Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 17 di 17
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 15, 16, 17
Vai a pagina   
 
Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura)
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Micolao,

Ciao,

una domanda per una curiosità. Ho seguito fedelmente la tua guida per la pulizia della tastiera in palissandro, con l'uso di olio di lino cotto, ed è venuta benissimo.

Però un giorno, presso il negozio Tomassone a Roma, il liutaio che ogni tanto lavora lì nel negozio, mi consigliò di usare l'olio di limone, perché ritiene sia migliore, perché pulisce più a fondo e ravviva il legno.

Io però, da profano, non riesco a spiegarmi il motivo per cui nei negozi di strumenti vendono sempre molto spesso l'olio di limone e mai l'olio di lino cotto.

Qual'è secondo te il migliore e perché consigli di evitare l'olio di limone?

Perché mai le case di strumenti non vendono l'olio di lino cotto?

Saluti
 




Io uso: plettro e dita
 
darry Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Da uomo della strada mi sono fatto un'idea sul discorso olio di lino cotto vs olio di limone. tipo dunlop e simili.

Sono due prodotti con scopi diversi.

Il primo nutre, protegge e ravviva il legno, il secondo lo pulisce.

In sintesi l'olio di lino cotto può sostituire la finitura olio/cera tipo Gunstock, mentre l'olio di limone può sostituire i vari prodotti sgrassanti.

Chiaramente parliamo di legno non verniciato.

Possibile che mi sbagli, ma secondo me non sono due prodotti da paragonare.
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
Ultima modifica di sardsurfer il Lun 10 Ott, 2016 14:36, modificato 2 volte in totale 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Infatti non sono da paragonare, proprio perchè hanno funzioni diverse.
Per questo sbaglia chi utilizza il lemon oil per entrambi gli scopi.
E poichè anche per pulire è meglio altro (e oltre a Martin ormai la maggior parte dei produttori di strumenti lo ha eliminato) meglio è eliminarlo del tutto.
Inoltre in gunstock oil E' olio di lino cotto con aggiunti agenti essiccanti.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Micolao, quindi sono tranquillamente sostituibili l'uno con l'altro?

Ho preso 5 euro di olio di semi di lino cotto ma ho ancora un poco di olio Gunstock da finire.

In tutto ciò la cera Gunstock è totalmente superflua per il trattamento del palissando, o sbaglio?
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
no ovviamente sono due cose diverse anche se contengono sostanze simili,
ma il gunstock è una vera e propria finitura che può essere declinata in diversi modi, dal satinato (vedi manici music man) a vere e proprie finiture lucide lavorando più e più mani di prodotto, ecco perchè ci sono gli essiccanti.
Il problema è che se viene applicato e poi non lavorato bene crea un pastrocchio appiccicoso.
Il semplice olio questo ovviamente non lo fa.
Io la cera sulla tastiera la eviterei.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Ultima modifica di Micolao il Lun 10 Ott, 2016 17:36, modificato 1 volta in totale 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Micolao, molto chiaro, grazie.
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Micolao,

grazie, adesso mi è più chiara la cosa. Quindi rimane molto meglio pulire all'inizio la tastiera con il semplice alcool denaturato.
 




Io uso: plettro e dita
 
darry Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
io attualmente utilizzo (per tastiere dove bisogna togliere un pò di lerciume) la benzina dello Zippo, più volatile e non danneggia nulla, mai avuto problemi.
Se c'è proprio una tonnellata di vecchio dna uso il pronto legno, spruzzato abbondantemente e lasciato agire per qualche minuto.
Scioglie tutto.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Ultima modifica di Micolao il Gio 13 Ott, 2016 10:20, modificato 1 volta in totale 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Citazione:
io attualmente utilizzo (per tastiere dove bisogna togliere un pò di lerciume) la benzina dello Zippo,


l'hai sostituito completamente all'alcool?

Quali controindicazioni ha l'alcool sullo strumento?
 




Io uso: plettro e dita
 
darry Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Mi accodo alla richiesta di darry, anche perché mi sembrava fosse emerso che la benzina dello Zippo ha una componenete oleosa non proprio ideale per la tastiera, mentre l'evaporazione veloce dell'alcol lo rende più adatto alla pulizia del lerciume. Vado a memoria, considerato che questa "discussione delle discussioni" risale alla notte dei tempi.
 




Io uso: plettro e dita
 
DavFunK Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
si ormai uso quella invece dell'alcool,
l'alcool mi ha dato problemi su una finitura, ma mai sulle tastiere
è più "acquoso" ed evapora un pò più lentamente rispetto alla benzina che evapora immediatamente
la benzina non mi ha mai dato problemi anche se sulla nitro bisogna stare attenti,
ma sul legno zero problemi,
penso di averla usata su più di 400 strumenti da quando la uso e davvero mai problemi.

comunque qui parliamo sempre di uso sporadico e casereccio
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Ultima modifica di Micolao il Gio 13 Ott, 2016 14:41, modificato 1 volta in totale 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
ho preso 12 litro di olio di lino cotto stamattina

Ho subito riconosciuto l'aroma dei colori ad olio che si usano per i quadri...prima di tutto l'ho provato su di una scatola di legno chiaro grezzo tipo vino ed il risultato non mi è piaciuto a livello di colore, un giallo malattia.

Poi ho preso due sgabelli di legno scuro, trattati non so come, una passata e sono tornati nuovi, ma un nuovo non posticcio o lucido, un nuovo naturale e uniforme, molto molto bello.

Quindi è stato il turno della frankenstein stratocaster e dopo aver dato una passata d'olio e quindi asciugato, la finitura all'occhio è quasi la stessa di prima, asciutta, nè opaca nè lucida...ma al tatto, sotto le dita mentre suoni, c'è qualcosa di diverso...è più liscio non so come dire....comunque un buon effetto, perlomeno per ora.


Allora mi sono cercato qualcosa in rete e il riassunto è :

L'olio di lino crudo entra più in profondità nel legno perché le molecole sono ancora semplici, piccole. Penetrando nelle fibre del legno, per effetto del calore polimerizza andando ad occuparne e chiuderne i pori, rendendolo piuttosto impermeabile.

• L'olio di lino cotto, essendo in parte già polimerizzato, penetra con maggiore difficoltà nel legno creando una pellicola impermeabile sulla sua superficie. Questa, nel tempo si secca e perde compattezza, flessibilità. L'olio di lino cotto, essendo soggetto a seccarsi e rompersi, tende a sfogliarsi e distaccarsi, esattamente come avviene a certe scadenti vernici (flatting) in cui è utilizzato come legante. Non di meno era ed è ancora usato come impregnante (crudo, come fondo preparatorio per la lucidatura a gommalacca di mobili in legno dolce, poroso) o finitura (cotto, come protezione del legno o nel trattamento impermeabilizzante di pavimenti in “cotto”). L'olio di lino polimerizzato (cotto) può essere colorato con le terre e gli ossidi.

• L’olio di lino crudo asciuga molto lentamente e resta appiccicoso a lungo. L’olio di lino cotto, come abbiamo già detto, è più denso e asciuga un po’ più in fretta, ma sempre dopo molto tempo.

• La maggior parte dei prodotti oggi etichettati “Olio di lino cotto” sono in realtà costituiti da una combinazione di olio di lino, solventi derivati dal petrolio ed essiccanti metallici. Sono disponibili alcuni prodotti che contengono esclusivamente olio di lino cotto mediante trattamento termico senza esposizione all'ossigeno. L'olio di lino cotto col solo trattamento termico è più denso e secca molto lentamente. Questi oli sono di solito commercializzati con la definizione “polimerizzato” o “stand-oil”, sebbene alcuni possano essere semplicemente definiti “cotti”.

• La lucentezza data dall’uso di qualunque olio, è di brevissima durata. Usarlo a questo scopo è quindi del tutto inutile.

• L’olio di lino tende a ingiallire.

• Poiché l’olio di lino asciuga molto lentamente e resta appiccicoso per lungo tempo, diventa una specie di adesivo su cui la polvere si deposita stratificandosi sino a creare una spessa pellicola di sporco molto tenace e diffuso. Spennellarlo sui mobili, specie quelli finiti a gommalacca che non possono assorbirlo, non ha alcun senso, serve solo a farli sembrare più vecchi e malandati.
 




Io uso: plettro e dita
 
Jeega Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
12 LITRI??  
Io ne ho presa una latta da 1,5 lt se non sbaglio e ce l'ho da una dozzina di anni e me ne avanza ancora tantissimo

Quello che hai postato in line a di massima è giusto ma considerandolo come una finitura esternna (che è anche appunto il suo scopo)
ma nel caso della tastiera di un basso o una chitarra lo scopo non è la finitura.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Ultima modifica di Micolao il Mer 19 Ott, 2016 14:28, modificato 1 volta in totale 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
mezzo litro, non ci è venuta la barretta tra l'1 e il 2  
 




Io uso: plettro e dita
 
Jeega Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Micolao, è normale che dopo quasi una settimana dall'applicazione senta ancora parecchio l'odore dell'olio di semi di lino cotto sulla tastiera?
 




Io uso: plettro e dita

____________________

 
sardsurfer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Ha un odore forte che a me però fa impazzire. Dopo una settimana magari se ci avvicini il naso lo senti ancora, comunque andrà via tranquillo.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
stasera ho dato una pulitina all'SG che ho preso a settembre. era vecchiotto, del 2010, e mai pulito da nessuno, ma siccome era stato usato pochissimo era ancora pulito.
da settembre invece è stato usato di brutto, quindi tasti grigio-verdi e tastiera che si era bella sporcata e rinsecchita.

prima

dopo


solito metodo, spugnetta di acciaio saponata per i tasti (da quando ho preso la mascherina per i tasti da Thomann ci metto un decimo del tempo), coprendo bene i pickup, e poi olio d'oliva sulla tastiera.

ma quanto è bello!?

untarello


 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Precision American Vintage '63 Sunburst
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson Thunderbird 2012 Vintage Sunburst
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
fa sempre piacere vedere che questo mio post non muore mai...  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Micolao ha scritto: [Visualizza Messaggio]
.... Il problema è che se viene applicato e poi non lavorato bene crea un pastrocchio appiccicoso. Il semplice olio questo ovviamente non lo fa. Io la cera sulla tastiera la eviterei.

avatar Micolao, Posso chiederti perchè eviteresti la cera ? E' vero che sul mercato, sotto il nome generico di cera per legno, ci sono prodotti anche moto diversi tra loro, ma molti produttori di strumenti la consigliano esplicitamente (... o addirittura l'hanno a catalogo come la Warwick). Occorre fare attenzione al tipo di prodotto che si acquista, ma una buona cera è un ottimo nutriente del legno, adeguato all'uso almeno quanto l'olio di lino cotto: stesso effetto sul legno, non altera il colore ed ha un odore assai meno pungente.

Mi pare che il concetto base condiviso da tutti sia quello di affiancare un buon prodotto sgrassante per pulire la superficie e un buon prodotto "nutriente" che impregni bene il legno e che penetri bene in profondità. Io sono partito dalla tua procedura, ma dopo avere tentato alcune variazioni ho recentemente ottenuto i risultati migliori con questa sequenza:

1 - Normale detergente per mobili di tipo cremoso (no spry) applicato con panno in microfibra o spugnetta abrasiva a seconda del livello di sporco presente sulla tastiera. Il prodotto che uso è un normale Pronto Mobili, fatto con poco alcol, qualche tensioattivo blando e un vago profumo di limone.
2 - Trattamento con cera neutra per mobili (quella liquida). Basta spalmarla per bene sulla tastiera e lasciare che il legno l'assorba. Le prime applicazioni di solito vengono assorbite molto rapidamente, poi col tempo, nelle pulizie successive ci si accorge che il legno ne assorbe sempre meno e alla fine 1 solo passaggio di cera basta e avanza.
3 - Pulizia finale con panno in microfibra leggermente intriso di Olio Paglierino, il quale toglie gli eccessi ed i residui di cera e pulisce le superfici senza lasciare nessun tipo di alone o di residuo untuoso (l'uso del termine "olio" per il paglierino è dovuto alla consuetudine, ma è chimicamente improprio perchè non contiene acidi grassi).

In questo modo l'aspetto finale della tastiera risulta identico a quello che si ottiene con l'olio di lino cotto, ma con alcuni vantaggi che però, lo ammetto, sono molto soggettivi:
- un migliore e più piacevole effetto al tatto di liscio e pulizia della tastiera
- un odore finale molto meno pungente e persistente (all'inizio anche a mè piaceva l'odore dell'olio di lino cotto, ma quando mi ha impregnato tutte le custodie mi piaceva già molto meno ...)
- molta meno fatica e "olio di gomito" per raggiungere il risultato finale, che per un pigro cronico come mè è un dettaglio tutt'altro che trascurabile  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
E' assolutamente vietato prendersi troppo sul serio
 
Ultima modifica di Maxer il Lun 19 Mar, 2018 12:09, modificato 1 volta in totale 
Maxer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
avatar Maxer, la cera Warwick è particolare però, molto molto delicata. l'ho usata sullo Streamer che presi tempo fa, e poi sui palissandri di alcuni bassi, veramente spettacolare, si spalma benissimo, si assorbe il giusto e lascia pure un buon profumo ahah

quando ho venduto lo Streamer, con tutto il suo kit, ho rimpianto di aver dato via la cera    sono però tornato soddisfatto all'olio d'oliva.  

ieri nuovo fretless tirato a lucido (era stato nelle mani di un presunto liutaio macellaio, che lasciamo stare che porcherie ci aveva fatto, non ho il cuore di descriverle... ho dovuto smontare tutto il basso per renderlo utilizzabile), e come sempre il buon vecchio EVO ha fatto il suo lavoro.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Fender Precision American Vintage '63 Sunburst
- Gibson SG Bass 2010 Faded Cherry
- Gibson SG Bass 2013 Faded Black
- Gibson Thunderbird 2012 Vintage Sunburst
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Hai ragione avatar Pier_, io ho citato la Warwick solo per fare un esempio, ma avrei potuto citare anche Ernie Ball ... Tra l'altro la cera Warwick è una pasta morbida, mentre quella che uso io è proprio un liquido vagamente lattiginoso e leggermente cremoso che si tira facilmente e viene assorbito abbastanza rapidamente ... trovata ! E' questa:

http://www.syntilor.IT/produit/prod...38,156,109.html

Nel Brico sotto casa avevano questa (costo circa 5 euro): mi ci sono trovato subito molto bene, ma credo che una qualsiasi buona cera liquida faccia lo stesso effetto. Semplicemente cercavo di proporre qualcosa di facile da applicare, che non avesse l'effetto collaterale di dare agli strumenti lo stesso odore dei vecchi cappotti della nonna o dell'insalata mista
      ... Oh scherzo eh ! ... l'olio d'oliva è sicuramente una buona soluzione a costo zero, ma è che quando apro la custodia del basso e mi arrivano le zaffate di questo odori ... mi danno un po' da fare, tutto lì.  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
E' assolutamente vietato prendersi troppo sul serio
 
Ultima modifica di Maxer il Lun 19 Mar, 2018 15:47, modificato 3 volte in totale 
Maxer Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
Ciao a tutti!  Ben raramente scrivo sul Forum, mentre lo uso spessissimo per leggere e informarmi su discussioni disparate e utili. Stasera volevo trascrivere la mia esperienza del caldo agosto!
Avendo un mese di tempo "vuoto" tra un concerto e il successivo, era l'occasione perfetta per 1.cambiare le corde del basso che ormai avevo da un anno su (...con un uso discontinuo, ma avevo decisamente capito che "era ora di")  2. provare a fare il piccolo liutaio pulendo a dovere la tastiera  3.imparare qualcosa in più sul setup.

Piccolo O.T.: Per quanto riguarda le corde, suonando attualmente rock&roll, rhythm&blues anni '50 volevo sperimentare le corde flatwound, mai avute prima! Ero orientato alle Ghs precision flat... introvabili in Italia, ho scoperto poi i negozi Lord of the strings e Saitenmarkt.  Saitenmarkt le aveva ma ho preferito fidarmi di più del negozio olandese che però non avendole in magazzino, avrei dovuto attendere che facessero l'ordine da Ghs e il tempo passava! Sono andato di seconda scelta buttandomi sulle Galli Jazz Flat (di cui non ho trovato molti pareri rispetto tutte le altre flat)!  Intanto +1 per Lord of The Strings per la rapidità di risposta alle mail, prezzo (comprese spese di spedizione), pacco arrivato in 7 giorni lavorativi.

Per la pulizia della tastiera, leggere questa lunga discussione è stato molto piacevole, davvero ben fatta e interessante!!
Mi sono attenuto all' "originale" del metodo Micolao [pag.1]    
Il reperimento dei materiali è piuttosto semplice: paglietta di lana d'acciaio 0000, olio di lino cotto (sarà aumentato il prezzo negli anni. 9.50euri x 1L), scotch carta presi al Brico. Alcool denaturato avevo già una bottiglietta d'annata (quale non si sa), dopo essermi accertato che non scade   comunque trovabile in qualsiasi supermercato! Idem per le varie spugnette da cucina, panni microfibra e cotone.
Nel metodo, tutto ok e perfettamente riuscito!! Ero solo indeciso se cominciare subito dai fret e poi passare l'alcool...alla fine ho fatto esattamente come descritto da Micolao cioè: alcool, poi pulizia fret, poi ancora una passata di alcool,ecc.
Ecco l'unica "menata" è stato il mascheramento della tastiera con lo scotch carta...avevo pazienza e casa libera ahah  
L'appunto per il futuro sarà di prendermi il "finger board saver" da thomann o altro negozio.
Per la pulizia dei fret ho usato solo la lana d'acciaio 0000 senza nient'altro,  il risultato c'è stato comunque e devo dire che è bello!
L'odore dell'olio di lino cotto, sì confermo anche io che ricorda il pesce ma non l'ho trovato disgustoso..per ora!
Il paziente, un Maruszczyk Elwood 4 corde (tastiera in palissandro), ringrazia!

Anche ad agosto 2018 un grazie al Micolao doce(n)t e alle 17 pagine di discussione megabassara!

P.s. che strana sensazione le corde flat sotto le dita ora!  Devo solo capire bene il truss rod...prima avevo delle DR nichel lo rider 45/105, ora Galli flat con la stessa scalatura. La tensione maggiore rispetto le round si sente. In questi casi ci sarà da avvicinare le corde alla tastiera, quindi con regolazione al corpo dovrò dare il quarto di giro in senso antiorario, giusto?
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di artefix8 il Ven 17 Ago, 2018 23:33, modificato 1 volta in totale 
artefix8 Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Piccola Guida Alla Pulizia Del Manico (con Tastiera Scura) 
 
WOW il 3d Highlander...      11 ANNI!!!

Chissà quando mi deciderò a fare la versione advanced...   

ora sono credo al quarto stadio. Tempo impiegato circa 4 minuti...  

Grazie a chi mi ringrazia, tante cose buone e tastiere splendenti per tutti.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
L' esperienza è una maestra severa.. prima ti fa l'esame, poi ti fa la lezione... (stepuc78)
Non discutere con l'imbecille...prima ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza!!!


The Marigold facebook
 
Ultima modifica di Micolao il Sab 18 Ago, 2018 12:34, modificato 1 volta in totale 
Micolao Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 17 di 17
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 15, 16, 17


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario