Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
Prese Industriali
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Prese Industriali 
 
Non mi sono mai trovato ad avere a che fare con una presa industriale, perchè quando mi sono trovato con una presa industriale sul palco, o c'era il service, o c'era qualcuno più esperto di me.

Però vorrei fare un po' di chiarezza. Di sicuro servirà ad altri bassisti che prima o poi si troveranno ad avere a che fare con il quadro con presa industriale.

Ho capito che ci sono quelle blu (220 V) e quelle rosse (400 V).

Se mi trovo con la presa industriale blu, è sufficiente attaccare un adattatore per trovarsi con una presa italiana 10-16 A o schuko? Poi da queste prese attacco le varie prolunghe ed ho risolto il problema?
Se così fosse, il problema si risolve facilmente con un adattatore da 10 euro.
https://www.amazon.IT/gp/product/B0...2PNWYJU7H&psc=1

Però se mi trovo con la presa industriale rossa, come mi comporto? Ho bisogno di un aggeggio costoso per portare la tensione a 220 V?
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di Fenderissimo il Lun 18 Giu, 2018 21:29, modificato 1 volta in totale 
Fenderissimo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
avatar Fenderissimo, nel primo caso la risposta è si. Con una presa industriale a 220 ti basta un semplice adattatore industriale-civile e puoi collegare quello che ti serve usare a 220.
Mentre con la 380 lascia stare.
Ma scusa perchè dovresti trovarti con la sola tripolare (380)?
 




Io uso: solo le dita

____________________
Non conosco niente della musica. Ma per quello che faccio io non è assolutamente necessario. (Elvis Presley)

Ho la tastira rtta...
 
OnzoG-onzo Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
OnzoG-onzo ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Ma scusa perchè dovresti trovarti con la sola tripolare (380)?


Perchè con gli organizzatori capita di tutto, sia la corrente da prendere al bar con una prolunga da 50 metri, sia qualche quadro improbabile sul palco.

Spesso ho visto sul palco i quadri con le prese industriali da 220 o 380, ma ora non ricordo se in qualche caso c'era solo la presa da 380.
Di norma si trovano sempre 380 e 220 sul quadro? Se la 220 c'è sempre, il problema non si pone.

Poi se c'è un service il problema non si pone perchè ha l'attrezzatura. Però io non sono pronto ad affrontare situazioni tipo corrente da prendere a 50 metri o corrente da prendere dalla presa industriale rossa.
 




Io uso: solo le dita
 
Fenderissimo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
Ok il primo caso, ho risolto come te.
Per il secondo evito, non voglio fare danni!  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Enter Cuk's Site!
 
Cuk Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
avatar Fenderissimo, onestamente mi sembra una preoccupazione un po' eccessiva, ma se proprio vuoi stare sul sicuro ti serve qualcosa di simile a questo:

https://www.matteoda.IT/quadri-elet...80v-p-5988.html

Prelevi la 380 da una qualsiasi presa industriale e hai sul tuo quadro le prese a 220 V che comunque sono sempre protette da un differenziale magneto-termico da 25A (che evita molti danni e/o complicazioni). Questo è esattamente quello che spesso usano i services ... Attenzione: non c'è garanzia che il quadro funzioni sempre in tutte le situazioni, perchè usando solo la 220V il carico va tutto su di una sola fase della 380 e alcune linee di 380 non reggono sbilanciamenti eccessivi su di una fase sola: ho trovato casi nei quali anche solo un assorbimento di mezzo KW sulla 220 (un sola fase) faceva saltare la linea 380 di ingresso.
Comunque, nella maggior parte degli impianti industriali un quadro ben fatto funziona in modo dignitoso ...

La corrente che preleverai da questo quadro, anche se ridotta a 220V, rimane una "corrente industriale" quindi potenzialmente "sporca", cosa che rende possibili (ma non automatici !) fruscii e rumori un po' invadenti dovuti all'alimentazione ... ma, almeno nella mia esperienza, spesso vedo che la 220 V fornita direttamente dalla rete non è che sia poi molto meglio ...  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
E' assolutamente vietato prendersi troppo sul serio
 
Ultima modifica di Maxer il Mar 19 Giu, 2018 12:08, modificato 2 volte in totale 
Maxer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
OK grazie delle informazioni.

Maxer ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar Fenderissimo, onestamente mi sembra una preoccupazione un po' eccessiva, ma se proprio vuoi stare sul sicuro ti serve qualcosa di simile a questo:

https://www.matteoda.IT/quadri-elet...80v-p-5988.html


Diciamo che, per una serata, dobbiamo essere pronti a tutto, ma non proprio tutto. Se mi presento su un palco con le casse e dicendo che per service e luci ci penso io, devo avere quel quadro. Ma non mi trovo mai in questa situazione.

Per la presa industriale blu, posso affrontare la spesa.
 




Io uso: solo le dita
 
Fenderissimo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
Il "problema" è che le prese "rosse" a 380 volt, non sono tutte dello stesso tipo.... potresti per esempio a volte trovare delle 63 Ampere (raramemente....ma a me è capitato.... ), a volte delle 32 Ampere (più facilmente), a volte delle 16 Ampere, tutte a 380 volt ma con dimensioni e attacco diversi.
Mentre le prese "blu" a 220 volt, possono essere a 16 Ampere o 32 Ampere, anche qui con dimensione e attacco diversi.
Ci sono in commercio distributori di potenza per adattare i vari tipi di attacchi.
Questo per esmpio ha una 63A in entrata, 2 da 32A e 2 da 16A in uscita, sempre "rosse" a 380v.
Link
Poi con altro adattatore come questo Link vai da una 16A a delle normali prese shuko.

Qui trovi tutti i distributori in vendita da Thomann Link
 




Io uso: plettro e dita

____________________
E' FINITO IL FESTIVAL! canta FabioFender, Ornago 16 luglio 2000
 
AuaAua Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
Va bene essere pronti a tutto, ma piuttosto che mettere le mani in qualcosa di cui non si è sicuri secondo me è meglio fare la richiesta della 220 sul posto agli organizzatori.  Almeno io per evitare problemi preferisco così!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Enter Cuk's Site!
 
Cuk Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
Cuk, siamo d'accordo. Se gli organizzatori mi dicono "tranquillo, per la corrente non ci sono problemi" e poi mi trovo la presa industriale da 380 V, faccio risolvere a loro o me ne torno a casa
Potrei fare storie anche per la corrente da prendere a 50 metri di distanza.

Però non possiamo fare storie se il quadro è a 10 metri. OK che la corrente dovrebbe essere sul posto, ma una prolunga da 10 metri d'emergenza potremmo portarcela.
Stessa cosa per la presa industriale: forse per la 220 V ci possiamo organizzare.
 




Io uso: solo le dita
 
Fenderissimo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
ha ragione avatar AuaAua, io non avevo considerato i vari amperaggi e le possibili varianti, ma sulle prese industriali a 380 V quelle a 16 e a 63 A sinceramente sono davvero rare (magari sono stato solo fortunato, ma con la 32 A me la sono sempre cavata).

Piuttosto rispetto agli esempi che Corrado ha postato io starei attento a non prelevare mai la 220 da una sola fase della 380 senza prima proteggere tutto il circuito a 220 con un differenziale magneto-termico. A volte si trovano quadri fatti al risparmio o in modo un po' "casalingo": in questi casi, senza la protezione magneto-termica, basta un contatto accidentale o un errore di connessione che in un amen si frigge completamente tutto quello che si trova sulla linea 220 (... senza contare il pericolo per l'incolumità delle persone !)

La 380 non è uno scherzo da maneggiare per cui io l'interruttorino non me lo farei mai mancare, costa poco e può salvare molto (... anche la vita !).
 




Io uso: plettro e dita

____________________
E' assolutamente vietato prendersi troppo sul serio
 
Maxer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
Fenderissimo, ovviamente “sul posto” è relativo, anzi, più spesso sarebbe corretto dire “nei paraggi”!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Enter Cuk's Site!
 
Cuk Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Prese Industriali 
 
Maxer ha scritto: [Visualizza Messaggio]
ha ragione avatar AuaAua,
La 380 non è uno scherzo da maneggiare per cui io l'interruttorino non me lo farei mai mancare, costa poco e può salvare molto (... anche la vita !).


Giustissimo!  L'errore è sempre dietro l'angolo!  Pochi mesi fa un service professionale ha dovuto cablare un palco medio grande, in provicia di Venezia, a tutta velocità per problemi organizzativi della manifestazione.
La 380 volt veniva prelevata da connettori a 63 A, da cui i tecnici, combinando le fasi, si sono ricavati le varie ucite a 200 volt.
Non so cosa sia successo....distrazione, fretta, ragazzi giovani o inesperti assegnati al cablaggio elettrico.... hanno sbaglato le fasi e fritto tutto l'impianto (teste attive, sub attivi, etc.)!!!
Danni per decine di migliaia di euro....
Senza contare i rischi di folgorazione per chi ci lavora intorno....
 




Io uso: plettro e dita

____________________
E' FINITO IL FESTIVAL! canta FabioFender, Ornago 16 luglio 2000
 
AuaAua Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario