Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 3 di 4
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Fu-V ha scritto:  
miki68 ha scritto:  
in moltissimi casi il fonico equalizzava il basso enfatizzando le frequenze molto basse.


Annoso problema. Molti "fonici" tendono a relegare il basso in quel range di frequenze semplicemente per semplificarsi il lavoro, nel senso che così facendo lo strumento più bello del mondo non va ad agire nella zona di presenza delle chitarre, del rullante e delle voci rendendo più facile far uscire questi ultimi. Tanto il basso va sentito con la pancia, mica con le orecchie.
Maledetti.


Si evidentemente è vero, però il groove dei pezzi si azzera. Certo in molti casi i pezzi erano roccheggianti, ma senza un buon lavoro di basso e batteria, il pezzo non è coinvolgente. Certo i chitarristi e la voce devono stare sempre sopra, lo sappiamo, ma il tiro del pezzo è mancante. Forse anche i bassisti dovrebbero lavorare un po con i loro controlli anche perchè è inutile portarsi sul palco certi bassi dalle mille manopole poi lasciarli tutti aperti.
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di miki68 il Lun 19 Ago, 2019 12:09, modificato 1 volta in totale 
miki68 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
miki68 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
però il groove dei pezzi si azzera

Ma son d'accordo con te, eh! Semplicemente illustravo il ragionamento alla base di certe scelte.

miki68 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Certo i chitarristi e la voce devono stare sempre sopra

Non necessariamente.
Qualche anno fa andai a vedere in concerto una band new wave (che non nomino per disgusto umano nei confronti di uno di loro). Formazione con due chitarre, di cui una solista che però faceva solo un lavoro di coloritura dei pezzi: beh, il fonico la tenne a un livello inumano per tutta la serata. Pareva di essere al concerto di Steve Vai. Il fatto è che dovresti conoscere un minimo la materia su cui lavori: è inutile che fai un mix da metal se chi è sul palco non suona metal.

miki68 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Forse anche i bassisti dovrebbero lavorare un po con i loro controlli anche perchè è inutile portarsi sul palco certi bassi dalle mille manopole poi lasciarli tutti aperti.

Beh, senza sentire quello che arriva fuori non ha molto senso intervenire sul suono. Dovrebbe chiederlo il fonico, semmai. Ma se non lo fa...
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar Fu-V, io al sound check metto i bassi a manetta, taglio alti e medi senza dire un cazzo al fonico. Poi quando suono, dopo il primo pezzo, regolo a mio gusto, cambio i pick up, alzo e basso il volume..tanto di fonici che regolano bene il basso ci sono solo quelli che lo suonano, e quelli ti sgamano al primo “Bum” del sound check.
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Alessa', però ti prego, almeno tu... alte, basse e medie: "frequenze" è femminile, per dio!  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Vittorio, mi stupisci, Dio si scrive con la maiuscola ! Io ho un basso transgender, tigratissimo. Non ti permettere perchè si offende tantissimo e poi mi scende in piazza. Beati gli Inglesi che possono scrivere high, medium e low senza paura di essere crocefissi sulle assi della grammatica.

https://imgur.com/gallery/qGCW1nV

Ammetterai che fa sembrare il mio ex Stingray Cristiano Malgioglio Signature, sobrio come un jazz del 62.
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Alexce69 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Vittorio, mi stupisci, Dio si scrive con la maiuscola

La mia è una precisa scelta etico-religiosa.

Alexce69 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
https://imgur.com/gallery/qGCW1nV

Ammetterai che fa sembrare il mio ex Stingray Cristiano Malgioglio Signature, sobrio come un jazz del 62.

Non scherziamo, di fronte al Malgioglio si deve scansare proprio. Tzé, bastasse una venatura d'acero fiammato a eguagliarne l'inconfondibile stile...!

(E non t'offendere... l'ho scritto a te perché c'è più confidenza, ma è un errore diffusissimo  che mi fa rischiare l'ictus ogni volta che lo leggo! E poi oggi potrei fare la follia che sai, sono comprensibilmente agitato.)
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar Fu-V,
Credo perchè, nel gergo comune bassisti la parola “tono” viene spesso sostituita alla parola “frequenza”.
In questo caso il maschile è giustificato.
Cit:“Per tono puro intendiamo un suono nel quale tutta l’energia sonora è concentrata in una sola frequenza.”
In realtà hai ragione tu, frequenza è femminile e io dimostro, con questo strafalcione (insieme ad altri che ho scritto in altri post) la mia assoluta normalità.   

Vai sono solo soldi, nulla  di importante.
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Pier_ ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Citazione:
Circa il topic avrei poi altro da dire


avatar James_, dicci dicci, portiamo avanti il topic con nuove esperienze


Dunque, per quel che mi riguarda - suono da vari anni ma non sono un professionista che calca palchi 6 sere a settimana, nè un turnista - il fine ultimo è ovviamente essere "omogeneo" col gruppo/contesto.
Questo per me significa essere "giusto", dal punto di vista sonoro, dove devo andare a suonare...per dire, se devo suonare del rock classico di certo non mi presento con un basso attivo con mille pomelli e 6 corde (categorie che non sopporto, per inciso   )

E' un po' il motivo per il quale ho preso il Thunderbird, sebbene riconosca di aver fatto un passo azzardato del quale potrei pentirmi. Ho un gruppo dove mi serve un suono panciuto, bello pieno, passivo e ho ritenuto poco idoneo sia lo Stingray che il Jazz American Vintage 75.
Ho deciso di prendere un basso così particolare, mai posseduto invece del mio amato Precision (che avrei potuto usare anche negli altri 2 progetti che ho in piedi, un trio acustico soft e una big band disco-funk da una decina di elementi) e, per inciso, stanno già venendo fuori le magagne

Non condivido, però, il sacrificare in un qualche modo il gusto personale o la propria identità.
Nel gruppo più duraturo che ho avuto (una band di rock pesante con anche set acustico rock-blues, inediti e cover ri-arrangiate di conseguenza) usavo un P Classic 50 e un Warwick 5 corde (per necessità) e anche in altri eventi (tipo serate jam, a tema e non) ho sempre riscosso pareri positivi per il mio suono. Comune denominatore: il Precision, ne ho cambiati diversi ma sempre di quello si trattava.
Normalmente ho un suono piuttosto presente sulle medio-basse e dalla pasta "vintage", non tollero le equalizzazioni a V (anche perchè dal vivo si scomapre dal mix) e "suoni gommosi" tipo quelli che gli ampli Mark Bass, secondo me, danno.
Mi sembrano anche fin troppo diffusi, ne ho provati diversi e trovo che faccian suonare tutto uguale...molti dei bassisti che ho avuto modo di sentire (certo non Miller   ) aveano dei suoni gonfi, poco definiti e "anonimi" anche con strumenti come Stingray e Jazz - questo probabilmente è retaggio chitarristico, mi piace che un musicista sia riconoscibile anche dal suo suono, oltre che dal suo modo di suonare  

In questi anni ho cercato di trovare un suono "mio" piuttosto che la replica di un suono di un altro, o un suono "che piace ad altri" (perchè probabilmente non lavoro come turnista   ), e questo suono ci tengo ad averlo e usarlo, per quanto possibile.
Molte volte mi sono anche preso la briga di scendere dal palco durante il check per sentire cosa usciva, dei fonici da canetta ne ho trovati e non ho esitato a "far loro presente le mie perplessità"  

Spero che sto papiro abbia un minimo di senso...ovviamente sono i miei .02 cents  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Rick
 
James_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Oddio..lo Stingray poco idoneo dove serve un suono bello pieno e panciuto mi giunge come una novità assoluta .
Io di Mark bass ne ho avuti 4 e tutti e quattro suonavano diversamente. La LM F1 red 400 accoppiata alla Traveller 151p era scavata sulle  medie (Vittò..) . Il CMD121h era definito e medioso il giusto, ma esaltando le alte (Vittò..) si ottenevano suoni cristallini. Il combo Jeff Berlin aveva una sonorità Vintage, tutta medie e basse (Vittò.....). Io sta gommosità che qualcuno attribuisce a Mark Bass, non ho ancora capito cos’è.
La cosa che scrivi riguardo al suono tuo, devo dire che l’ho apprezzata molto, soprattutto perchè sei giovanissimo. Alla tua età è veramente difficile non farsi fuorviare dalle mode e il fatto che tu cerchi di avere una tua voce personale, indica che sei sulla buonissima strada, come musicista. Ascolta anche i consigli degli altri, però. Piacere solo a se stessi, può essere rischioso. Io negli anni ho sempre seguito il mio suono, cercando di adattarlo ai vari contesti. A volte la cosa ha avuto successo, altre no. Con gli anni ho imparato che non sempre il suono che ci piace è adatto al genere che si sta suonando in quel momento. Essere musicisti vuol dire anche essere utili e funzionali al risultato finale, e dire che non si ci vuole ”snaturare”, può essere un peccato di accidia o di presunzione. Tutto questo, ovviamente, riferito ad un bassista che vuole suonare bene generi diversi fra loro. Certo è che se uno vuole essere solo un bassista Rock o Jazz o Blues, oltre che avere tutto il diritto di cercare di esserlo, fa anche benissimo ad avere una sola voce riconoscibile.
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar Alexce69, giusta nota sullo Stingray (tant'è che ho preso la versione Classic sia per il manico, sia perchè l'EQ 3 vie mi suonava troppo "chitarrosa")..però io ho specificato passivo  
Nella Big Band ora uso praticamente solo quello, però ho notato che la risposta al tocco (non so se solo dello Stingray o dei bassi con elettronica attiva in generale) è un po' "carente"..cioè anche toccando appena le corde, per seguire le dinamiche, comunque sparano fuori tanto. E poi comunque nell'altro gruppo mi serve un suono marcio, con il tono passivo vecchia maniera: lo Stingray ha la botta, assolutamente, ma è di un'altra pasta  

I Mark Bass non so, ne ho provati diversi in salette e live (usando ovviamente i miei bassi, sempre uguali in quel periodo e, a volte, anche la mia testata scollegando quella integrata nel combo di turno) e suonava tutto ovattato, o comunque smorzando molto la natura del basso. Vabè che uso da 7-8 anni una GK RB700-II, un filino diversa..

Ti ringrazio per il complimento sulla ricerca del suono   In realtà, come membro di un gruppo, cerco sempre di mettermi "al servizio" di tutti, oltre che chiedere opinioni/pareri su come vado io (playing e suoni) cerco di darli e di essere costruttivo, in maniera da ottenere un bel risultato nel complesso.
Piccole cose, ad esempio scegliere il basso in base al pezzo specifico in scaletta.

Anche perchè non uso pedali, bassi e ampli e riga, lavoro di mano in tutti i modi possibili e sullo strumento. In questo senso, cerco di non avere mai più di 3 bassi in maniera da conoscerli bene e saperli sfruttare al meglio  
Ma stavolta o sforo e vado a 4, o il Thunderbird non passa l'anno e torno al Precision...  

Condivido comunque l'idea generale di "non guardare solo al proprio", quando trovo qualcuno che mi da pareri o mi fa appunti sensati e costruttivi io ascolto ben volentieri. Alla fine non uso robe strane, ho solo un suono corposo -ma definito- e piuttosto diretto, anche "ruvido" mi verrebbe da dire, per fare un paragone con una sensazione tattile...però funziona, penso sia un suono che "spinge" e che copre le frequenze giuste (senza rompere a tastiere e chitarre e senza sparire sotto alla batteria).
Al momento, mi dicon solo di abbassare...ma non so se è perchè tutto sommato gliene frega poco del basso o perchè effettivamente va bene ...  

Per esempio, nel trio acustico modero sensibilmente la mano assieme all'uso di un diverso approccio, e tiro fuori un suono morbido adeguato al contesto  

Aprirei una parentesi: fuori da "circoli preferenziali", il problema principale trovo non sia tanto il suono quanto la serietà e la voglia di fare di tanta gente, la fuori  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Rick
 
James_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Ciao a tutti. Bello l'argomento trattato, e quindi vorrei aggiungere anche una mia riflessione.
Concordo personalmente con quanti sostengono che il suono del basso debba adattarsi al contesto del pezzo, ai suoni e alle timbriche utilizzate dagli altri membri della band ecc. Questo lo trovo pienamente condivisibile.
Nella mia ormai quarantennale esperienza di bassista amatoriale, ho notato come a volte bastino piccoli accorgimenti per fare uscire meglio il basso quando serva, magari in un pezzo specifico del repertorio o solo in alcuni passaggi di un brano, senza doversi ammattirsi con cambi bassi, equalizzazioni sperimentali e via dicendo.
Premetto che uso principalmente un Rickenbacker 4003 del '96, corde flat e senza plettro: regolata 'equalizzazione dello strumento e dell'ampli sulla base delle necessità generali del gruppo (e, anche, un po' dei nostri gusti personali, almeno un po'), pizzicando le corde in prossimità del ponte, con selettore su entrambi i pick up e togliendo un po' di frequenze basse su tono dello strumento, il suono emerge dal mix in maniera chiarissima, per evidenziare magari certi passaggi obbligati. Poi si torna a pizzicare le corte in posizione più centrale e il suono ritorna a essere più pienotto ma senza ingolfarsi con le frequenze della cassa.
E' solo un esempio banale, ma che - a mio modo di vedere - ci fa capire come a volte occorra lavorare un po' sullo strumento per risolvere alcuni problemi di uscita dal mix.
Certo, occorre sempre ricordare ai chitarristi che potrebbero anche non suonare sempre la quinta e sesta corda negli accordi, che quelle frequenze le utilizziamo e le copriamo noi, ma qui entriamo nelle guerre di religione e la faccenda si fa seria
 




Io uso: plettro e dita
 
McBrandey Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
McBrandey ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Certo, occorre sempre ricordare ai chitarristi che potrebbero anche non suonare sempre la quinta e sesta corda negli accordi, che quelle frequenze le utilizziamo e le copriamo noi, ma qui entriamo nelle guerre di religione e la faccenda si fa seria


Beh... non è proprio una guerra di religione...
E' un dato oggettivo e facilmente verificabile...
Se tu, chitarrista, col tuo volume sparato a mille (perchè i chitarristi hanno SEMPRE il volume sparato a mille!!! ) copri il mio range di frequenze, io che ca$$o ci sto a fare nel gruppo?
Parlo per esperinza personale...
 




Io uso: solo le dita
 
cyberninja Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar cyberninja, beh di questo passo pretenderai che alzino anche gli occhi per vedere se gradisci fare due note di improvvisazione anche tu, durante una jam..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
^^^
In questo senso sono molto... tollerante
Sono un bassista semplice e non improvviso...
Guarda dove vuoi... mi accontento che tu vada a tempo.
 




Io uso: solo le dita
 
cyberninja Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Per quanto riguarda appunto i chitarristi, se avete voglia e tempo potreste vedervi e ascoltarvi questo video,


YouTube Link


un'intervista a Marco Fanton da parte di David Carelse di "Chitarra Facile".
L'intervista è incentrata sul digitale "più o meno versus" analogico, Fanton utilizza il Line6 Helix, giusto per inquadrare il tutto. Nonostante il tema principale, però, Fanton, chitarrista e "fonico di sé stesso", si sofferma più volte sul discorso "suono della band" e sostanzialmente cazzia forte i chitarristi che si fanno i suoni in camera con la pretesa di utilizzare le stesse impostazioni live
Non sto qui a ridire sempre le stesse cose, per cui riporto un concetto che lui ha ripetuto più volte e qui su Megabass ho letto mille mila volte: nel mix generale ogni strumento ha il suo "posto" e a seconda del contesto bisogna essere in grado (band insieme a fonico) di identificare quel "posto".

Mi è piaciuto molto l'esempio che ha fatto su Slash, ossia dice sostanzialmente:
"Ascolti Slash negli album ed ha questo suono bello grosso, sopratutto sullo stoppato. se però vi andate a sentire le tracce isolate di slash, ti ritrovi un suono molto scarico di bassi!! Ma quindi, tutto quel "grosso" da dove arriva? C'è la grancassa, c'è il basso, c'è la seconda chitarra, ed ecco come esce la grossezza".

Davvero, se avete tempo, dateci un'ascoltata, è molto interessante!!
E sarebbe molto interessante farlo ascoltare a tutti quei chitarristi che nel 2020 ancora sono "fermi" su certi dogmi, tipo "valvole a tutti i costi" "100 Watt e pomelli sempre a palla" ecc ecc ecc
 




Io uso: solo il plettro

____________________
"Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio" [Cit. Ozzy Osbourne]
 
Ultima modifica di benzanotto il Ven 30 Ago, 2019 10:42, modificato 2 volte in totale 
benzanotto Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar benzanotto, stavo per proporre lo stesso video: confermo, molto interessante e l'aspetto del suono inserito all'interno del contesto di gruppo è largamente trattato.
Sulla tua ultima considerazione: far ragionare un chitarrista di formazione classic rock o metal sarebbe un'impresa che manco le fatiche di Ercole... per gli altri, forse, c'è speranza!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Ho letto cose inenarrabili su accordo.IT che riporta lo stesso argomento. Un po' sono incazzato. Nel senso che il bassista viene sdoganato come quello che si lamenta perchè non si sente mai. Ecco, il fatto è che se in una band c'è un chitarrista primadonna è difficile che si senta anche la voce. Non solo il basso. Il problema è diffuso, a qualsiasi livello. Non solo a livello amatoriale...
Insomma, io non capisco: io se non sento bene TUTTI gli strumenti e la voce, faccio fatica a suonare. Non riesco proprio, hai voglia a sapere i brani a memoria. E' una questione di dinamiche, di tocco, di timing, di interplay (io invece improvviso ben volentieri, e a seconda del contesto mi prendo lo spazio per il solo anche se non era contemplato, se mi va lo faccio, e se lo fanno anche gli altri della band ben venga).
Secondo me se qualcuno nella band fa fatica a sentirsi, i problemi sono o di arrangiamenti, o di livelli dei singoli strumenti.
Nel primo caso si risolve migliorando a livello tecnico, nel secondo o andando dallo psicologo o rivolgendosi ad amplifon...
 




 
cubano Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar cubano, Beh ascoltando “Non imparerò mai “ al Bravo Cafè mi sembra che tu, oltre ad avere un gran tiro, non hai  problemi di “uscire “nel mix. Il tuo suono è proprio bello definito,si sente ogni singola nota. Se la tua situazione attuale è questa, c’è da baciarsi i gomiti   .
Noi veniamo spesso sdoganati cone i rompicoglioni che non si sentono, ma poi quando qualcosa non funziona nel brano, tutti si girano verso di noi. Dopo la terza volta che un chitarrista mi chiede che nota faccio in quel determinato punto, gli rispondo che se magari abbassa un pò il volume la sente.
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Grazie per i complimenti. Al Bravo c'è un tecnico superlativo, Domenico, che in meno di 30 secondi mi ha fatto un suono stupendo. Il Citron CB5 che uso è un basso stupendo. Comunque anche in situazioni più complicate, dove non c'è un tecnico, dove non entro nel PA, non ho grandi problemi. Il suono non è quello ma ci assomiglia abbastanza. Comunque il mix lo buco almeno per quello che serve. E soprattutto i chitarristi con cui suono ora sono i primi che sentono la necessità di sentirmi.
 




 
cubano Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar cubano, a uno dei fenomeni di Accordo gli ho risposto a tono
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Il mio blog: The Nerd Bass

Gibson SG Bass Special Faded
Gibson EB14 5 corde
Fender Precision classic 50
Fender Precision Player
Epiphone Nikki Sixx Blackbird
Gear4Music Roundback Electro Acoustic 4 String Bass
Donner DAB-1 UBAss
Eko VL 480S
Epiphone Ukulele Les Paul
 
Duellist Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar Duellist, Se il commento a cui hai risposto è quello che ho letto io, ragazzi...ho fatto fatica a non iscrivermi per mandarlo a quel paese e farmi bannare. Quello non è un bassista.
Uno che suona il basso , anche se scarso, incappa subito nella difficoltà del ruolo, non può non capire il “motivo” dell’esistenza del nostro bellissimo strumento. Ha solo scritto il suo commento da fenomeno per “captatio benevolentiae”..
 




Io uso: solo le dita

____________________
I used to think I was indecisive, but now I'm not so sure.
 
Ultima modifica di Alexce69 il Mar 03 Set, 2019 01:18, modificato 1 volta in totale 
Alexce69 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Uno dei due può mettere un link, giusto per capire di cosa si parla?
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar Fu-V, ecco qui Link
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Il mio blog: The Nerd Bass

Gibson SG Bass Special Faded
Gibson EB14 5 corde
Fender Precision classic 50
Fender Precision Player
Epiphone Nikki Sixx Blackbird
Gear4Music Roundback Electro Acoustic 4 String Bass
Donner DAB-1 UBAss
Eko VL 480S
Epiphone Ukulele Les Paul
 
Ultima modifica di Duellist il Mar 03 Set, 2019 09:09, modificato 1 volta in totale 
Duellist Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
avatar Duellist, grazie.
Immagino vi riferiste all'ultimo intervento, ma pure il cazzaro che dice di suonare senza sentirsi è notevole.
Oddio... se suonassi brutal death, in realtà, neppure io vorrei sentire (né me né gli altri)
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Percezione Del Suono Del Basso - Bassisti Contro Gli Altri Musicisti 
 
Fu-V ha scritto: [Visualizza Messaggio]
se suonassi brutal death, in realtà, neppure io vorrei sentire (né me né gli altri)

Mi hai fatto ridere di gusto!!!

Vebbé dai, ma quelli sono TROLL, non c'è altra spiegazione!!
Fortunatamente, nella mia attività di circa 20 anni, ho sempre avuto compagni di band non arroganti e strafottenti.
Ovviamente, a 14 anni non è che avessimo, tutti, un orecchio sopraffino sotto questo punto di vista...
Sono passati gli anni e le band, guardo al presente e al passato e posso dire di ritenermi fortunato, i chitarristi con cui suono e ho suonato non hanno mai avuto manie di protagonismo, magari non erano i migliori in quanto a ricerca del suono, però si "limitavano" a "richiedere" il loro spazio nella band, senza sparare tutti i pomelli al massimo, volume compreso.
Di solito, poi, ero e sono io insieme a qualche componente con un orecchio più sensibile a mettere a posto, nel limite del possibile, suoni e volumi nelle situazioni "do IT yourself", quindi senza fonico.
 




Io uso: solo il plettro

____________________
"Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio" [Cit. Ozzy Osbourne]
 
benzanotto Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 3 di 4
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario