Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
Il jazz bass marcus miller è un buon basso. Ma solo quello fabbricato in Giappone (ormai fuori produzione), non quello messicano. Una strana alchimia di fattori, penso la più importante sia la scelta dei magneti, di cui non sono riuscito a capirne il tipo. Dunque tutto ok tranne per un piccolissimo problemuccio, tanto piccolo che m'ha fatto smadonna' per tre-quattro anni facendomi provare, comprare e rivendere jazz bass del tipo: 75reissue, 76 originale, 78 originale, marcus miller messicano, 72 originale.

Bene, il problemuccio e' il seguente: ACTION TROPPO ALTA, con conseguente fatica estrema di eseguire tecnica slap e suonare facilmente dopo il dodicesimo tasto. Dopo aver studiato meticolosamente il modo di suonare di Marcus Miller con tanto di testimonianze in un noto negozio dove Marcus e' uso andare quando capita per concerti, ho appurato che sol e mi, all'ultimo tasto devo essere ad una distanza massima di 2mm, il relief al settimo tasto tra 0.15-0.30

Fatto questa prova sui bassi succitati, si ottiene il giusto compromesso, facilita' di esecuzione di note oltre il dodicesimo tasto e slap che va alla grande.

Questa cosa è impossibile da ottenere sul mmj (marcus miller japponese).

Allora ho eseguito i seguenti passi:

1. limato sellette: nun sona. Esatto, i solchi diventano profondissimi e comunque frigge tutto in maniera strana.

2. usato il famigerato tilt: nun sona. Se spegne la "pezza" tipica del manico avvitato e del frassino. Ovviamente il manico si storce solo dopo il dodicesimo tasto e quindi il relief al settimo non permette una buona regolazione dal momento che la curvatura complessiva del manico non e' piu' uniforme.

3. usata carta vetrata o cartoncino come zeppa: nun sona.

Dunque, misurata la distanza a fine manico tra parte superiore del manico e body, questa e' pari a 10-10.5mm sugli altri bassi, 9mm sul mmj.

L'unica soluzione che mi viene in mente e' mettere uno spessore di legno nella tacca del manico di ben 1mm di spessore.

Quale legno utilizzare?
Legno o metallo?
Come fare o farsi fare una striscia cosi' sottile?
Le viti faranno presa una volta che la lunghezza dei fori sara' aumentata di 1mm?

Vi chiedo qualche consiglio, 'sto problema me fa uscire de brocca...
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di summer63 il Mar 17 Mag, 2016 08:14, modificato 1 volta in totale 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Ciao, io per un problema simile avevo usato uno spessore di alluminio, il risultato sonoro alle mie orecchie era soddisfacente, ma non mi piaceva a livello estetico.
Potresti provare anche a togliere il badass e mettere un ponte normale, in modo da abbassarlo ulteriormente!

Ciao!
 




Io uso: plettro e dita
 
NIN_999 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
confermo…togli il badass ed abbassa un pochino le corde. Io lo avevo montato sul RE75, a livello sonoro (sustain, ecc) non cambia una mazza ed ha il problema che più di tanto non riesci ad abbassare le sellette.
 




Io uso: solo le dita
 
supergiovane Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
carlocaponi, il problema è solo uno, saper fare un buon setup.

Se ciò non è possibile, la tastatura è da rivedere con possibile necessità di rettifica della stessa.

Il tutto va fatto con un ordine preciso e meticoloso, andare a tentativi è inutile.
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Vi ringrazio per i preziosi consigli.

Dopo aver fatto le dovute misurazioni, ho notato che il problema non è il badass: con le sellette al minimo l'altezza delle corde in prossimità del ponte e' paragonabile a quella di un lamierino con action medio-bassa.

Rettificare il manico non risolve il problema: alla fine del manico le corde rimarrebbero alte, sarebbero comunque sollevate dal badass.

Penso di adottare la soluzione dello spessore in alluminio in fase temporanea.

Se vi vengono altre idee sono ben accette!
 




Io uso: solo le dita
 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
mi hai messo curiosità! Allora, sul mio RE75 ora la distanza tra sol ed ultimo tasto è proprio 2mm, tra mi ed ultimo tasto poco di più, quasi 2mm e mezzo.
Il manico emerge dal corpo (non dal battipenna) in corrispondenza dell'ultimo tasto di circa 7mm. Il ponte è quello originale, con i cilindretti. Le corde sono d'addario 45-105. il relief è circa mezzo mm al 7 tasto. Così è suonabilissimo (se io non fossi una pippa), ma non hai idea di che incubo sia stato arrivare a questo risultato. Rettifica dei tasti, manico raddrizzato perché su questo tipo di jazz tende alla banana verso il capotasto, millemila aggiustamenti trussrod, ora sarà perché si è assestato il manico, sarà per sfinimento, è un anno circa (mi sto toccando) che non avvito-svito niente…
Ora io non so le geometrie del MMJ, ma dovrebbe comunque essere simile, controlla...
 




Io uso: solo le dita
 
supergiovane Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
carlocaponi, quando non si riesce a fare un setup decente, al netto di zeppature (il materie è relativamente ininfluente), il problema è per forza una tastatura approssimativa.

Potremmo parlare anche di altezza del capotasto ma ha effetti notevoli solo sulle primissime posizioni.

Segui strettamente la guida al setup.
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
supergiovane le misure che hai fatto sul re75 danno valori ottimi, e la scelta dell'action è anch'essa buona, la stessa che uso io. Anche il re75 ha il problema che sporge dal body meno di 10-10.5mm dal body. Ed infatti hai scelto di limare i tasti (cosa che io non avrei mai fatto) e cercare di addrizzare il manico. La cosa è andata a buon fine perche' il lamierino permette di andare circa 1mm sotto l'altezza minima del badass. Se tu istallassi il badass, ti troveresti nelle mie stesse condizioni.

sardsurfer credo di aver fatto un setup decente, il manico è dritto, controllato con la barra apposita acquistata da Stewart McDonald (e pagata un fracco de sòrdi). Il capotasto è regolato bene, non ho fritture nei primi tasti anche con un relief di 0.10mm al settimo tasto. Come detto nei post precedenti, per quanto dritto possa essere il manico, le corde nell'ultima parte vengono necessariamente sollevate dall'altezza minima del badass.

Per questo penso che l'unica soluzione possibile sia uno spessore nella tasca del manico, e a quanto pare NIN_999 ha ottenuto risultati sonori decenti.

Se avete altre soluzioni o mi è sfuggito qualcosa parliamone, perche' 'sta storia del MMJ deve fini', è veramente un basso che spacca dal vivo, un peccato non poterlo utilizzare a causa di questo problema!

N.B.: Ho avuto il marcus miller messicano (sia versione sunburst che natural), non ricordo quanto sporgesse il manico dal body, ma il problema era stato risolto. Pero' questi intelligentoni hanno cambiato la qualita' dell'acero del manico (ed esce un suono che fa davvero cagare), i magneti (provate semplicemente a sentire come suona il magnete al ponte nei due casi, differenze da brivido), e l'elettronica, con frequenze di taglio messe a membro de segugio (l'elettronica jappa, benche' rumorosa, ha le frequenze molto simili a quelle del bartolini montato da marcus miller, ossia 30Hz e 6000Hz)
 




Io uso: solo le dita
 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
carlocaponi, se con le sellette a zero hai comunque un'azione troppo alta a fine manico allora devi zeppare.

Basta della carta vetrata di spessore consono.

Mi sento di dire che non ha alcun effetto sul suono dello strumento, a meno che non sia un delfino.
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
sardsurfer, come ho scritto nel primo post al punto 3, con la carta vetrata ci ho gia' provato, sia a semiluna che grande come la tasca del manico. Altro che orecchio da delfino, anche un sordo coll'apparecchio maico messo appalla avrebbe notato la differenza, suono completamente morto.
 




Io uso: solo le dita
 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Ammazza che orecchio c'avete
I signori Sadowsky e Tobias zeppano bassi da 30 anni ciascuno e dicono di non aver mai sentito differenze.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Certo, fra i mille tentativi avevo provato ad installare il badass, risultato: action altissima (...oddio, più alta!) con sellette a zero. Hai provato a metterci sto lamierino? In teoria alzare il manico con la zeppa o abbassare il ponte dovrebbe, per pura geometria, essere la stessa cosa. O mi manca qualche (fondamentale) passaggio?
 




Io uso: solo le dita
 
supergiovane Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Micolao, si, penso di avere un buon orecchio, spero non ci sia nulla di male in questo. Riesco a sentire le differenze tra l'elettronica giapponese e quella istallata sul messicano, riesco a sentire le differenze tra il badass (settato come si deve, ossia con solchi poco profondi come fatto su quelli messicani, una delle poche migliorie fatte rispetto alla versione giapponese). Non sono Haley Joel Osment de "il sesto senso", non vedo la gente morta. Semplicemente mi sono appassionato al suono di Marcus Miller (smentisco fin da ora l'inevitabile luogo comune, errato, che "il suono di Marcus lo fanno le dita" ecc, speriamo di non vedere un commento del genere) e alla liuteria in generale. Le differenze non sono piccole, ma evidenti. Cose che in sede di acquisto di uno strumento musicale fanno pensare "questo strumento me lo compro". Riguardo a Sadowsky, non sono un suo grande fan. Ha avuto la fortuna di lavorare per Miller, ha avuto la buona idea del Bartolini e del badass. Ma la sua elettronica e i suoi bassi non sono nulla di cosi' eclatante o storico (opinione personale, per carità). Se poi, dopo 30 anni, continua a zeppare bassi (oltretutto senza sentirne la differenza), beh, contento lui e chi li compra.

supergiovane, in linea di massima è vero ciò che dici. C'e' pero' il problema che abbassare il badass oltre la sua altezza minima puo' essere fatto esclusivamente facendo solchi piu' profondi sulle sellette. In tal modo i solchi diventano piu' lunghi, la corda poggia per una lunghezza eccessiva sulla selletta e con un angolo minore rispetto al punto di ancoraggio delle corda stessa. E questo si sente. Se guardi il ponte dello spector (e in misura leggermente minore quello degli warwick), noterai che i loro ponti hanno punti di appoggio minimi. Se ne sono accorti finalmente anche in casa fender, ed infatti sulla versione messicana i solchi sul badass sono piccoli e poco profondi. Se ci metto il lamierino sicuramente il problema dell'action si risolve. Ma la mia tigna e' quella di trovare una soluzione mantenendo il badass. A quanto pare a nessuno e' venuta un'idea alternativa a quella di mettere uno spessore di alluminio nella tasca del manico, probabilmente adottero' quella soluzione, ringrazio NIN_999 per l'idea.
 




Io uso: solo le dita
 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
...dai, allora la dico io la storia de "il suono lo fanno le dita"!!!...in tutta onestà non sono riuscito a venirne a capo: tempo fa girava un video su YouTube in cui il nostro suonava ed autografava i bassi dei fan ospiti della masterclass di turno, ebbene, bassi a mozzo, suono sempre "quello lì". Per contro l'avrei visto anche tu a gazebo suonare il Sire...quindi, boh! Forse è un insieme di cose, dove le dita hanno sicuramente una parte importante, come l'eq, la compressione, le corde, il preamp onboard, quello outboard, il taglio dei medi, l'ampli,...eeeeh! L'ho pure sentito suonare il fretless, al tributo a Miles Davis, cazzo sembrava Jaco...
 




Io uso: solo le dita
 
supergiovane Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
supergiovane non sono d'accordo. Se mi parli di bravura, stile ed energia ok, Marcus è unico. Gli passi il basso di Deidda e in mano a lui senti inconfondibilmente il miller-stile, a tal punto che "sembra" il suo suono. Ma non è così. E' proprio grazie al Sire che queste differenze diventano stavolta talmente evidenti che iniziano ad essere accettate e condivise non solo da me, ma da molte persone (tra cui un paio di noti liutai di mia conoscenza). Oltretutto passando dalle DR alle Dunlop si e' aggiunto il carico da 11. Basta guardare il video girato al namm dove sfoggia una delle prime volte il Sire+dunlop...beh il suono e' decisamente piu' brutto. Poi affinando l'orecchio si possono trovare differenze di suono persino nell'esibizione di lugano (dove monta delle d'addario). Guardando poi i video promozioali del suo preamp ritorniamo al suo suono vero, e guardacaso usa proprio un mmj, japponese. A rigor del vero suono leggermente piu' "stoppato e setoso", dovuto al fatto che il raggio della tastiera non è nove pollici e un quarto e i tasti non sono jumbo.
 




Io uso: solo le dita
 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Non andate OT però..

carlocaponi, modifica il titolo come da Regolamento
 




Io uso: solo le dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/
 
Kublai Invia Messaggio Privato Invia Email HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: "The PROBLEMA" Del Marcus Miller Giapponese 
 
Kublai, che ho sbagliato nel titolo, cosi lo cambio?
 




Io uso: solo le dita
 
carlocaponi Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
carlocaponi, specifica meglio il problema nel titolo  

al di là di tutto, io di bassi ne ho zeppati, e differenze di suono non ne ho mai sentite, anche registrando le modifiche.

tra l'altro lo spessore della zeppa fa molto, anche a livello di setup. per me il massimo utilizzabile è quella con grana 180, un solo foglio. grana più grossa o spessori in generale più alti mi hanno dato problemi di ultimi tasti muti.

c'è anche da dire che quando si zeppa va rifatto il setup del truss rod, almeno secondo le mie esperienze, e va tenuto un po' più dritto.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
Parlo da ignorante.... Ma non si potrebbe limare la tasca invece di zeppare? Intendo rettificare dal lato opposto a dove andrebbe la zeppatura.
 




Io uso: plettro e dita
 
galeazzo79 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
galeazzo79, è un metodo usato, sì, ma invasivo ed irreversibile.

sugli strumenti con manico set-in o passante in genere il manico è inclinato come se ci fosse una zeppa, proprio per evitare che possano esserci problemi: https://kitarablogi.files.wordpress...-neck-joint.jpg

finchè il manico è avvitato, si può agire, ma quando è incollato o passante non c'è via di scampo.

altra soluzione invasiva è limare il legno sotto al ponte. Ibanez negli anni 80 e 90 faceva una cosa simile di fabbrica, ossia aveva la zona in cui si monta il ponte leggermente scavata, e se non ricordo male qualche modello aveva il ponte in due parti, con una base per alzarlo o, togliendola, per abbassarlo ulteriormente, come quella che vendono con lo Schaller 3D.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
carlocaponi,

non capisco una cosa: visto che riesci ad apprezzare, beato te, la differenza tra una basso zeppato ed uno non zeppato, perchè vuoi utilizzare una zeppa in alluminio??

io seguirei la scuola Wal: incolli un blocchetto (di acero, per coerenza) sul tacco del manico e pialli/rettifichi fino ad ottenere l'inclinazione desiderata
 




Io uso: solo le dita

____________________
Fabienne: Ma questa chitarra di chi è?
Butch: E' un basso piccola.
Fabienne: Si, questo basso di chi è?
Butch: Di Zed.
Fabienne: Chi è Zed ?
Butch: Zed è morto piccola... Zed è morto.

DEMO - State of Ideal Perfection
 
LegaliZena Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
Io ho avuto per circa 4 anni il Miller Giapponese, uno dei primi esemplari.
Con il tilt a zero e le sellette abbassate l'action era comunque decente sul mio, non ricordo i millimetri
ma era comunque suonabile.
Il problema per avere un suono alla miller secondo me è proprio il tilt o zeppatura,
deve avere una piccola inclinazione all'indietro per 'stanleyclarkare' (scusate ma non sapevo come dirlo)
del resto lo spiega anche miller stesso in svariate interviste, ne ricordo una su bass player
dove proprio diceva che usava il tilt per regolare l'action una volta settato le sellette con il radius, "as low you can go without too much fret buzz"
con il tilt a zero la corda non 'snappa' (riscusate, spero si capisca) e non fa l'effetto Miller (che poi è l'effetto Clarke)
In ogni caso pickup ed elettronica originali sono assurdi, io li cambiai immediatamente con bartolini elettronica una vecchiissima versione bufferata della TCT, forse si chiamava tbt o qualcosa del genere e pickup prima noiseless e poi fralin..... secondo me il punto di partenza e quello.
Soprattutto i pickup.
Inoltre la forza del badass è l'appoggio quasi puntiforme della corda, limando perde potenzialmente di sustain
e rischi sitar-sound su certe note.
Son d'accordo che il tilt anche se fatto bene con controbattuta in metallo sul tacco del manico magari un pò di energia la disperde, ma secondo me e ripeto secondo me il punto debole di quel basso sono pickup ed elettronica.
Il mio non si poteva sentire con il tilt a zero.
Davvero
 




Io uso: solo le dita
 
Dave Mitraglia Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Jazz Bass Marcus Miller Giapponese. Problemi Di Setup 
 
Stesso problema sul mio Marcus Miller Giapponese.
Mi e sol action altissima. E sellette a zero. Tilt a zero.
Tutto ciò  dopo una rettifica da liutaio.
Anni fa un liutaio della zona mi aveva ritirato il Miller, tenuto un mese e cambiato l' inclinazione del  manico. Risultato action bassa e no dead spots.
Dopo un paio di anni riporto il basso da un altro liutaio, secondo me mi aveva cambiato solo le corde e tolto lo zoccolo e da allora ho le corde alte e un dead spot di alcuni tasti e alcune note.
Conoscete un bravo.liutaio nelle mie zone? BELLUNO TREVISO. GRAZIE
 




Io uso: plettro e dita
 
Roger0Glover Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 
NascondiArgomenti Simili
Argomento Autore Forum Risposte Ultimo Messaggio
No Nuovi Messaggi 60s jazz bass o un Highway one jazz bass (... mazzythebassplayer Bassi&Co. 5 Sab 18 Nov, 2006 15:18 Leggi gli ultimi Messaggi
marcinkus
No Nuovi Messaggi Problema al mio jazz bass Orazio Bassi&Co. 32 Gio 13 Set, 2007 17:49 Leggi gli ultimi Messaggi
Jacker
No Nuovi Messaggi Basso Fernandes tipo jazz bass zztop Bassi&Co. 4 Mer 27 Giu, 2007 22:42 Leggi gli ultimi Messaggi
contra
No Nuovi Messaggi gli "Stack Knobs" su jazz bass p... gozer Bassi&Co. 79 Ven 14 Apr, 2017 16:39 Leggi gli ultimi Messaggi
malcom x
No Nuovi Messaggi il problema dei "dead spot" sui ... nikita81 Bassi&Co. 50 Mer 31 Ott, 2007 10:40 Leggi gli ultimi Messaggi
tassobasso
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario