Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 2 di 4
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
1969 Contro 2019
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Liberi di crederci o no, il mio rick del 1998 oggi, dopo vent'anni di serate, suona meglio di quando l'ho acquistato. E questo non è un annuncio di vendita.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
ric_logo_s ampeg_logo
 
marcinkus Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar marcinkus, non è che,  dopo vent’anni di serate,  sei tu quello che suona meglio?    
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar marcinkus,

Lo sai che non lo credo affatto, ed invece sono convinto che sei tu che dopo 20 anni suoni molto meglio e conosci lo strumento in tutte le sue sfumature come le tue tasche
 




Io uso: plettro e dita
 
darry Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
darry ha scritto:  
avatar marcinkus,

Lo sai che non lo credo affatto, ed invece sono convinto che sei tu che dopo 20 anni suoni molto meglio e conosci lo strumento in tutte le sue sfumature come le tue tasche


+1
 




Io uso: plettro e dita
 
dseries Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
strano, pure a me capita che con gli strumenti con cui mi trovo bene, esca un suono apparentemente migliore, soprattutto se hanno il sound che mi piace e che conosco.

li prende in mano un altro, e non suonano nemmeno allo stesso modo. caso strano  

sarcasmo a parte, più si conosce uno strumento, ci si abitua al suo suono, alle sue sfumature, date da tanti fattori, che possono essere le corde, il setup, l'ampli ecc, più la percezione del suono è migliore.

senza contare che se uno strumento lo abbiamo da tanto tempo, ne sentiamo le differenze rispetto a come suoniamo noi, come detto da avatar Alexce69 e avatar darry.

il problema è che son pochi quelli qua dentro che tengono gli strumenti più di una manciata di anni  

Citazione:
+1


ma se il basso più vecchio che hai è un Eko MM300 che non usi più  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
il problema è che son pochi quelli qua dentro che tengono gli strumenti più di una manciata di anni  

Io ho avuto mutande che sono durate più di alcuni bassi   .
A parte gli scherzi, l’Alembic Rogue l’ho tenuto dal 96 al 2017 e lo conoscevo benissimo. Il laurus l’ho tenuto per 10 anni, il musician MC940 fretless l’ho suonato per ventiquattro anni..quando cresci musicalmente lo strumento cresce con te..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Io ho il Peavey da 18 anni e suono di merda come allora
Scherzi a parte, è il tastato meno "pregiato" che ho ma effettivamente quando lo uso sento che è un po' come tornare a casa, lo conosco bene e so come mettere le mani per farlo suonare come voglio (nei limiti fisici dello strumento, naturalmente).
A capirne la cervelloticissima elettronica ho invece rinunciato da secoli.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Ultima modifica di Fu-V il Ven 11 Ott, 2019 20:50, modificato 1 volta in totale 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
[quote user="Pier_" post="1106724"]

[ sarcasmo a parte, più si conosce uno strumento, ci si abitua al suo suono, alle sue sfumature, date da tanti fattori, che possono essere le corde, il setup, l'ampli ecc, più la percezione del suono è migliore.

senza contare che se uno strumento lo abbiamo da tanto tempo, ne sentiamo le differenze rispetto a come suoniamo noi,

il problema è che son pochi quelli qua dentro che tengono gli strumenti più di una manciata di anni ]                                    Per controbilanciare questo, però eccomi qua     !    ...io, come già detto recentemente altrove (nella discussione sul bassista preferito), devo proprio essere la negazione della evoluzione, dato che due dei miei bassi li ho da oltre tre decenni ( l'Aria Pro2 dall'87, il Rickenbacker dall'88 ), uno da 25 anni (Warwick, dal 94), il Fender Geddy Lee dal 05... e anche quasi tutti gli altri li ho acquistati non troppo recentemente    ... forse perché in linea di massima non sono uno che cambia facilmente gusti, ciò che mi piace di solito continua a piacermi anche col passare del tempo  (...vale anche, ma in misura minore, l'opposto), comunque a volte ho avuto anche io quella impressione, che lo strumento sia ben stagionato     con gli anni... Ma, probabilmente, come già detto da più di uno qua dentro, si tratterà di una impressione, dovuta quasi certamente al fatto che si giunge a conoscere meglio i propri strumenti se li si tiene per anni... d'altronde, non è cosa dimostrabile scientificamente, né in un senso nè nell'altro... Salve a tutti!
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di digomma il Ven 11 Ott, 2019 22:00, modificato 4 volte in totale 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
[quote user="Pier_" post="1106724"]

senza contare che se uno strumento lo abbiamo da tanto tempo, ne sentiamo le differenze rispetto a come suoniamo noi


Assolutamente vero. Io ad esempio provo con il gruppo un giorno a settimana fisso, da più di 5 anni, sempre nella stessa sala, sempre con lo stesso ampli (uguale al mio), sempre con gli stessi pedali e sempre con gli stessi bassi (SR 5 e jazz AV ‘74), basta che una sera non ho voglia, oppure mi girano, ho sono con i pensieri altrove e mi sembra che il mio strumento, che conosco a mena dito, suoni di merda, oppure che tutto il rig faccia cagare.... eppure non ho mai cambiato una virgola, pure le corde sono sempre le stesse come marca e modello: dr fat beam.
Ciao a tutti
 




Io uso: plettro e dita
 
BassAndre Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Se uno strumento non lo abbiamo da tanti anni dobbiamo chiederci il perchè....

Perchè lo abbiamo abbandonato lì in una cantina umida, non era un gran che e si è bananato....

Errato acquisto compulsivo

Cambio di genere musicale

Oppure....TROPPO Forum fa male
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar gigetto2, La tua lista assertiva esclude decine di altre casistiche. Non esiste  una scienza esatta nella passione degli uomini. Non c’è da chiedersi il perchè. Non c’è un perchè. Io come, ho già scritto ho passato più di 27 anni tenendo sempre gli stessi strumenti , da un minino di 4 anni ad un massimo di 24. Ultimamente ne sto cambiando un sacco, solo perchè mi va di farlo. Guardando gli ultimi 25 bassi comprati e rivenduti,  nessuno potrebbe affermare che in mezzo ad uno di quelli, non ce ne possa essere stato uno da tenere per tutta la vita. Sono tutti strumenti bellissimi.
Qui l’argomento non è perchè non teniamo uno strumento, ma se la differenza di prestazioni fra un costosissimo strumento del 1969 valga cinque o seimila euro di differenza rispetto al suo epigono del 2019.
La discussione derivata, sulla percezione di un miglioramento con l’invecchiamento dello strumento, e se questa percezione è reale o soggettiva, è strettamente correlata. La motivazione perchè Pier o io compriamo e cambiamo spesso strumenti invece è completamente OT. C’è chi lo fa perchè gli piace sbattere via i soldi, c’è chi lo fa perchè ci guadagna qualcosa, c’è chi lo fa perchè è un eterno insoddisfatto o c’è chi, come me, sente il tempo scorrergli sotto le le dita e vuole provare più strumenti possibili..
Ritornando all’argomento principale, penso che nel video postato all’inizio, le differenze fra i due strumenti, come dicono Vittorio, Pier, Darry e molti altri sia solo una questione di corde.  Io penso addirittura che gli strumenti solid Body, con il tempo degradino. L’usura, il normale smagnetizzarsi dei Pick up, l’ossidazione dei componenti conduttivi..ci sono tante cose che possono influire negativamente. Poi ci siamo noi, il nostro tocco che migliora, le nostre orecchie che non percepiscono più certe frequenze, che non sempre è un male..
Io straquoto Darry, con tutti i soldi che costa un jazz 69, compro un Fodera nuovo..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Ultima modifica di Alexce69 il Sab 12 Ott, 2019 11:23, modificato 2 volte in totale 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Alexce69 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar marcinkus, non è che,  dopo vent’anni di serate,  sei tu quello che suona meglio?


A boh, speriamo  
A me sembra diventato più "definito" sulle note gravi, mentre prima era un po' più "acustico". Stessa cosa col G&L del 2004, che fra l'altro inizialmente aveva un manico molto ballerino e ora è diventato fermissimo. Sarà la mia impressione.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
ric_logo_s ampeg_logo
 
marcinkus Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar marcinkus, io spero tu possa aver ragione, perchè adesso sono in fregola per un Alembic spoiler dell’83, sul mercatino. Peccato che io abbia già scritto tre volte al tizio, chiedendogli una foto del retro dello strumento e questo non risponde. Volevo regalarmelo per il 50esimo, ma finirà che mi innervosisco e compro un modernissimo “sailcazzo”..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Citazione:
che fra l'altro inizialmente aveva un manico molto ballerino e ora è diventato fermissimo.


questo ci sta tutto, è legno è pur sempre un materiale vivo. il mio liutaio si incazza quando gli portano gli strumenti a fare certi lavori, perchè dice che la gente non si rende conto che spesso ad esempio non ci sono tasti da rettificare, ma il legno che ancora si "muove" e qualche tasto che va solo ribattuto dentro col martelletto.

così c'ho salvato molti strumenti da ipotetici lavori di liuteria, e su alcuni molto giovani ho notato che dovevo ribattere i tasti anche solo se avevo regolato il truss rod (ed infatti hanno avuto vita breve a casa mia, ma dopo la "regolazione definitiva" non serviva più nulla).

su bassi ben stabili non ho mai dovuto toccare nulla, come sul povero Harley Benton regge da anni le 52-110 lisce, con action rasoterra...

avatar gigetto2, Gige', ti fai sempre troppe liste in testa, e ti limiti nel pensare.

come dice Alex, di motivi ce ne possono essere tantissimi.

per me ad esempio il principale è il fatto che uno strumento si può giudicare solo usato in gruppo ed usato un po' dopo degno setup, quindi pensare di comprare uno strumento considerandolo definitivo è impossibile.

magari in negozio mi piace, o quando lo provo dal venditore (motivo per cui ormai faccio quasi solo acquisti a distanza, più comodi), ma poi magari vado a provarlo in gruppo e non mi piace, oppure suonandoci tanto a tracolla mi sta scomodo.

cosa si fa? anzichè abbandonarlo in cantina, si mette in vendita e tanti saluti (quindi acquisti sul nuovo vietatissimi).

si arriva a trovare lo strumento giusto, così?

secondo me sì, o meglio, se ne trovano di "non più vendibili", quelli che per un motivo o per un altro ti danno un buon ritorno a livello fisico o di suono, od estetico.

poi mettici sempre che i gusti cambiano da un giorno all'altro, basta sentire un suono di basso in un disco nuovo, e scatta la voglia di quel suono.

motivo per cui secondo me è pacifico avere tanti bassi diversi per casa.

ora sto "a ròta", come si dice a Roma, col Jazz perchè ho sentito vari dischi in cui ci sono evidenti Jazz Bass, e quindi mi piace quel suono, lo sento nelle orecchie e lo voglio nelle mani.

domani potrebbe tornarmi la voglia di Precision, di cui ne ho cambiati tre in un anno per incompatibilità momentanea.

ora elogio tantissimo i miei SG, son due anni e spicci ormai, però non è detto che domani mi giri male e decida di venderli  

avatar digomma, ci credo, se ancora stai all'heavy anni 80 come punto di riferimento    si scherza eh!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Ultima modifica di Pier_ il Sab 12 Ott, 2019 16:28, modificato 1 volta in totale 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Alexce69 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
io spero tu possa aver ragione, perchè adesso sono in fregola per un Alembic spoiler dell’83, sul mercatino. Peccato che io abbia già scritto tre volte al tizio, chiedendogli una foto del retro dello strumento e questo non risponde. Volevo regalarmelo per il 50esimo, ma finirà che mi innervosisco e compro un modernissimo “SPIRIT By Steinberger”..


Sì ottima scelta, approvo.
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar gigetto2,
Non comprerò mai un basso che sembra un Sex toy
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Ultima modifica di Alexce69 il Sab 12 Ott, 2019 21:20, modificato 1 volta in totale 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Pier_ ha scritto: 


avatar digomma, ci credo, se ancora stai all'heavy anni 80 come punto di riferimento    si scherza eh!
                                                                                                                       Oh, no problem! ...non mi offendo di certo per questo     !     D'altronde, che quel periodo sia stato l'Età dell'Oro per il genere penso sia cosa innegabile, per lo meno per gli appassionati... basta vedere quanti dischi poi divenuti dei classici sono usciti a raffica uno dietro l'altro, poi di buono ne è venuto anche dopo ma l'apice è stato quello!     ...comunque non è detto che la coerenza debba essere un difetto, eh!?   io i bassi che ho citato prima sono contento di averli ancora dopo tanti anni, poiché ancora mi vanno bene    ...comunque, il mondo è bello (...seeh, insomma...    ,  lo dicono...  ) perché è vario, e quindi c'è posto sia per i vecchi fossili come il sottoscritto che per coloro che sono sempre in continuo  movimento/cambiamento (che poi mica è detto che sia sempre in meglio...     ...chi lascia la strada vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non quel che trova      ...oh, se comincio a citare proverbi mi sa che sono davvero vetusto...  )... Salve a tutti!
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di digomma il Sab 12 Ott, 2019 21:25, modificato 1 volta in totale 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar digomma,io ho sempre rivisitato quel proverbio, dandogli il significato opposto: se non lasci mai la strada "vecchia", non saprai mai cosa c'è altrove.

per capirci, bellissimo l'heavy anni 80, ma ormai son passati quarant'anni... la musica è andata avanti, son cambiate le sonorità, son cambiate le tematiche, è cambiato tanto.

di quel periodo, di cui sono stato un grande appassionato (una volta ero anche un metallarone coi capelli lunghi e suonavo tutta 'sta roba   bei tempi), ne ho un bel ricordo, bei dischi, ma per la maggior parte ne ho piene le palle, e salvo realmente una manciata di album e gruppi.

questo non significa che non ti debba piacere eh, è per approfondire il discorso che si faceva con Alex, sul fatto che i gusti, nel corso degli anni, cambiano.

oggi se sento un solo di pentatonica distorto col chorus e delay cambio canzone   una volta impazzivo per quella roba, e quando suonavo la chitarra non mancava di certo l'Ibanez RG con la sfilza di effetti.

ma così come una volta su basso cercavo suoni brillanti e sferraglianti, corde ruvidissime in acciaio, overdrive... oggi preferisco il suono più smussato e dolce.

io sono a favore della continua evoluzione, senza ma fossilizzarsi, altrimenti appunto, si rimane dei fossili.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar Pier_, Ovviamente nessuno di noi due ha torto, o ragione se è per quello     ... io, personalmente ne ho ascoltata anche tanta altra di roba, oltre a quel tipo di metal (che poi è ampio ben più di quanto si creda, basta vedere la differenza che passa... che so, dai Judas Priest ai Voivod di Angel Rat... o dai Mercyful Fate/King Diamond ai Vanadium... anche perché il confine tra Heavy Metal e Hard Rock io lo ho sembre visto molto nebuloso... ci stan dentro pure Ac/Dc o Aerosmith, tanto per dire...) ...tanto è vero che mi piacciono altrettanto pure un buon numero di gruppi Prog degli anni 70, tipo Jethro Tull, EL&P, Yes, Goblin,etc...  o di quelli degli 80's, tipo i Marillion (con Fish) o i Pallas... o gente più mainstream (almeno un tempo lo erano) come i Toto... tanto per non passare da metallaro sedicenne con i paraocchi, non lo ero neanche allora, e di anni ne ho più del triplo     ...  Però, e davvero non ci vedo nulla di male in questo, le mie preferenze, la musica che sento più nelle mie corde (benché ultimamente abbia suonato dell'altro: fino al mese scorso ho avuto quel gruppo Pop-Rock del quale parlavo in una altra discussione recentemente... però mi sentivo fuori posto e infatti ho lasciato campo libero a un altro) resta quella che ho detto prima... NON necessariamente è una mancanza di evoluzione, dato che (come tu certo saprai, essendo sicuramente ben più istruito del sottoscritto) questa parola dovrebbe significare un miglioramento rispetto a una condizione precedente... è cosa del tutto opinabile che ci sia stato, però... certo, quelli che si stufano con gli assoli di chitarra avranno accolto con gioia i Nirvana e compagnia bella... quelli ai quali invece piacevano i chitarristi "capaci", non necessariamente virtuosi alla Malmsteen (che io apprezzo, pure sul basso dato che spesso sui dischi lo suona lui) la avranno pensata ben diversamente... Io quindi rispetto i gusti e i pareri di tutti ma di una cosa sono e resto ben convinto: la musica non è MAi da considerarsi "datata", o era buona quando è stata pubblicata per la prima volta... e allora lo è ancora, e continuerà ad esserlo, per chi la apprezza ovvio... oppure, se era scadente lo doveva essere già all'epoca, ma un discorso che davvero non ha alcun valore per il sottoscritto è "sono passati -tot- anni", avrebbe valore in altri campi, anzi ne ha: nella medicina , per esempio... certo che lì i passi da gigante ci sono stati e chiunque preferirebbe una clinica all'avanguardia con personale assolutamente aggiornato sulle ultime scoperte... ma nella musica? ...tutto da dimostrare che quella di 30 - 40 - 50 anni Or sono abbia qualcosa in meno di quella venuta dopo... forse la registrazione, ma neanche poi sempre... Salve a tutti!   PS: la mia comunque, spero si sia capito, non vuole essere una polemica contro quelli che invece negli anni hanno drasticamente mutato i propri gusti o il proprio modo di pensare, a patto che certo lo abbiano fatto di propria iniziativa e non per tenersi forzatamente al passo coi tempi... quello sì, sarò intransigente, ma lo ritengo sbagliato assai... ma comunque ognuno giustamente segue la propria via!
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di digomma il Dom 13 Ott, 2019 01:03, modificato 3 volte in totale 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Mi sa che avete preso il titolo del thread troppo alla lettera
Comunque io sto nel mezzo: ho un percorso simile a quello di Pier con l'heavy, nel senso che ebbi una grossa infatuazione fra i 9 e gli 11 anni che è sfociata nell'intolleranza quasi totale e diciamo che Digomma ad oggi è praticamente la mia nemesi musicale - dio gli Emersonecchepalle
Però concettualmente condivido entrambi: io in fin dei conti continuo a fare new wave: è il suono che avevo nelle orecchie e che mi ha fatto avvicinare alla musica da bambino. Poi ho fatto un giro durato qualche anno per altri mondi musicali, ma nell'adolescenza sono tornato lì. Insomma, sono legato anch'io agli anni ottanta - alla parte buona, però

Ma mi piace ascoltare anche le cose più contemporanee. Come studio proprio, intendo, perché nel 99% dei casi si tratta di roba che complessivamente non mi piace. Ma qualche aspetto interessante lo si trova sempre e aiuta a mantenere il proprio stile fresco: non ascolterei mai l'IDM, ma posso benissimo carpirne qualche elemento. Anche il pop contemporaneo, pur non dicendomi nulla a livello di scrittura, è interessante a livello di produzione: da quando è stato abbattuto il limite fisico delle piste ci sono dei mix con strati e strati di suono che un musicista, secondo me, deve ascoltare e analizzare con attenzione.

Detto ciò, anche se negli ultimi quindici anni è stata ampiamente rivalutata e ancor più ampiamente saccheggiata, la musica degli anni '80 rimane comunque guardata con una certa sufficienza: nessuno dice mai che il rock degli anni '60 e '70 è datato. No, quello è "classico".

Tutto questo per dire che sono d'accordo con Alessandro: a quelle cifre ci sono decine di strumenti che comprerei al posto di un Jazz del '69.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
[quote user="Fu-V" post="1106768"]... diciamo che Digomma ad oggi è praticamente la mia nemesi musicale - dio gli Emersonecchepalle                                          ...Effettivamente, mi sa che è proprio come dici tu... io, come il buon Alex, non avevo ben presente i gruppi che citavi tu nell'altra discussione, Joy Division e altri... sono andato pure io ad ascoltarli e beh... mi sa che il detto che "ognuno ha i suoi gusti" è proprio sacrosanto, in questi casi...  massimo rispetto, comunque, ci mancherebbe altro, ma davvero ci trovo poco di mio gradimento...    ...mi sa che la parte buona degli 80's la guardiamo da angolazioni opposte...       Comunque, in effetti pur con gusti agli antipodi ai miei, ti stimo per essere comunque rimasto fedele a quello che era il genere che più ti prendeva, come del resto faccio io... Cambiare se si vuole farlo, se ci sente di farlo... allora è giusto, sacrosanto direi... ma cambiare perché "oramai questa è roba del passato, bisogna tenersi aggiornati", quando invece la roba nuova mi dice poco o nulla, che senso ha?  ...   Salve a tutti!   PS:se per caso ti piacciono i Police, però, avremmo almeno trovato un gruppo in comune!    
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di digomma il Dom 13 Ott, 2019 01:56, modificato 1 volta in totale 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
secondo me un musicista è realmente completo quando suona e ascolta tutto....il mio essere bassoruccolo è lontano dal farmi definire un musicista (anche se uno dei due  chitarristi ad esempio della mia banda storica si definisce così...) ma procvo ad ascoltare e suonare tutto, provo.....
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
avatar digomma, assolutamente, anche perchè bisogna considerare che la musica, il gusto musicale, sono anche legati al vissuto di una persona, così come lo è la musica stessa in quanto opera d'arte.

i Nirvana, per dire, se fossero usciti qualche anno dopo o qualche anno prima con buone probabilità non avrebbero avuto quel rilievo, perchè erano la risposta musicale ad una situazione sociale e politica, così come tutto.

i Joy Division stessa cosa, sono stati la voce di un periodo socialmente difficile, in coda agli anni 70, anticipando tutte le tematiche che hanno caratterizzato il punk, la new wave e la musica di quegli anni.

scherzavo ieri ascoltando "Take On Me" degli a-Ha in versione acustica, fatta dal vivo da loro qualche tempo fa: quel brano, nell'arrangiamento originale, è allegro, divertente, seppure il testo non lo è mai; suonata con un tempo diverso, con un arrangiamento diverso, diventa "la canzone più triste del mondo".

vedo i ragazzi di oggi che non apprezzano "Mad World", dei Tears for fear, in versione originale, perchè la associano alla cover di Gary Jules, fatta lenta lenta al pianoforte, molto più "depressa".

quel che mi è venuto da commentare è che ogni canzone anni 80, se arrangiata e suonata "lenta", diventa la canzone più triste del mondo  

il periodo era quello, la situazione sociale e politica era così, divideva il mondo, e la musica ne era uno specchio.

è chiaro che anche il vissuto dell'ascoltatore influenzi tutto, perchè gli stati d'animo che crea la musica combaciano con i propri, e si empatizza.

io capisco meglio questi artisti oggi rispetto a quando ero adolescente, ad esempio, perchè ai tempi ero l'adolescente incazzato che si trovava nel rock, nel metal, in queste robe qua; non potevo capire ed empatizzare con un pezzo come "She's lost control" dei Joy Division.

oggi se mi ascolto "you shook me all nite long" dico che è un pezzo divertente, siamo al livello dei Prophilax come testo, mentre un brano come quello dei JD mi strugge.

sto capendo Rino Gaetano solo oggi, perchè riesco a capire i riferimenti nei suoi testi, che magari prima mi sfuggivano.

è questione di empatia, di vissuto.

io credo, per tornare in topic, che lo stesso valga con gli strumenti: spesso associamo gli strumenti a personaggi, ad un vissuto, ed anche l'andare a cercare un basso "vintage", magari legato a qualche periodo particolare, dipende da questo.

difficilmente vedremo quello che vuole suonare metal andarsi a cercare un vecchio Eko semiacustico degli anni 60, mentre il gruppo indie italiano di oggi vuole quello (ed infatti chessò, il bassista di Giorgio Poi, prodotto della Bombadischi, usa dei vecchi Eko con le corde lisce, plettrati e con effetti tipo flanger).

il BC Rich con gli spunzoni non lo vedi sul palco di un artista pop, ma ci vedi il Fender o il basso di liuteria elegante.

quello che cerca il basso vintage "per forza" probabilmente ha delle idee in testa che gli dicono così.

un mio amico invece ripudia gli strumenti vecchi, e preferisce comprarli più recenti possibile.  

Citazione:
secondo me un musicista è realmente completo quando suona e ascolta tutto....


non sono d'accordo in toto; per me è bene ascoltare tutto, ma "suonare tutto" spesso porta solo a non essere specializzati in nulla.
anche per fare le fondamentali in ottavi fatte bene serve l'attitudine giusta, e spesso musicisti "completi" non ce l'hanno, e l'esecuzione è meno efficace.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Pier_ ha scritto: [Visualizza Messaggio]


i Nirvana, per dire, se fossero usciti qualche anno dopo o qualche anno prima con buone probabilità non avrebbero avuto quel rilievo, perchè erano la risposta musicale ad una situazione sociale e politica, così come tutto.

i Joy Division stessa cosa, sono stati la voce di un periodo socialmente difficile, in coda agli anni 70, anticipando tutte le tematiche che hanno caratterizzato il punk, la new wave e la musica di quegli anni.
il BC Rich con gli spunzoni non lo vedi sul palco di un artista pop, ma ci vedi il Fender o il basso di liuteria elegante.
quello che cerca il basso vintage "per forza" probabilmente ha delle idee in testa che gli dicono così.
un mio amico invece ripudia gli strumenti vecchi, e preferisce comprarli più recenti possibile.  

Citazione:
secondo me un musicista è realmente completo quando suona e ascolta tutto....


non sono d'accordo in toto; per me è bene ascoltare tutto, ma "suonare tutto" spesso porta solo a non essere specializzati in nulla.
anche per fare le fondamentali in ottavi fatte bene serve l'attitudine giusta, e spesso musicisti "completi" non ce l'hanno, e l'esecuzione è meno efficace.


Nò non mi trovi totalmente d'accordo. Tu parti giustamente da un punto di vista sueriore a quello della maggioranza dei suonatoriossia cultura teorica e pratica data dal conservatorio, passione, cultura tecnica data dalla curiosità.
Di quelli che hai citato manco mezzi sapevano la metà di quello che sai tu, eppure hanno avuto fortuna...., in cui per sua stessa ammissione il bassista di uno di questi gruppi prese un basso yamaha in un negozio di strumenti perchè pensava fosse simile alla chitarra e suonò quello come una chitarra, ad esempio e diventò iconico.
Ma oggi con Ian Curtis ancora vivo che gruppo sarebbero i Joy? Stesso vale per i Nirvana ovvio, ma anche molti altri.
Per questo dico ai non diplomati come me di ascoltare e di suonare un pò di tutto ovvio nei limiti della propria tecnica e del proprio gusto, perchè spesso ci si accorge che, volenti o nolenti accade qualcosa in un periodo della vita di chiunque in cui tutto quadra e se si scrivono e suonano canzoni in questo momento d'estasi tutto può accadere indipendentemente dalla preparazione di base così come accadde a Curtis e compagni, ai Nirvana, ai Cranberries con Zombie.....
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: 1969 Contro 2019 
 
Pier_ ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar digomma,  ogni canzone anni 80, se arrangiata e suonata "lenta", diventa la canzone più triste del mondo  
        Effettivamente sto immaginandomi una versione arrangiata così di Final Countdown    ...     Dato che gli astronauti del testo non sono sicuri se torneranno o meno sulla Terra, han poco da stare allegri...      

[/quote]  ...io capisco meglio questi artisti oggi rispetto a quando ero adolescente, ad esempio, perchè ai tempi ero l'adolescente incazzato che si trovava nel rock, nel metal, in queste robe qua [/quote]                                                                                                                                                                                 No, devo dire che nel caso mio non è che mi sia appassionato al metal/hard rock perché ero particolarmente incazzato, o ribelle... da quindicenne non è che lo fossi... lo sono diventato col passare degli anni, semmai     ... più che altro mi ha fatto una buona impressione il fatto che i testi non fossero le solite banalità allegrotte da San Remo o Festivalbar e compagnia cantante, invece qui c'erano citazioni dalla mitologia, testi che parlavano di battaglie, o dei bikers, un po' di soprannaturale, etc... poi, la musica aveva un grande impatto, diciamo così... gli strumentisti non facevano solo da tappeto alla voce, c'erano tanti assoli di chitarra... in più, pure il look dei suonatori... io, che da sempre gradivo i capelli lunghi (infatti ho cominciato di lì a poco a lasciarli crescere, e ancora ci son tutti     ) ... insomma tutto l'insieme, il pacchetto completo, diciamo   ...  , inoltre, avendo già due fratelli assai più grandi, che avevano iniziato a comprare dischi da quando ero nato, quasi tutti di genere Prog- Hard Rock-Metal... poteva andarmi peggio, a conti fatti...                       Salve a tutti!
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di digomma il Dom 13 Ott, 2019 19:29, modificato 2 volte in totale 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 2 di 4
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 
NascondiArgomenti Simili
Argomento Autore Forum Risposte Ultimo Messaggio
No Nuovi Messaggi MARKBASS ..... Pareri Pro/contro giulmatt Ampli&Co. 145 Mer 13 Nov, 2013 11:46 Leggi gli ultimi Messaggi
ManuManu
No Nuovi Messaggi Roscoe BeckV -contro- GL TributeV Human Poker Bassi&Co. 5 Lun 15 Mag, 2006 11:48 Leggi gli ultimi Messaggi
Nigano
No Nuovi Messaggi Amplificazione Testa-cassa: SWR contro AMPEG Erik Ampli&Co. 18 Gio 08 Mar, 2007 12:50 Leggi gli ultimi Messaggi
marcinkus
Quest'Argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i Messaggi. Blackout del forum contro SOPA e PIPA ganesh Novità e Annunci 44 Sab 21 Gen, 2012 10:11 Leggi gli ultimi Messaggi
ganesh
No Nuovi Messaggi Nuovi Gibson Per Il 2019 Duellist Bassi&Co. 23 Mar 22 Gen, 2019 16:05 Leggi gli ultimi Messaggi
Pier_
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario