Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 5 di 5
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 
LE CORDE MIGLIORI
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar gigetto2, la durata è la cosa più soggettiva di tutte, invece  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson The Ripper 1978 Natural
- Ibanez SR1206 Premium
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Può essere notato adesso con quelle EB di serie....ricordo da ragazzo che cambiavo le corde quando saltavano gli avvolgiimenti, e non dopo due mesi...
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar gigetto2, dipende da tanti fattori la "durata" della corda, come dicevamo tempo addietro.

- il gusto relativo al suono che ha tipicamente quella data corda quando è rodata/invecchiata

- la velocità con cui perde il suono di corda nuovissima

- il gusto generale del musicista, che magari preferisce le corde vecchie a quelle nuove

- lo strumento su cui le si usa


per esempio: con i bassi Gibson io trovo poco utile cambiare corde spesso perchè hanno in generale poche alte, alcuni non le hanno proprio (come l'SG), al punto che sugli ampli le manopole delle alte non fanno alcun effetto.
corde nuove o vecchie si notano poco amplificando, anche se in acustico la differenza può apparire esagerata!

esempio: SG con D'Addario nickel vecchie di un anno e mezzo contro D'Addario in acciaio nuovissime: in acustico il suono cambia drasticamente, sembra tutto più vivo e metallico, una cosa indescrivibile, come aver guidato un'Ape Car scassata e di colpo prendere un Ferrari.

poi colleghi all'amplificatore e le differenze sono sottigliezze che in un contesto di gruppo non si noterebbero, e sono più che altro sfumature sulle frequenze medie.


al contrario, con un basso ricco di frequenze alte l'usura delle corde si nota molto prima, ed incide tantissimo sul suono generale, perchè se il basso è molto squillante e permette al suono metallico delle corde di uscire bene, non appena le corde si usurano, si perderà tutto un range di frequenze caratteristico.

questo però, tornando ai gusti, può anche essere un punto a favore con corde che di natura hanno poche alte, come le GHS Boomers.
se si preferiscono suoni più "ciccioni" e si ha un basso molto moderno è buona cosa metterci corde più dolci.

tant'è che per molti le suddette GHS sono corde che muoiono in mezz'ora, per altri sono corde imperiture con un suono grasso e bellissimo.

tutto dipende da cosa si sta cercando: io ad esempio adoro le Ernie Ball perchè hanno un suono molto secco dato dal poco rivestimento in nickel sopra l'acciaio (motivo per cui hai notato che si sono scolorite), che le rende più mediose ed aggressive rispetto a nickel normali, quasi delle corde in acciaio un po' addolcite, e questa cosa secondo me funziona benissimo su diversi strumenti.

su altri poterebbe non funzionare, perchè appunto troppo secco il suono.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson The Ripper 1978 Natural
- Ibanez SR1206 Premium
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Purtroppo non ho abbastanza memoria e quindi la mia esperienza è recente. Sulle Ernie Ball, che ho trovato positive in alcune caratteristiche dò giudizio medio, alcuni problemi del basso che ho in riparazione le avevo imputate alle corde, comunque il degradamento del suono è stato abbastanza repentino...

Sulle GHS ti posso dire che quelle che ho montate sull'altro basso mantengono benissimo e non decadono, solo che secondo me hanno una tensione elevata che rende poco comoda per non dire scomoda la tastiera dello yamaha che già di suo non è al top...
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
TheWall79 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Montate le Sansone sul mio Precision..onestamente non sono molto entusiasta..la cosa strana che appena montate non sferragliano proprio niente rispetto alle altre corde in acciaio..ho messo le 50 110 e rispetto alle roto swing che avevo prima sempre stessa scalatura queste sono molto più dure e tirano come dannate e sinceramente mi aspettavo il contrario..non so se mi è capitata una muta “anomala” o sono proprio così..mah le terrò ancora qualche giorno e poi vedremo..


Strano, generalmente sono parecchio vive e pur non avendo problemi di rodaggio, mantengono le caratteristiche per molto tempo.
Sul P ho montato 44-104, 48-108 e ora ho una muta 60-120 e non ho riscontrato differenze se non in quella che è la normale risposta della corda alle differenti tensioni dovute all'accordatura.
Un unico punto di domanda le Sansone me lo hanno causato col Ric. Ma le ho apprezzate comunque regolando a dovere ponte e, doverosamente, equalizzazione dal primo ascolto in fase di registrazione devo dire che rispetto alle Roto equivalenti hanno una profondità nel suono che è tutta un'altra cosa.
 




Io uso: solo le dita

____________________
Non esiste il suono buono per il bassista che non sa cosa suonare
(Seneca)

play bass or die trying

Ho la tastira rtta...
 
OnzoG-onzo Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar OnzoG-onzo,onestamente mi sono stupito anche io, forse avevo troppe aspettative..cercavo una corda più morbida rispetto alle rotosound swing 50 110..ma a parità di scalatura queste le ho trovate più dure..e poi a livello di tatto e feeling non mi ci trovo..ovviamente è un parere puramente soggettivo..di fatto il suono è buono..ma inutile mettersi un bel vestito se ti sta male  
 




Io uso: solo le dita
 
TheWall79 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Ma non è che ste corde vanno a lotti di produzione? Troppe differenze tra utenti opinioni divergenti, quando è così forse la stessa corda non è forse proprio precisa identica
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar gigetto2, no, perchè negli anni chi si fidelizza e continua ad usarle difficilmente cambia strada trovandone di meno performanti.

semplicemente parliamo di sfumature sotto tutti i punti di vista, dalla tensione al suono, dalla durata alla stabilità, ed essendo un prodotto deperibile soggetto ad usura, cambia tutto.

immaginati un paio di scarpe: ognuno di noi le consumerà in modo diverso, perchè non tutti poggiamo il piede allo stesso modo e di conseguenza non camminiamo allo stesso modo, quindi troverai quello che consuma il lato interno della suola, chi il lato interno, chi struscia il tacco...
senza contare poi che scarpe che per me sono comode e mi calzano a pennello per altri possono essere scomode.
c'è chi ha bisogno di scarpe piatte, chi di un plantare, chi del tacco.

le corde sono esattamente la stessa cosa, un prodotto deperibile, soggetto ad usura, che risente di tutto quello che il singolo musicista fa con lo strumento, nonchè dal setup.

ti faccio un esempio:

se tieni le corde alte sui tasti, la forza da imprimere sarà di più, e presumibilmente le schiaccerai più forte contro i tasti: questo equivarrà ad una maggiore usura sia della corda che dei tasti nel punto di contatto, causando i classici segni sotto la corda ed i solchi sul tasto.

è chiaro che una mano che stringe le corde così le usurerà più facilmente, a prescindere dalla marca e dal costo, così come si troverà a dover rifare i tasti prima di altri.

immaginati ora uno che tiene le corde molto basse ed ha un tocco leggero: le corde si poggiano delicatamente sui tasti, non c'è pressione eccessiva, e non ci sarà di conseguenza la stessa usura, le corde dureranno di più ed i tasti rimarranno più sani.

poi c'è la chimica del corpo: io ho un sudore poco acido, non mi è mai capitato di "ossidare" parti metalliche ed addirittura non lascio tracce sulle cose che uso, tipo tastiera e mouse del PC, ed addirittura non lascio tracce sugli strumenti non verniciati, quindi sicuramente il mio metro di giudizio sarà diverso per quanto riguarda l'usura da sporco e sudore.

ho visto strumenti con pochi mesi di vita ossidati e consumati, con meccaniche opacizzate o addirittura le parti dorate totalmente sbiadite o diventate verdi.
corde che in pochi giorni si scolorano, sporco eccessivo su tastiera e corde...

chiaramente a gente così le corde dureranno molto meno ed il loro giudizio sarà del tutto diverso dal mio.

ne conseguirà che trovando le corde "giuste" l'utente si fidelizzerà, si abituerà alle caratteristiche di tensione e suono, e non cambierà più, salvo imprevisti.

nel caso del suono in generale poi, si apre un'altra porta: la percezione del suono è soggettiva, dipende da molti fattori tra cui il mero gusto personale: un suono che per me può essere eccessivamente brillante per altri è normalissimo.

ho avuto due anni fa un Warwick Streamer che a suonarlo sembrava di avere per le mani un chitarrone, mi infastidiva le orecchie al punto che poi sono passato ai Gibson, e non mi ci trovavo molto come sonorità: con le corde lisce suonava comunque troppo brillante e chitarroso.

per me un Precision con le corde ruvide è già fin troppo brillante, e ci preferisco il nickel, per altri è un suono cupo ed attufato a cui servono corde in acciaio molto brillanti.

ne conseguirà che in base alle orecchie del singolo ed i suoi gusti cambieranno molto le percezioni.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson The Ripper 1978 Natural
- Ibanez SR1206 Premium
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
OnzoG-onzo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
ora ho una muta 60-120


Deh, ci vogliono i polpastrelli di calcestruzzo per suonare una scalatura del genere!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
04czm4j
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
TheWall79 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar OnzoG-onzo,onestamente mi sono stupito anche io, forse avevo troppe aspettative..cercavo una corda più morbida rispetto alle rotosound swing 50 110..ma a parità di scalatura queste le ho trovate più dure..e poi a livello di tatto e feeling non mi ci trovo..ovviamente è un parere puramente soggettivo..di fatto il suono è buono..ma inutile mettersi un bel vestito se ti sta male  


Occhio proprio alla tensione, che è data dal progetto di corda.
Più sono tese e meno armoniche avrai e anche lo "sferragliamento" diminuisce.
La tensione è data dall'anima della corda, ecco perchè le 48-108 e le 50-110 sono due progetti completamente diversi. Le prime hanno una tensione normale ma un avvolgimento sovradimensionato, le seconde sono corde che secondo me ha senso buttare giù di almeno un semitono vista la loro tensione.

gigetto2 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ma non è che ste corde vanno a lotti di produzione? Troppe differenze tra utenti opinioni divergenti, quando è così forse la stessa corda non è forse proprio precisa identica

Ebbene si! Si,va anche a lotti... o meglio a culo. In linea di massima quello che le grandi aziende ordinano, bene o male, ricevono. Ma bastano delle differenze chimiche molto poco rilevanti per avere delle differenze sensibili nel prodotto finito.
Bene o male ogni azienda cerca di individuare un tipo di materiale che le consenta di avere un suo progetto di corda e quindi un marchio di fabbrica (insieme alla tecnica e scelta produttiva). Ma non è facile mantenere una qualità costante, soprattutto per chi deve acquistare piccoli lotti di materiale.

avatar Fu-V, seeee ma dai!    
Si tratta di una muta che ho richiesto per poter accordare tre o quattro semitoni sotto, centesimo più o centesimo meno! Inoltre, anche in questo caso,  hanno un'anima sottile rispetto al calibro (sarebbe l'anima del 55-115), e le trovo particolarmente brillanti e profonde e, soprattutto, facili da settare in modo che suonino davvero uguali l'una alle altre.
 




Io uso: solo le dita

____________________
Non esiste il suono buono per il bassista che non sa cosa suonare
(Seneca)

play bass or die trying

Ho la tastira rtta...
 
OnzoG-onzo Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Pier_ ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avatar gigetto2,


ne conseguirà che in base alle orecchie del singolo ed i suoi gusti cambieranno molto le percezioni.


Oppure si cambiano le cordeperchèla scimmia ce lo comanda....
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
gigetto2 ha scritto:  


Oppure si cambiano le cordeperchèla scimmia ce lo comanda....


Io le cambio solo per quello! La scimmia comanda e io eseguo   
 




Io uso: plettro e dita
 
Baldo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar gigetto2, assolutamente. conta che è un mesetto che sto suonando un basso a 6 corde, Ibanez sr1206, su cui sto provando diverse opzioni di corde per trovare il giusto connubio tra tensione e suono; mi sono preso tre mute diverse, di scalature affini:

D'Addario Prosteel 32-45-65-80-100-130

Ernie Ball nickel 32-45-65-80-100-130

Ibanez 6 corde nickel 32-45-65-85-105-130

ci sto impazzendo perchè ovviamente a seconda dei momenti e di come mi gira preferisco una o l'altra  

ad esempio:

le Prosteel sono più flessibili e morbide, quindi danno la sensazione di essere più sottili e "facili" da suonare; il suono è molto metallico e brillante, classico sferraglio da corda in acciaio bella cafona, con una caterva di armonici, basse ed alte pronunciate, medie un po' meno evidenti. da solo è un suono eccezionale, in gruppo ogni tanto si perdono o danno quella sensazione di suono "sottile e frizzichino" in alto.  

le Ernie Ball sono un po' più rigide e meno flessibili a parità di scalatura, tant'è che le sellette si intonano tutte un po' più indietro, ed il suono è molto più medioso e secco, basse più contenute, alte più contenute, quindi suonando da soli danno meno soddisfazione, mentre in gruppo si fanno sentire più facilmente.

le Ibanez sono peculiari, sono nickel rivestite (ma non come le Elixir, e sono un po' appiccicose), da "sciolte" sembrano super flessibili, poi le si monta e diventano durissime al punto che ho potuto settare il basso con rilascio praticamente a zero ed action bassissima, pizzicandole rimangono "ferme".
il suono è tipo le Ernie Ball ma con un po' più di alte, e secondo me il rivestimento "comprime" molto, perchè il volume in uscita appare più basso e la traccia registrata più più contenuta, come se appunto fosse compressa.

tre opzioni diversissime e non riesco a decidermi   in base a cosa devo suonare mi verrebbe da usare una muta diversa:

sto studiando brani con accompagnamento di accordi, e le Prosteel sono perfette; per suonare in gruppo normalmente però preferisco le Ernie, mentre con le Ibanez ed il setup estremissimo vengono più facilmente passaggi in tapping e slap.

come si fa?  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson The Ripper 1978 Natural
- Ibanez SR1206 Premium
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Invece a me stanno piacendo molto le GHS 100 Nickel, persa la brillantezza iniziale stanno incupendo donando un bel tono nasale da basso jazz sullo Yamaha. Peccato siano durette tensione più elevata che le EB ma dinamica armonici ci stanno tutti. Peccato anche quest'action un pò troppo alta dell'RBXA2....
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Qualcuno saprebbe dove procurarsi le SIT Foundation in EU (o zone limitrofe)?
 




Io uso: solo le dita

____________________
Non esiste il suono buono per il bassista che non sa cosa suonare
(Seneca)

play bass or die trying

Ho la tastira rtta...
 
OnzoG-onzo Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar gigetto2, eh, la regolazione del basso è sempre questione spinosa.

secondo me corde più dure permettono di abbassare un po' di più l'action, quindi prova ad osare e regolare leggermente più estremo, considerando sempre un fatto: quando suoni amplificato i rumorini, le fritturine, non si sentono.

si sente quando c'è la pernacchia anche all'attacco della nota, che copre la nota stessa, ma altrimenti è parte del sound, ed anzi, il basso si sente meglio in gruppo quando c'è quel po' di "snap".
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson The Ripper 1978 Natural
- Ibanez SR1206 Premium
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Grazie @Pier ma le spine, anzi tutto il roveto lo lascio al liutaio....poi verrà la stagione delle corde ma per ora troppi attrezzi scadenti....
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
Vi faccio una domanda.

Ma con le corde, provandone alcune, come procedete? Ossia ne provate alcuni tipi/scalature/marchi e poi vi assestate sempre su un tipo/scalatura/marchio senza più provarne altri oppure continuate nella filosofica ricerca della corda idilliaca?

Io ho troppa poca esperienza ma dalla poca che ho già ho selezionato migliori e peggiori. Questo discorso esula dal discorso della durata che è quanto più soggettivo possa esserci.
 




Io uso: solo le dita
 
gigetto2 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: LE CORDE MIGLIORI 
 
avatar gigetto2, ma guarda, dipende dai momenti.

io in genere testo un tipo di scalatura e provo diverse marche di corde per farmi un'idea. se mi prede a male è capace che in due mesi cambio tre o quattro mute per provarle sullo stesso basso (se nuovo e "sconosciuto").

ad esempio ho preso poco tempo fa un Ibanez SR1206, novità per me dal punto di vista sia di pickup che di sonorità in genere, oltre che numero di corde: ho iniziato con le D'Addario nickel (che sono risultate vincitrici), poi con le D'Addario Prosteel, poi le corde Ibanez nickel e poi le Ernie Ball.

ho girato un po' queste mute, usandole almeno una o due settimane ciascuna, per capire cosa mi piacesse di più, ed hanno vinto le D'Addario nickel.

nel caso specifico la scalatura cambiava leggermente perchè erano:

D'Addario nickel: 32-45-65-85-105-135
D'Addario prosteel: 32-45-65-80-100-130
Ibanez: 32-45-65-85-105-130
Ernie Ball: 32-45-65-80-100-130

______

quando ho avuto il primo Gibson ho dovuto scoprire che corde metterci, per trovare la giusta scalatura; dapprima sono andato pesante con le 50-105, perchè usavo da un anno un Jazz con le 52-110 lisce, ma sul Gibson non rendevano, e sono sceso alle 45-105, poi 45-100, e lì ho capito che il rapporto tra ponte, tensione e suono era perfetto con quest'ultima scalatura.

quando ho preso l'SG, che era una novità, sono partito con le 50-105 in quanto convinto che con la scala corta sarebbero state migliori, ma presi il secondo SG che aveva di serie delle lisce 45-100 e le trovavo molto più comode, così cambiai sull'altro mettendoci le ruvide 45-100, e non ho più cambiato (se non per passare dal nickel all'acciaio).

quando ho preso un secondo (il primo venduto) Thunderbird sono andato diretto sulle 45-100 nickel, mentre sul Ripper che ho appena preso 45-100 acciaio, e vanno divinamente.

______

negli anni del delirio di corde sono arrivato prima alle 50-110, per poi scendere fino alle 30-90, e poi risalire. su un Precision ho provato TUTTO, avendolo avuto per cinque anni, e si è passato tutte le scalature e marche possibili  

gira e rigira ho capito che il rapporto giusto per me è col Sol da 45, mentre sulle basse dipende dallo strumento.
ma più per un discorso di tensione e comodità che altro.

le corde molto sottili mi piacevano tanto perchè con la mano sinistra non si faceva fatica, ma con la destra erano mortali: non si poteva avere più di un tot di dinamica, perchè le corde non potevano emettere più di un certo volume, si smorzavano come se ci fosse un compressore.
belle per slappare o suonare delicato o medio, ma come cercavo un po' più di aggressività, mi facevano fare troppa fatica e non suonavano abbastanza.

quindi sono tornato piano piano alle corde più tese.

ormai vado diretto di D'Addairo 45-100 quasi sempre, e come dicevo se lo strumento è "diverso" dai miei canoni provo altro, ma quattro su cinque ora hanno le 45-100 di D'Addario (tre Prosteel ed uno Chromes lisce).
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson The Ripper 1978 Natural
- Ibanez SR1206 Premium
- Ibanez GSRM20 Mikro Bass
- Harley Benton JB75SB
- Markbass CMD 121h
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 5 di 5
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 
NascondiArgomenti Simili
Argomento Autore Forum Risposte Ultimo Messaggio
Quest'Argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i Messaggi. Comprare Bassi In The U.S.A. [migliori Si... trafunkybass Bassi&Co. 37 Lun 12 Nov, 2007 23:21 Leggi gli ultimi Messaggi
Fagyo
No Nuovi Messaggi Le migliori colle sul mercato... Gianni BassBuilding© 5 Ven 08 Feb, 2008 21:07 Leggi gli ultimi Messaggi
contra
No Nuovi Messaggi SPECTOR 5 corde USA caliendop3 Bassi&Co. 17 Gio 02 Lug, 2009 00:49 Leggi gli ultimi Messaggi
BelvaN
No Nuovi Messaggi Montaggio corde maribyredivivus Mari By Redivivus 29 Lun 14 Apr, 2014 14:49 Leggi gli ultimi Messaggi
IlPier
No Nuovi Messaggi La tensione delle corde... Gianni Bassi&Co. 17 Mer 22 Mag, 2019 10:14 Leggi gli ultimi Messaggi
Gianco
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario