quando hai scritto di aver letto di lui nella biografia della rana, immaginavo fosse morto. Non immaginavo lo fosse già  nel ‘66. Direi che è decisamente troppo tardi per indagare.
È veramente incredibile, ma rafforza la mia convinzione che non siamo tutti uguali.
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Perché una discussione così interessante sta prendendo la piega di una guerra europea del diciottesimo secolo?
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Fu-V,
Perchè la rete corrompe   
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
cyberninja ha scritto:  
Ho solo voluto portare un esempio pertinente alla piega presa da questa discussione.Ma se ti piace tanto fare lo spiritoso, puoi pure continuare da solo...


Ma io non sto facendo lo spiritoso, se ti sei sentito offeso mi scuso. Che il tuo esempio sia pertinente al discorso è una tua idea. Per me è fuori luogo al massimo. Comunque mi tiro fuori, l'off topic che inizialmente era piacevole sta prendendo brutte pieghe. Non mi sento in una guerra del XVIII secolo ma la sensazione è spiacevole. Io dico solo che non citerei mai il mio chitarrista come esempio per svalutare (questo hai fatto) un aneddoto storico. E poi devo leggere pure che faccio lo spiritoso per aver messo tre emoticon... Mi scuso per la piega presa dalla discussione di cui in parte sono sicuramente responsabile e mi ritiro dalla stessa. Ho la sensazione che non se ne esca:)
 




 
Ultima modifica di Near il Mar 08 Ott, 2019 08:42, modificato 1 volta in totale 
Near Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Near ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ma io non sto facendo lo spiritoso, se ti sei sentito offeso mi scuso. Che il tuo esempio sia pertinente al discorso è una tua idea. Per me è fuori luogo al massimo.


Ok, forse non ho più la pazienza di un tempo, e me ne scuso.
Ciononostante mi sento di farti notare che, se il mio esempio ti sembra fuori luogo il tuo, a me, lo sembra altrettanto.
Hai citato un aneddoto che, per quanto il testimone possa essere al di sopra di ogni sospetto, rientra nei casi più unici che rari.
Mentre il mio rispecchia, in buona sostanza, quello che mediamente la gente (anche musicisti, non solo profani) pensa di quelli che "sono arrivati".
Questo però, stranamente, succede solo per la musica che non viene considerata "colta".
Tutti si aspettano che un pianista, un violinista, anche un direttore d'orchestra, con un talento fuori dal comune abbia comunque intrapreso un percorso di studio lungo e rigoroso.
Chissà perchè, invece, un chitarrista rock, un batterista, (di quelli veramente talentuosi, ovviamente, che hanno lasciato un segno) può tranquillamente essere nato con la "scienza infusa".
Ecco perchè ho citato il mio ex chitarraio... perchè, pur essendo un musicista, anche lui vede i suoi idoli di sempre come dei semidei. Magari non hanno frequentato un'istituzione accademica (spesso e volentieri sì), ma probabilmente coloro da cui hanno appreso ciò che sanno sì.

Fu-V ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Perché una discussione così interessante sta prendendo la piega di una guerra europea del diciottesimo secolo?


Nessuna guerra.
Semplicemente mi stranisce il fatto che in un Forum di musicisti (e da quello che mi capita di leggere, anche di livello elevato) aleggi ancora questa favola che certi musicisti, ancorchè più talentuosi di tutti noi messi assieme, sarebbero arrivati all'apice della loro bravura anche senza conoscenze teoriche. Nessuna capacità di lettura/scrittura dello spartito... nessuna conoscenza dell'armonia... solo "istinto" e talento.
Boh!! Sarò troppo pragmatico io...
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di cyberninja il Mar 08 Ott, 2019 13:51, modificato 1 volta in totale 
cyberninja Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar cyberninja, personalmente sto mettendo in discussione solo il rifiuto aprioristico di ammettere l'esistenza di eccezioni alla regola anche di fronte ad esempi concreti e documentati. In più aggiungo la mia personalissima convinzione che si possa sì imparare a scrivere una canzone, ma come scrivere una grande canzone non te lo insegna nessuno.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
ben, tornando (ancora) a bomba mi era venuto  in mente  un altro bassista,  in realtà, pensandoci  bene,  più che   il bassista mi era tornato alla mente un suono che aveva e che  mi è sempre rimasto in testa.

il bassista/suono di quell' enorme  progetto/disco che fu Graceland di Paul Simon.
 




Io uso: solo le dita
 
maceric Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Fu-V ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar cyberninja, personalmente sto mettendo in discussione solo il rifiuto aprioristico di ammettere l'esistenza di eccezioni alla regola anche di fronte ad esempi concreti e documentati.


Io non rifiuto l'eccezionalità a priori... e l'ho anche scritto.
Quella storia non la conoscevo e ne prendo atto.
Ma è proprio perchè l'esempio riportato si può palesemente configurare come una rarità che mi stupisco quando, leggendo altri interventi, sembra che si propenda più a voler mantenere (anche a livello inconscio, magari) un'aura di misticismo attorno alle capacità di certi musicisti.
Che sicuramente hanno molto talento e (magari) poca teoria. Ma poca è diverso da nulla. Forse, semplicemente, quella poca è già funzionale al contesto. E quindi?
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di cyberninja il Mar 08 Ott, 2019 15:44, modificato 2 volte in totale 
cyberninja Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Fu-V,

Un altro mio bassista preferito, ma sono sicuro sia anche il tuo, è Jaco Pastorius. Lo so che hai già capito dove voglio arrivare....; quello che intendo dire é che in parte credo quello che pensi tu, quando il talento ce l'hai dentro, ce l'hai e basta, non si discute; altrimenti saremmo tutti uguali e basterebbe studiare al conservatorio per diventare come lui, invece sappiamo tutti che non è così.

Però Pastorius, come anche riportato da Bill Milkowski, per scrivere il suo album solista e per suonare con i Weather Report, durante la sua carriera "autodidatta", ha dovuto (e lo stesso Jaco lo invita a farlo), studiare l'armonia e poi anche la lettura dello spartito, perché con Wayne Shorter e Zawinul non ti potevi permettere di suonare con loro senza nemmeno queste basi. Lui agli inizi non sapeva leggere, quando suonava con Wayne Cochran & CC Riders, ed erano stupiti del suo "orecchio" musicale, però quando gli passavano gli spartiti era impreparato. Vallo a sapere se non avesse studiato se rimaneva un bassista R&B....di gran livello e basta..
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di darry il Mar 08 Ott, 2019 15:52, modificato 2 volte in totale 
darry Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar darry, probabilmente il mio pensiero è apparso molto più estremo di quanto in realtà sia.
Semplicemente, quando Pier ha affermato che non esistano professionisti senza alcuna nozione teorica mi sono limitato ad osservare che qualcuno c'è, indicando un paio di nomi. Mi è stato risposto che non è possibile. Stante il fatto che di almeno uno degli esempi che ho fatto sono sicuro al 100% per ragioni che ho già spiegato, non mi capacito di come si possa restare fermi su una convinzione così granitica. Tutto qui. Che poi uno abbia fatto il conservatorio o che l'unica croma che conosca sia l'automobile della Fiat mi interessa molto poco: quel che conta è la musica che propone. Non ci vedo niente di mistico nel comporre senza conoscere le triadi, onestamente. Penso solo che sia una cosa fattibile se dotati di un buon orecchio. Cioè, ho citato Zamboni: quale conoscenza teorica sarebbe indispensabile per comporre "Spara Jurij" o "Militanz"?
Di Pastorius cosa vuoi dire?
In qualche modo gli siamo tutti debitori. A prescindere dal fatto che non siano esattamente le mie sonorità favorite, per usare un eufemismo, è uno che ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica e per cui ho un enorme rispetto, perché il suo virtuosismo non l'ho mai trovato fine a sé stesso, era solo ciò che gli serviva per esprimere un'idea musicale forte.
Per altri mostri sacri dello strumento non penso sia così. Non credo che Pastorius avrebbe mai pubblicato un album con una copertina simile, se si capisce quel che voglio dire.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
darry ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar Fu-V,

Un altro mio bassista preferito, ma sono sicuro sia anche il tuo, è Jaco Pastorius. Lo so che hai già capito dove voglio arrivare....; quello che intendo dire é che in parte credo quello che pensi tu, quando il talento ce l'hai dentro, ce l'hai e basta, non si discute; altrimenti saremmo tutti uguali e basterebbe studiare al conservatorio per diventare come lui, invece sappiamo tutti che non è così.

Però Pastorius, come anche riportato da Bill Milkowski, per scrivere il suo album solista e per suonare con i Weather Report, durante la sua carriera "autodidatta", ha dovuto (e lo stesso Jaco lo invita a farlo), studiare l'armonia e poi anche la lettura dello spartito, perché con Wayne Shorter e Zawinul non ti potevi permettere di suonare con loro senza nemmeno queste basi. Lui agli inizi non sapeva leggere, quando suonava con Wayne Cochran & CC Riders, ed erano stupiti del suo "orecchio" musicale, però quando gli passavano gli spartiti era impreparato. Vallo a sapere se non avesse studiato se rimaneva un bassista R&B....di gran livello e basta..


Per citare Pastorius tra i tuoi TOP eeeeh DEVI almeno suonarlo regolarmente il Fretless eh.....sennò non vale

Mi piace Sting? Si. Suono il fretless nella band? si..eheh
 




Io uso: solo le dita
 
alberto dm Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar darry
Io negli ultimi tre anni mi sono fatto un culo a capanna, ora leggo discretamente e, con il tempo necessario per studiare la mia parte, riesco a seguire partiture da BigBand, anche a velocità sostenute. Studiando gli standard ho imparato, seguendo le regole, ad improvvisare walking bass efficaci,  variando continuamente.
Sono più bravo di tre.anni fa? Direi di sì. Mi ha fatto benissimo rimettermi a studiare.
Sono in grado di suonare in un contesto migliore della sagra dell'apparato di Pontenure? Forse..
Sono in grado di scrivere un brano migliore di quello che ho scritto a 16 anni ?
No, ci ho provato ma sono negato nella composizione.
Studiare serve, ma una base di fondo ci deve essere.
Ovviamente è ovvio che Steve Vai e Satriani oltre ad avere il dono si sono sfasciati il culo, fra esercizi di tecnica , studi armonici e quant'altro.
Penso però che siamo ormai all'OT dell'off topic, perché la discussione aveva virato non tanto sulle leggende riguardanti mostri di tecnica  o jazzisti famosi, ma sulla capacità di artisti dalla limitata tecnica e con una formazione non accademica, di scrivere capolavori musicali. Questo è indubbiamente accaduto. Prima abbiamo citato Waters. L'intro di Hey you, dalla biografia ufficiale, lo ha fatto incidere da Gilmour.  Gilmour nella stessa biografia dice : Roger con il fretless? Per carità !
Eppure io ci sono cresciuto provando a suonare le parti di Waters..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Citazione:
quando Pier ha affermato che non esistano professionisti senza alcuna nozione teorica mi sono limitato ad osservare che qualcuno c'è, indicando un paio di nomi. Mi è stato risposto che non è possibile.


per me il concetto è un altro, e non sembra passare perchè mi pare chiaro che ci sia una certa avversione allo studio    (si scherza eh).

al di là delle battute, quel che dico io è che dubito fortemente che uno che lavora nella musica, che lo fa per campare, sia totalmente ignorante da non sapere cosa è un accordo, cosa è una tonalità e come funzionano scale ed intervalli.

sono nozioni basilari che purtroppo molta gente non ha, e spesso è la gente che, come diceva avatar cyberninja, crea il misticismo attorno a figure che magari si sono fatte un culo come una casa tra studio e pratica senza un percorso accademico (ma "suonare con la gente" per me non varrà mai come "essere autodidatta").

nessuno mette in dubbio che possano esserci personaggi pazzeschi come il citato Millinder (che dirigeva un'orchestra R'nB, non classica, quindi non necessariamente serviva "la laurea"), che probabilmente aveva l'orecchio assoluto (ahinoi è una cosa innata) e tanti tanti ascolti alle spalle.


al mondo c'è gente che fa conti impossibili a mente, sono cervelli fuori dal comune, tanti dei quali la storia ci insegna che avevano anche problemi (Asperger, autismo ecc... ), che contribuiscono a favorire queste capacità fuori dal comune.

nessuno mette in dubbio che si possa comporre "d'istinto", anche perchè solo i successi pop generici vengono costruiti a tavolino su carta, non solo oggi; basti pensare al fatto che buona parte dei successi di musica pop/rock ecc usa una manciata di giri di accordi, che son sempre quelli.

ma anche la musica composta istintivamente spesso ritorna sempre là, a quei giri di accordi che abbiamo tutti nelle orecchie, a seconda della nostra cultura musicale.

stasera mi sento il pezzo che hai citato, che non sono ancora riuscito.

io contesto solo la TOTALE IGNORANZA di chi con la musica ci campa, non avendo mai visto persone del tutto ignoranti lavorando nella musica.

mi sembra quasi sia diventata una questione di quantità, per qualcuno   si conosce la teoria solo se si conosce un secchio X di roba, altrimenti non conta.

per me questa "totale ignoranza" è "metto le mani a caso sullo strumento senza sapere cosa suono, mi ricordo solo le posizioni di cui non so niente perchè ho una memoria di ferro".

mi immagino il chitarrista che accompagna ricordandosi in che posizione sono gli accordi, senza sapere cosa sono, od il pianista che mette le mani a caso sul pianoforte accompagnando un brano, solo ricordandosi le posizioni dei tasti.

dubito fortemente che esistano musicisti che "suonano" e che non sanno cosa stanno facendo.

sono del tutto d'accordo che nel comporre si vada ad orecchio, ma è ovvio, eccetto quando si decide di fare un pezzo a tavolino; lo vedo spesso nei musicisti con cui suono, che magari in corso di arrangiamento cambiano idea perchè preferiscono un accordo ad un altro, che gli suona meglio.

non decidono il cambiamento a tavolino, ma sanno cosa hanno cambiato.

sono due piani del tutto differenti, spero che sia chiaro cosa intendo io, e mi auguro che l'incomprensione dipenda dal fatto che qua nessuno è totalmente ignorante, e non riesce ad immaginare che si suoni mettendo le mani a casaccio sullo strumento, mossi da qualche musa che ci fa andare le mani nel punto giusto.

Citazione:
ma sulla capacità di artisti dalla limitata tecnica e con una formazione non accademica, di scrivere capolavori musicali. Questo è indubbiamente accaduto.


ecco, qua secondo me c'è l'errore di comunicazione che ha portato a questo.

nessuno parla di comporre solo avendo "studi accademici", nè si mette in discussione il fatto che non servano tecnica e grandissime conoscenze per comporre, e comporre capolavori.

io dubito che chi li compone non sappia cosa ha scritto; pacifico che la composizione nasca di getto, magari anche a prescindere dallo strumento; quanti compongono perchè hanno in testa una melodia, e poi, solo poi, e con la melodia ben chiara in testa, ci schiaffano sotto l'armonia?

diciamo che se non hai studiato non scrivi Stairway To Heaven o Bohemian Rhapsody, dove armonia e tecnica sono complesse.

mi viene in mente un esempio banalissimo: il recente Calcutta, cantautore indie/pop, fa tutte canzoni facilone, pop, ed ha tutta l'aria di essere uno che non sa nemmeno suonare bene...

è però uno che i concerti li fa suonando la chitarre ed il pianoforte, in modo sicuramente rudimentale ma adatto ai brani, e che nella composizione non è affatto banale, anzi...

analizzando armonicamente i suoi brani ci sono tante cose interessanti e non canoniche, scelte armoniche che richiamano alcuni contesti musicali cui fa riferimento (come il "tipicamente brit pop" terzo grado maggiore anzichè minore), molte scelte beatlesiane...

certo, siamo sempre su accordi maggiori e minori, qualche volta giusto il movimento del basso tra alcuni accordi per movimentare la cosa, ma si vede che non è roba scritta "a caso" da uno che non sa suonare o che non conosce la musica.

e siam sempre là. "conoscere la musica" non è solo "aver studiato tutto lo studiabile e conoscere ogni piccola sfaccettatura della musica".

per me già è oro colato se uno sa che differenza c'è tra un accordo maggiore e minore, e come funziona una tonalità... vent'anni mi è capitato troppe volte di conoscere gente così, ma gente così non ha poi mai composto un cazzo   nè è andata oltre il suonare col Millenote al falò, senza accorgersi di quanti accordi sono scritti sbagliati su quei libri.

spero sia un po' più chiaro cosa intendo io  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Pier_,
Cristallino       
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Pier_ ha scritto: [Visualizza Messaggio]
per me il concetto è un altro, e non sembra passare perchè mi pare chiaro che ci sia una certa avversione allo studio


No, ecco, non mi si accusi di parzialità perché non è il mio caso
Mi annoiano gli esercizi di tecnica, quello sì, ma ho sempre studiato le cose che mi interessano, quindi capire cosa c'è dietro una canzone. Sarei in grado di dare un esame di teoria in conservatorio? Probabilmente no.
Conosco una scala minore armonica, la costruzione di un accordo o il concetto di rivolto? Assolutamente sì.
Diciamo che studio secondo i miei interessi e non seguendo percorsi razionali. Infatti a scuola avevo le pagelle schizofreniche: 9 in informatica e 3 in elettronica.

Il discorso è che tu continui a ripetere che nella musica dell'artista Tizio si sente che certe scelte siano state fatte con una consapevolezza teorica, ma è una tua visione dovuta al fatto che forse (dico forse, non lo so) tu per fare certe scelte dovresti ragionarci. Per qualcun altro può essere semplicemente sapere come suona un certo intervallo senza avere la consapevolezza di che intervallo esattamente sia.

P.S. Il più delle volte non solo ho in testa una melodia, ma pure l'arrangiamento e di conseguenza l'armonia nasce da sé, ai fini del brano potrei anche non saperne nulla.
P.P.S. Penso di avere un sense of humour superiore a quello di un binturong, non c'è bisogno di specificare quando scherzi
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
[quote user="cyberninja" post="1106576"]
Near ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ma io non sto facendo lo spiritoso, se ti sei sentito offeso mi scuso. Che il tuo esempio sia pertinente al discorso è una tua idea. Per me è fuori luogo al massimo.


Ti ho quotato male  

Ma questo è un altro discorso. La percezione comune è un altro discorso. Non lo so, forse mi spiego male io. Ma il mio discorso è un altro. Parlo dell'importanza dello studio da inizio discussione. Dico però che l'approccio e lo studio in un'ottica creativa prevede altre tappe che non sono quelle canoniche. Molto ascolto, moltissima esperienza, ossa e palestra sul repertorio. Il direttore da me citato non ha studiato musica ma non era un fesso qualunque. Dizzy dice infatti che conosceva benissimo la musica alla quale si approcciava. In sostanza è questo il mio discorso. E' un caso eccezionale ma prima abbiamo parlato di Joy Division, Velvet Underground, The Clash. Gente che ha fatto la storia ma con capacità decisamente nella norma ma un senso artistico forgiato da uno studio che non è quello canonico ma sul campo. Dico solo che per creare effettivamente musica lo studio di cui parliamo sempre è solo un'anticamera. Avercelo aiuta molto, aiuta ancora di più perfezionarlo per una vita intera ed acquisire sempre nuovi elementi tecnici, teorici, armonici ecc. Quello però che serve davvero è un approccio da musicista, non da studioso. Uno studio cioè che è sul linguaggio, sull'intenzione e sul campo. In questo senso, tornando al discorso iniziale essere autodidatti diventa un valore aggiunto. Tutto qua. Non voglio creare falsi miti perché senza uno studio di alto livello non avremmo oggi i dischi di Coltrane, Parker, King Crimson e chi più ne ha più ne metta. Voglio solo rivendicare l'importanza dell'altro approccio che vale anche più di quello didattico canonico ai fini del risultato artistico.
 




 
Ultima modifica di Near il Ven 11 Ott, 2019 23:24, modificato 1 volta in totale 
Near Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Near, io, come per i joy division , non avevo mai sentito un pezzo dei Japan. Se nel caso dei Joy Division non sono rimasto colpito, devo dire che Mick Karn e soci suonavano da matti. Raro sentire un tiro del genere nella New Wave di quegli anni..questo brano è bellissimo, adesso mi tocca ricomprare un fretless e tirarlo giù :

https://m.youtube.com/watch?v=fuiRBLa7pdA
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Ultima modifica di Alexce69 il Ven 11 Ott, 2019 23:52, modificato 1 volta in totale 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Gentlemen take Polaroids è un album strepitoso.
Nella lista delle mie venti linee di basso di riferimento avevo messo questa: se l'avessi ascoltata li avresti scoperti qualche mese fa
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Fu-V, Si, non ci avevo fatto caso, ma quando ho cliccato la copertina mi è apparsa subito famigliare..sarò stato poco attento l’altra volta..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Alexce69 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar Near, io, come per i joy division , non avevo mai sentito un pezzo dei Japan.


per  i joy division  posso quasi soprassedere...ohi ohi del bassista japan te ne  potevi  pure sbattere ma...oh Alessà  non  aver ascoltato e seguito David Sylvian  lo conosdero da  cartellino giallo!  :-) :-)
 




Io uso: solo le dita
 
maceric Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Alexce69 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar Near, io, come per i joy division , non avevo mai sentito un pezzo dei Japan. Se nel caso dei Joy Division non sono rimasto colpito, devo dire che Mick Karn e soci suonavano da matti. Raro sentire un tiro del genere nella New Wave di quegli anni..questo brano è bellissimo, adesso mi tocca ricomprare un fretless e tirarlo giù :

https://m.youtube.com/watch?v=fuiRBLa7pdA


Ti consiglio di ascoltare Tin Drum, per me il loro migliore album. Mick Karn è uno dei miei bassisti preferiti, semplicemente grandioso. Ha un groove unico nel suo genere ma potente ed efficiente, le sue basslines sono stupende, sono il vero valore aggiunto alla musica dei Japan. Karn all'interno dell'economia Japan vale tanto quanto Sylvian. Provare per credere, prova a togliere idealmente il basso a Tin Drum ed immaginati un altro bassista new wave del periodo suonare sopra quel disco, non hai la stessa bellezza, la stessa magia.
 




 
Near Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar maceric, lo so che ora mi coprirete di insulti, ma Sylvian mi ricorda troppo David Bowie...avatar Near, Si, infatti dicevo che non ricordo bassisti New Wave con il tiro e il suono di questo bassista. La parte del brano che ho postato, che ho provato a riprodurre con il fretted è semplice, geniale ed efficacissima nel contesto..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Infatti Sylvian ad inizio carriera era accostato molto a Bowie in una scena che cercava il suo erede designato.  E lo stesso Sylvian ha provato ad ereditare questo scettro.
 




 
Near Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
Citazione:
Per qualcun altro può essere semplicemente sapere come suona un certo intervallo senza avere la consapevolezza di che intervallo esattamente sia.


questo per me può succedere una volta, due volte, ma se c'è un certo tipo di costruzione dei brani coerente all'interno di un album, la cosa è voluta e dubito che sia sempre "a sensazione".

ribadisco, il discorso va al di là della composizione, perchè comporre non è una cosa che si fa a tavolino, eccetto i casi in cui si deve fare a tavolino.

il discorso è "sapere cosa sto suonando" (continuiamo a non capirci su questo), non "sapere cosa sto componendo", non so come altro dirlo.

per me non esiste, non ne ho mai conosciuti e mai visti, il musicista che mentre suona non sa cosa sta facendo, ma fa "solo ad orecchio", come piace raccontarsi a tanti.

che il processo di composizione nasca anche solo a sentimento, ma ci sta tutto, è più che normale.

il cantante del mio gruppo ha scritto un pezzo, che stiamo registrando in questo periodo, perchè si è svegliato una notte con in testa una melodia, così a caso; ha preso la chitarra alle 4 del mattino ed ha cercato di trovare gli accordi giusto (tre accordi eh, niente di esoterico) e via, fatto il pezzo, ed è un dei preferiti dei nostri fan.

altri pezzi li hanno scritti a tavolino lui e l'altro cantante, ma proprio seduti al tavolo a raccogliere frammenti di canzoni scritte e cercando di trovare pezzi che andassero bene per fare qualcosa di finito.

https://www.youtube.com/watch?v=13h3XcXEB-8

questo è nato da tre canzoni diverse, alcune parti scritte da uno, altre da un altro, che hanno unito.

stessa cosa qua: https://www.youtube.com/watch?v=sFOZM7ye3NQ

______

Citazione:
E questo brano non avrà la complessità dei Radiohead ma neppure un arrangiamento basic come quelli degli AC/DC.


perdonami, la sento solo ora... a me sembra più complesso un qualsiasi pezzo degli ACDC   senza offesa eh, ma qua abbiamo una struttura A B che si ripete, con solo un crescendo dinamico, ed una manciata di accordi, molto simile alle sonorità di Disintegration, dei Cure.

tra l'altro non c'è una melodia, è un brano parlato su una base, bella eh, la base, ma non mi sembra niente di così complesso armonicamente, son quattro accordi in Re maggiore (Re, La, Fa#m, Sim), riff di basso su due accordi nella A, ed un paio di accordi nella B.

cosa avrebbe di meno "basic" degli ACDC? trovo anzi che sia un tipo di arrangiamento e composizione molto più "basic" questo.  

sia chiaro, non sarà mai in senso denigratorio per me il termine "basic", anzi!

però diamo a Cesare quel che è di Cesare.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Il Vostro Bassista Famoso Preferito. 
 
avatar Pier_, ho parlato solo di arrangiamento. Ci sono, mi pare: sette synth, basso, un paio di chitarre, drum machine e violoncello. Come struttura sì, assolutamente minimal. Ma non li avrei ascoltati, altrimenti

maceric ha scritto: [Visualizza Messaggio]
per  i joy division  posso quasi soprassedere

Franco, perdonalo perché non sa quello che dice.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 5 di 6
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 
NascondiArgomenti Simili
Argomento Autore Forum Risposte Ultimo Messaggio
No Nuovi Messaggi Aiuto - consiglio a una neo bassista jul School Days 18 Ven 30 Nov, 2007 16:04 Leggi gli ultimi Messaggi
Cekko
Quest'Argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i Messaggi. Che Fender ?? [bassista Ministri] felixmiao Bassi&Co. 63 Mar 26 Mag, 2009 17:30 Leggi gli ultimi Messaggi
Fagyo
No Nuovi Messaggi Neo-bassista EPIPHONE EB-0 psonic Bassi&Co. 28 Mar 20 Lug, 2010 09:17 Leggi gli ultimi Messaggi
alex1974
No Nuovi Messaggi Joe Edwards (bassista The Rascals) zimobass Ampli&Co. 2 Mar 11 Gen, 2011 16:42 Leggi gli ultimi Messaggi
zimobass
No Nuovi Messaggi Victor Wooten Che Fa Il...bassista!!!! AuaAua Megabass FM 20 Sab 01 Ott, 2011 21:26 Leggi gli ultimi Messaggi
Paolo Camera
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario