Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 2 di 2
Vai a Precedente  1, 2
 
Scelta Basso "moderno"
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Spaccher ha scritto:  

Harley benton (uno qualsiasi)
ibanez / cort (a4)
Eko mm300
YAMAHA BB
Sire 1 generazione.


concordo, ma perchè quel "1a generazione"? per il budget forse?
 




Io uso: plettro e dita
 
tonszerilla Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar 3ene, un cort B5 su mercatino costa circa 300€, è un basso valido, attivo/passivo, con pickup decenti e una quinta corda non morta. L'oggetto è assolutamente meritevole per la cifra richiesta. Si ottiene quello che si paga comunque, anche nei validissimi harley benton. Non si puo' sperare di avere una definizione, una sonorità e una costruzione di alto livello se ci si fissa un budget sotto i 300€, sopratutto quando si cerca un 5 corde, un elettronica attiva, una bella estetica, legni di un certo tipo. Ricordiamoci poi che comprare male fa perdere tempo e denaro...
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di ally il Ven 10 Gen, 2020 11:35, modificato 1 volta in totale 
ally Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
considera anche ESP LTD
io ho un B-405 (neckthru, pick-up HH EMG) preso nuovo un 15 anni fa circa.
semplicemente nessun difetto
 




 
duiliobelrtramo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar mromag, per me, dopo il famoso post sul confronto tra MEC ed EMG, i discorsi sul "suono dei pickup" hanno preso una piega molto diversa  

spiego:

topic su un basso Warwick, l'autore e neo-possessore del basso decide di cambiare pickup ed elettronica passando dai bistrattati MEC (prodotti da Warwick stessa per i suoi bassi) agli osannatissimi EMG, che a detta di tutti sono i pickup migliori per i Warwick, mentre i MEC sono considerati sempre porcherie.

l'autore è un forumista serio e registra dei sample "prima" e "dopo" alle medesime condizioni.

il pubblico del Forum tira fuori commenti del tipo "riconosco nel sample 2 il tipico ruggito delle medie degli EMG, sono sicuramente quelli" ed altre affermazioni da sommelier.

risultato? quasi tutti quelli che si sono esposti hanno sbagliato, soprattutto quando commentavano i dettagli, e quel "tipico ruggito delle medie degli EMG" in realtà erano i MEC (pickup per altro ottimi).

questa cosa mi ha insegnato che quando parliamo di qualità dei pickup, di elettroniche bistrattate ecc.. spesso parliamo più per sentito dire o senza un riscontro reale.

se non suonano come vogliamo, spesso non è colpa dell'elettronica, ma del fatto che non è lo strumento che ci serve.

come quelli che comprano il Jazz '64 Custom Shop reissue con pot concentrici e poi si lamentano se il suono non è sferragliante e brillantissimo, e dicono che i CS fanno schifo (ci sono più topic in cui succede...)  

___

io ad esempio ho cambiato i pickup del mio Harley Benton Jazz anni fa, ho messo gli EMG perchè mi piacevano e perchè detesto i rumori di massa (gli EMG sono totalmente silenziosi), ma avrei potuto benissimo non cambiare nulla, perchè a livello di suono non sono passato "dal giorno alla notte", e per certi versi i pickup di serie suonavano benissimo, e mi avevano accompagnato già per due anni di concerti.

non metto in dubbio che ci siano differenze di qualità tra pickup e pickup, ma onestamente metto in dubbio che l'utente medio e soprattutto il bassista nel mix di gruppo possa davvero sentirle.

poi chiaro, ci sono elettronica assurde che tocchi il potenziometro e ti trovi +25db di una frequenza, ma onestamente non mi sono capitati spesso.
tra Cort, Yamaha, Ibanez, Harley Benton ecc... non ho mai trovato elettronica così tanto schifose da necessitare cambi, anzi...

PS: in tutto ciò non ho capito il budget effettivo cui fare riferimento per questo topic...
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Ultima modifica di Pier_ il Ven 10 Gen, 2020 13:01, modificato 1 volta in totale 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar Pier_, è da sempre che ripeto che i samples lasciano il tempo che trovano.
Come ho scritto sopra con un mixaggio sgamato sono riusciti ad omogeneizzare (che brutta parola) il suono del mio jazz e dell'ibanez.
Live, però non ci sarebbero state scappatoie.
Se avessi registrato dei samples col clone prima del cambio PUs sicuramente ci avrei tirato fuori dei bei suoni. Ma i Bartolini live gli danno 3-4 piste e come li splitti non c'è verso che suonino male.
Quando ho messo i CS al jazz nessuno si è accorto della differenza.
Io posso dirti che hanno perso mordente al ponte ma guadagnato liricità al manico. Ma nessun samples renderebbe l'idea. Il risultato maggiore è stato che al manico non mi ha cambiato tanto ma ora utilizzi molto di più lo sbilanciamento al manico. E non è poco.


In un Forum è difficile far capire una differenza constatabile solo con lo strumento in mano e in condizioni di sfruttare upgrade.
 




Io uso: plettro e dita
 
Jacker Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar Jacker, live? che genere di live? i fattori che incidono nel suono in contesto live sono tantissimi, a mio avviso è molto piu' semplice far uscire la personalità di uno strumento, come pure stravolgerla, durante la fase di registrazione che in un concerto...
 




Io uso: plettro e dita
 
ally Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar Jacker, in ul altra  famosa discussione  ho  sostenuto strenuamente e  con dati certi il fatto che su disco, in  uno studio di registrazione appena serio,   il  mio ( proprio  il  mio economico ) basso 30 anni fa   lo facevano suonare come  volevano alla faccia di tasiere in acero  o palissandro,  manico  così o colà
 pickup alle terre rare  assemblati  in atmosfera extra terrestre  e sofisticherie  varie  di tante orecchie  super  bioniche.

poi in  un blind  test sullo stesso strumento suonato dallo stesso bassista ecco che tra EMG e  MEC  ehhhhhh :-)



Pier_ ha scritto:  

non metto in dubbio che ci siano differenze di qualità tra pickup e pickup, ma onestamente metto in dubbio che l'utente medio e soprattutto il bassista nel mix di gruppo possa davvero sentirle.

..



posso essere d'accordo?
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di maceric il Ven 10 Gen, 2020 14:12, modificato 1 volta in totale 
maceric Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Comunque ragazzi, scusate ma io non chiesto niente riguardo ad upgrade o ampli o elettroniche... io volevo semplicemente dei consigli sull'acquisto di un basso attivo perché mi è presa una certa GAS di avere qualcosa di completamente opposto ai suoni e alle configurazioni vintage... per esempio mi manca un suono da humbucker o soapbar.
Per esempio la quinta corda per me non è affatto indispensabile, sono affezionato al 4 corde...e non ho mai neanche avuto un 5

Pier_ ha scritto:  
avatar mromag,
PS: in tutto ciò non ho capito il budget effettivo cui fare riferimento per questo topic...

Ho aggiornato il primo post aggiungendo un tetto di 300€ (il cort B4 di di cui parlavo sta a circa 500€ nuovo)
 




Io uso: solo le dita
 
3ene Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar 3ene,  ecco  il basso che fa per te!    

https://www.mercatinomusicale.com/m..._id6434249.html






PS scherzo ( e manco tanto se costasse meno)
 




Io uso: solo le dita
 
maceric Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar 3ene, eh certo! io mi riferivo al fatto che è inutile star lì a questionare sulla qualità di pickup ed elettronica su bassi da 200€, tanto se non si è molto molto navigati non si sentono nemmeno quelle tra 100 e 1000.

PS: con 300€ USATO il Cort B4 lo trovi. tu l'usato lo prendi in considerazione o vuoi andare solo sul nuovo?

avatar maceric, e che no?  

avatar Jacker, io son dell'idea che il sample permetta di farsi un'idea, soprattutto di differenze a livello puramente "scientifico".
se io registro tre tracce con lo stesso basso e tre corde diverse sento le differenze, indipendentemente da tutto, a livello di spettro sonoro, perchè si spostano diversi decibel di equalizzazione.

quelle caratteristiche so che le ritroverò quando andrò a registrare in studio o a suonare dal vivo, anche in rapporto poi all'amplificatore o l'impianto.

sul discorso live/registrazione, la penso esattamente al contrario. dal vivo vado a suonare con qualsiasi cosa capiti, in contesti diversi e con gruppi diversi, e tutto "suona bene" ed alla fine si sente, perchè tanto c'è il fonico che decide fuori cosa si deve sentire.

quando vado a registrare invece in genere mi mandano in diretta nel banco, quindi col suono più neutro possibile, e di conseguenza ogni sfumatura è evidente (anche se poi nel missaggio si "mescola" con il resto degli strumenti).

scelgo i bassi a seconda del brano che devo registrare, a seconda del gruppo...

poi dal vivo vado con quello che trovo più comodo, perchè tante cose si perdono del tutto.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Pier_ ha scritto:  
avatar mromag, per me, dopo il famoso post sul confronto tra MEC ed EMG, i discorsi sul "suono dei pickup" hanno preso una piega molto diversa  

............



Sono d'accordo,  la mia non voleva essere una critica ai Roswell, che comunque mi soddisfano parecchio.
Se solo 30 anni fa avessi avuto uno strumento simile ad un costo così irrisorio......certo non avrei suonato con chitarre di 'cartapesta'  

OT. Come si evidenzia lo user nella risposta ?
 




Io uso: plettro e dita
 
mromag Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Pier_ ha scritto:  
avatar 3ene, eh certo! io mi riferivo al fatto che è inutile star lì a questionare sulla qualità di pickup ed elettronica su bassi da 200€, tanto se non si è molto molto navigati non si sentono nemmeno quelle tra 100 e 1000.

PS: con 300€ USATO il Cort B4 lo trovi. tu l'usato lo prendi in considerazione o vuoi andare solo sul nuovo?



La penso esattamente come te...e non so nemmeno se mi piacerà il basso attivo, beh per il discorso nuovo o usato il modello che esteticamente mi piace di più è questo:
https://m.thomann.de/IT/cort_b4_plu...ghoCzj0QAvD_BwE

Per tutto, tastiera, colorazione e, credo, anche rapporto qualità/prezzo... ma usato al momento non lo trovo
 




Io uso: solo le dita
 
3ene Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar Pier_, avatar maceric, però abbiate pazienza... i legni suonano tutti uguali, i pickup suonano tutti uguali... secondo voi l'unica differenza di suono percepibile fra due strumenti è la posizione del pickup?
È chiaro che si parli di sfumature e non di differenze enormi, ma ci sono e si sentono se si ha l'orecchio un po' allenato. E per fare musica, a mio modestissimo parere, allenare l'orecchio dovrebbe essere un filino più importante che allenare le dita.

(Detto questo, a me i MEC piacciono un botto)
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Canzone di oggi
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
ally ha scritto:  
live? che genere di live

Letteralmente di tutto.

ally ha scritto:  
è molto piu' semplice far uscire la personalità di uno strumento, come pure stravolgerla, durante la fase di registrazione che in un concerto...

e
Pier_ ha scritto:  

sul discorso live/registrazione, la penso esattamente al contrario. dal vivo vado a suonare con qualsiasi cosa capiti, in contesti diversi e con gruppi diversi, e tutto "suona bene" ed alla fine si sente, perchè tanto c'è il fonico che decide fuori cosa si deve sentire.

Assolutismi a iosa che sanno tanto di luoghi comuni.
E come tali ne dico uno subito. Potrei suonare tranquillamente tutto con un basso solo ma il jazzbass rende molto meglio in contesti più pieni con tanti strumenti. E' più medioso e anche se suono con degli ottoni riesco ad avere le mie frequenze senza che nessuno mi rompa le balle e senza che io rompa le balle a nessuno. Idem se mi ritrovo a suonare con più chitarristi in ambito rock.
Lo Stingray (giusto per citare i due bassi più conosciuti) lo prediligo generalmente se non ho mai suonato con tal fonico oppure se suono in contesti con meno strumenti perché mi permette di avere un suono più "ciccio" e se mi ritrovo ad accompagnare solo durante un solo di chitarra ha un suono meno "vuoto".
Se ho bisogno di sonorità specifiche tipo il fretless mi porto il fretless perché non penso che, bravo o meno, il fonico riesca a modificarmi il suono come vuole. Ho più strumenti perché hanno voci diverse. Potrei far tutto con uno ma non vedo perché privarmi di questo piacere.


Pier_ ha scritto:  

quando vado a registrare invece in genere mi mandano in diretta nel banco, quindi col suono più neutro possibile, e di conseguenza ogni sfumatura è evidente (anche se poi nel missaggio si "mescola" con il resto degli strumenti).

scelgo i bassi a seconda del brano che devo registrare, a seconda del gruppo...

Se mi chiamano a registrare non sono MAI io quello che paga.
Se mi pagano faccio scegliere a chi mi paga.
Se non mi pagano al 90% vado di musicman che son tutti contenti.

...sarà per questo che a voi fanno sempre i complimenti per il vostro suono, anche se poi siete i primi a dire che la gente non capisce niente delle differenze di suono.
Sono invidioso, non posso nasconderlo.

3ene ha scritto:  
Comunque ragazzi, scusate ma io non chiesto niente riguardo ad upgrade o ampli o elettroniche... io volevo semplicemente dei consigli sull'acquisto di un basso attivo perché mi è presa una certa GAS di avere qualcosa di completamente opposto ai suoni e alle configurazioni vintage... per esempio mi manca un suono da humbucker o soapbar.

Semplicemente non avresti un alternativa valida perché le componentistiche decenti per avere un basso che tu definisci moderno non rientrano in tale cifra.
Penseresti "ah ok, suono interessante ma tutto sommato mi trovo meglio con i bassi vintage".
Che è quello che alla fin fine pensano tutti e conseguentemente fa la fortuna dei bassi "semplici" fender style.
 




Io uso: plettro e dita
 
Jacker Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Jacker ha scritto:  

Assolutismi a iosa che sanno tanto di luoghi comuni.
E come tali ne dico uno subito. Potrei suonare tranquillamente tutto con un basso solo ma il jazzbass rende molto meglio in contesti più pieni con tanti strumenti. E' più medioso e anche se suono con degli ottoni riesco ad avere le mie frequenze senza che nessuno mi rompa le balle e senza che io rompa le balle a nessuno. Idem se mi ritrovo a suonare con più chitarristi in ambito rock.
Lo Stingray (giusto per citare i due bassi più conosciuti) lo prediligo generalmente se non ho mai suonato con tal fonico oppure se suono in contesti con meno strumenti perché mi permette di avere un suono più "ciccio" e se mi ritrovo ad accompagnare solo durante un solo di chitarra ha un suono meno "vuoto".
Se ho bisogno di sonorità specifiche tipo il fretless mi porto il fretless perché non penso che, bravo o meno, il fonico riesca a modificarmi il suono come vuole. Ho più strumenti perché hanno voci diverse. Potrei far tutto con uno ma non vedo perché privarmi di questo piacere.


non è un luogo comune, In contesti live il suono che decidi tu resta sul palco, al resto ci pensa il fonico. E quando ti ritrovi a suonare con 9/10 componenti, e ci sono strumenti come violini, violoncelli, clarinetti o strumenti tradizionali, il fonico si dedica a questi non certo a perdere dieci minuti ad euqalizzare il suono del tuo basso. Per me suonare con il jazz o il cort b5 cambia veramente poco. Non uso ampli ma preamp/DI diretta nel mixer, zero effetti, zero ampli. Alcune sere il suono è ok, altre sere è discutibile, al soundcheck puo' suonare stupendo e poi dimostrarsi un disastro durante il live vero e proprio. My 2 cents...
 




Io uso: plettro e dita
 
ally Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar ally, appunto perché il fonico generalmente dedica poco tempo al basso che avere lo strumento più ponderato al contesto rispetto ad una registrazione in cui poi si può modificare abbastanza facilmente il tutto (in, come ho fatto l'esempio riescono a far suonar uguali un jazzbass e un ibanez attivo)
Poi boh, pare che tutti i fonici con i quali abbiate a che fare voi siano incompetenti. Sarò fortunato io, che devo dire.
O più che altro se hai un suono di cacca live te lo incarti ma è più facile incolpare il fonico.
 




Io uso: plettro e dita
 
Jacker Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar 3ene, è chiaro che hai trovato il tuo basso moderno col Cort a 499 euro tutto bello nuovo...sono solo duecento euro in più del budget....se hai un lavoro fisso non dovrebbero essere un problema...
 




Io uso: solo le dita
 
alberto dm Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
3ene ha scritto:  


Per tutto, tastiera, colorazione e, credo, anche rapporto qualità/prezzo... ma usato al momento non lo trovo


penso che questo (come colorazione) sia proprio molto recente. Bello.
 




Io uso: solo le dita
 
SlowFlyer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Si almeno esteticamente è molto bello!
Anche la tastiera roasted è una figata.
 




Io uso: solo le dita
 
3ene Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
3ene ha scritto:  
Si almeno esteticamente è molto bello!
Anche la tastiera roasted è una figata.


Occhio di pernice tra l'altro....
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
È deciso allora!
Appena riesco a prenderlo farò una piccola recensione.
 




Io uso: solo le dita
 
3ene Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
avatar Fu-V, no no, io dico proprio questo, cioè che i più non si accorgono delle differenze, ed anche quando le sostengono animatamente, poi non le distinguono davvero, e parlano per luoghi comuni.

e l'esempio per me è quel bellissimo post pieno di sommelier di pickup, che sentono "chiaramente" il suono degli EMG, e poi sono i MEC, e magari son quelli che cambiano pickup prima di avere il basso in mano.

se è per questo io sono uno dei grandi sostenitori della giusta scelta di corde   sul piccolo Mustang che sto usando ora ho fatto girare cinque mute diverse prima di arrivare a quella "giusta".

con corde diverse si sposta tanto l'equalizzazione, perchè aumentano o diminuiscono i decibel su diverse frequenze, quindi spesso è addirittura più evidente del cambio di pickup.

Citazione:
...sarà per questo che a voi fanno sempre i complimenti per il vostro suono, anche se poi siete i primi a dire che la gente non capisce niente delle differenze di suono.
Sono invidioso, non posso nasconderlo.


non ho assolutamente capito questo passaggio  

Citazione:
Assolutismi a iosa che sanno tanto di luoghi comuni.


che te devo dì, qua a Roma è così   trovare un fonico bravo nei locali è oro colato, e con una band infatti ci portiamo il nostro, che è diplomato e lo fa di mestiere.

la maggior parte dei locali ha il fonico "improvvisato" o quello che sa cosa è un mixer, poi si ferma là.

sopra Roma non mi è capitato spesso di suonare, al massimo sotto, e non ho trovato situazioni migliori, anzi...

Citazione:
Potrei suonare tranquillamente tutto con un basso solo ma il jazzbass rende molto meglio in contesti più pieni con tanti strumenti. E' più medioso e anche se suono con degli ottoni riesco ad avere le mie frequenze senza che nessuno mi rompa le balle e senza che io rompa le balle a nessuno. Idem se mi ritrovo a suonare con più chitarristi in ambito rock.


giusto per capire quanto questo sia soggettivo, io nella big band con 20 fiati, quattro voci e sezione ritmica di 6 elementi trovo molto più funzionale un basso tipo Precision ed in genere con corde lisce, rispetto al Jazz.

il '74 che ho infatti rende malissimo in quel contesto, e non funziona mai bene dal vivo.
ho portato dal vivo il Mustang acerbo, con cui avevo fatto solo una prova in sala, ed è andato molto molto meglio.

Citazione:
Ho più strumenti perché hanno voci diverse. Potrei far tutto con uno ma non vedo perché privarmi di questo piacere.


ecco, questo per me vale in studio, perchè ho possibilità di scelta e di offrire al brano la cosa migliore.

poi chiaro, io preferisco sempre portare lo strumenti che in linea teorica può funzionare meglio e facilitare il lavoro del fonico, il che è un discorso del tutto diverso.

nessuno dice che sia inutile al 100% fare selezione degli strumenti in ambito live, sarebbe stupido pensarlo.
semplicemente è più facile che dal vivo non "serva" fare questa selezione, perchè tra l'acustica pessima di molti locali, i fonici che non sono fonici e quant'altro alla fine il basso "fuori" viene fatto suonare nel modo più anonimo possibile.

per esempio io dal vivo faccio selezione quando suono all'aperto o in locali molto grandi e rinomati per l'acustica buona.

quando suono nei localacci di Roma piccoli, affollati, dove rimbomba pure un battito di mani, non mi aspetto di poter avere un suono di basso particolare, già è tanto se il basso si sente, in molti posti.

sono più facce della stessa medaglia, non suoniamo tutti a San Siro con il service personale ed il fonico che segue la tournee  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Jazz Bass AV74 Natural
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Scelta Basso "moderno" 
 
Io sono ancora meno fortunato perchè suoniamo con la nostra strumentazione in varie tipologie di locali e devo dire che con lo Yamaha A2 mi sono sempre presentato in modo soddisfacente con un suono anonimamente Jazz.

In contesti all'aperto il nostro impianto, che vorremmo upgradare, fa quello che può. Mentre in locali musicali ci si porta lo strumento e basta. Per questo ho sostituito un 100W stand Alone con un 45W piccolo e portatile con uscita DI perchèè più versatile.
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 2 di 2
Vai a Precedente  1, 2


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario