Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 3 di 5
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuova Testa ATS
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS E Aggiornamento 
 
Roberto Salomone ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ranieribus ha scritto: [Visualizza Messaggio]
  ha una pasta sonora tale da non sembrare una testata solid state...
Ahia!! Ne deduco che suoni pi? simile a una valvolare, peccato....  

Devo fare  "mea culpa" per non essere stato pi? esauriente sui particolari tecnici, ma questa testata ? cresciuta ad ogni prova di ogni muscista che ? venuto a provarla... l'ultimo decisivo upgrade con il contributo di mio fratello... lui s? suonare, io no... per cui alla fine non potevo dare delle specifiche definitive, adesso si pu?, visto che la circuitazione e stata definitivamente elaborata e testata in tutti i modi possibili.
Non comprendo per? perch? il "suono valvolare" debba essere considerato sinonimo di suono sporco... non ? vero, dipende tutto da come si progettano i punti di lavoro dei vari stadi di amplificazione, stessa cosa vale per le elettroniche a stato solido. La differenza si pu? sentire semmai a livello di "pasta sonora" che nel caso dei valvolari puoi apparire pi? corposa, ma ripeto dipende molto dal progettista.
Roberto niente Ahia... devi solo provarla e sentirla e poi mi dirai, si accettano critiche ovviamente.

La testata era nata pensando di relaizzare qualcosa di semplice e di immediato utilizzo ma man mano che veniva sviluppata e testata si andavano aggiungendo degli elementi che all'evidenza dei fatti (del suono...) portavano valore aggiunto senza stravolgere la semplicit? della testata.
Per cui la configurazione ultima ? quella delle foto del prototipo allegato, di questo ne realizzer? sei o sette esemplari rigorosamente assemblati a mano pezzo per pezzo, quindi queste resteranno dei pezzi unici a tiratura limitatissima.
Fra un po di giorni poster? delle foto di questa preserie.
Le caratteristiche:
Preamplificatore a stato solido:
utilizza mosfet e transitori insieme oltre che circuiti integrati operazionali a basso rumore, l'ingresso ? tarato per utilizzare bassi sia attivi che passivi inoltre ? possibile variare la sensibilit? di ingresso dall'interno per avere un livello di sensibilit? personalizzato se si usano delle elettroniche o pickup particolari.

Controlli: Gain (classico), Contour (in aumento esalta la gamma bassa (100hz) e la gamma alta (2000hz) bucando i medi intorno ai 330Hz,  in diminuizione esalta intorno ai 700Hz e attenua la gamma alta e la bassa), controllo dei Bassi (50 Hz) e degli Acuti (4000hz in esaltazione e 2000hz in attenuazione... questa ? una novit?) +/- 15db , il controllo dei medi (+/- 15db) ? semiparametrico con selezione delle frequenza di intervento continua da 200Hz a 2000Hz. I controlli sono molto efficaci e le frequenze di intervento sono state scelte affinch? interagiscano con controlli combinati come il Countour permettendo cos? di modificare il livello di intervento su una o su tutte le frequenze di intervento dello stesso controllo (spero che il concetto sia chiaro, eventualmente tornero pi? avanti su questo argomento).

Dispone di un ingresso Ausiliario (aux-in) per poter entrare con una base musicale o altra fonte sonora su cui fare esercizi o altro impiego, su questo non sono previsti controlli di tono ed ? anche possibile entrare con un'altro pre esterno con i suoi controlli realizzando di fatto un secondo canale indipendente.

E' presente l'uscita per cuffia.

Su retro sono presenti le prese tuner, send e return, uscita speakon per la cassa.

Uscita D.I. livello regolabile da -20dbm a +15dbm

Stadio finale: Interamente in classe D con frequenza di campionamento a 590Khz,
Alimentazione: switching ad alta efficenza.
Potenza di uscita: 500W a 4ohm e 250W a 8 ohm.
Le dimensioni sono 20x23x7,5 cm  il peso ? inferiore ai 2 kg.

Ecco le foto del prototipo di laboratorio usato nella demo a Larino per i bassi Mayones con Giorgio (che ringrazio sempre per la simpatia e l'amicizia) e Michele di MelacantoMelasuono.
 giorgio_s
a presto
Ciao a tutti
 




Io uso: solo le dita
 
wideband Invia Messaggio Privato Invia Email HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Una sola uscita?
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
turlupiner, si, le casse ats hanno ingresso ? uscita quindi ne basta una sola.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.melacantomelasuono.it
 
Migueldicarlo Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
che bello sapere che suona simile alla bp500!
 




Io uso: plettro e dita
 
ilGiuva Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Perdona la mia ignoranza, non vorrei dire cavolate, ma cos? ad esempio collegando due casse da 4ohm non avrei un carico totale di 8ohm essendo in serie?
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
turlupiner, puoi collegare 2 casse ah 8ohm o una cassa a 4 ohm
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.melacantomelasuono.it
 
Migueldicarlo Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Ma collegando due casse da 8ohm in questo modo che se non erro ? "in serie" il carico totale non sarebbe 16 ohm(8+8)? Domandavo delle due uscite perch? cos? il discorso sarebbe stato "in parallelo" quindi (8*8)/(8+8)=4ohm di carico totale, sbaglio? Scusami ma ne approfitto per imparare. Grazie
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
turlupiner, 8ohm + 8 ohm dimezzano, fanno 4 ohm.
cos? come 2 casse da 4 ohm portano un impedenza di 2 ohm.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.melacantomelasuono.it
 
Migueldicarlo Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Si, questo l'avevo capito, ma questo discorso vale se collegate in parallelo, cos? come mi hai consigliato tu di fare per pi? casse, non ? in serie?
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
turlupiner, non cambia niente dai...
 




Io uso: solo le dita

____________________
Dedo sul Tubo
Video
 
dedo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Veramente non proprio, visto che in serie il carico totale di due casse da 4ohm sarebbe 8ohm e quindi la testata erogherebbe solo 250watt supponendo ad esempio di volerla abbinare a due delle nuove casse 310x1 a 4ohm di cui si parlava(da 8ohm sarebbe ancora peggio perch? ne risulterebbe un carico totale di 16ohm). Appunto domando non ? forse un collegamento in serie questo?
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
turlupiner,per collegarle in serie dovresti aprire le casse (pannello contatti) e giuntare opportunamente le connessioni delle stesse (il - di una col + dell'altra) andando opportunamente al terminale, cosa impossibile accidentalmente.


Per chiarire, questo ? quello che dovresti fare per ottenere 8 ohm da due casse (nell'esempio casse da un cono) da 4 ohm collegandole, appunto, in serie.

CLICCA!!!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
un grande uomo

...un so son
 
Ultima modifica di contegeorge il Gio 17 Giu, 2010 22:03, modificato 2 volte in totale 
contegeorge Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Quindi collegare le casse tra loro ? comunque in parallelo?
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Almeno che la tue casse non abbiano connettori distinti per i singoli terminali e che tu non usi cavi singoli per effettuare opportune connessioni la risposta ? SI son sempre in parallelo. Vale a dire che usando speckon-speckon, speckon-jack, XLR- "quello che vuoi" non corri rischi di metterle in serie.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
un grande uomo

...un so son
 
contegeorge Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Nulla di pi? esauriente, grazie mille.
 




Io uso: solo le dita
 
turlupiner Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
wideband ha scritto: [Visualizza Messaggio]
  
Non comprendo per? perch? il "suono valvolare" debba essere considerato sinonimo di suono sporco...
Roberto niente Ahia... devi solo provarla e sentirla e poi mi dirai, si accettano critiche ovviamente.
 

Infatti  io non intendo il suono valvolare necessariamente come sporco. Semplicemente, solitamente, non mi piace come pasta sonora neanche quando ? pulito, tutto qui. Ma comunque ? ovvio che non si pu? fare di tutta l'erba un fascio. E sul fatto che un oggetto sonoro vada comunque provato, mi sembra il minimo!  A maggior ragione nel caso dei tuoi prodotti, che sono sempre eccellenti per quanto ho avuto modo di provare e sentire.

Citazione:

Dispone di un ingresso Ausiliario (aux-in) per poter entrare con una base musicale o altra fonte sonora su cui fare esercizi o altro impiego, su questo non sono previsti controlli di tono ed ? anche possibile entrare con un'altro pre esterno con i suoi controlli realizzando di fatto un secondo canale indipendente.

Quindi se ho capito bene sull'ingresso Aux ci potrei collegare un altro basso solo passando da un preamp aggiuntivo esterno. Non potrei collegare un secondo basso usando lo stesso preamp interno. La MB che uso oggi, pur avendo un solo preamp e una sola eq, mi permette di collegare due strumenti a i due ingressi e di regolare per ciascuno il proprio gain, e questo live mi permette di passare senza problemi da un basso all'altro avendo regolato prima opportunamente il gain di entrambi per avere il giusto volume. E' una possibilit? da non sottovalutare, secondo me, perch? non credo di essere l'unico bassista che live utilizza due strumenti diversi.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Ho finito con le pippe in bassi e amplificatori. Tanto il suono lo faccio io con le mie dita... ...dei piedi !

Cit. Spontbass: "se uno non percepisce le differenze tra un mex e un custom shop non è colpa della Fender"
 
Ultima modifica di Roberto Salomone il Gio 17 Giu, 2010 22:37, modificato 1 volta in totale 
Roberto Salomone Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
wideband se non erro, mi si conceda il raffronto, come prestazioni e tecnologia adottata la tua testata si presta ad un confronto diretto con  la Tecamp Puma 500. Con la differenza del controllo parametrico sui medi, la presenza del contour e dalle dimensioni e peso ancora pi? ridotti.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
un grande uomo

...un so son
 
contegeorge Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Andiamo per ordine.

Quando si collega pi? di una cassa ad un amplificatore (su qualunque ampli mono in commercio che abbia pi? di una uscita) queste vengono connesse sempre e  solamente in parallelo, quindi per due casse uguali l'impedenza totale si dimezza. Anche quando sono collegate in cascata, -ampli (con una sola uscita)- cassa 1 - cassa 2-

Roberto Salomone ho preferito realizzare un ingresso indipendente dal canale con equalizzazione che si possa usare per impieghi diversi, tra cui l'inserimento di un secondo pre (a pedale, da cintura o da rack...) per un'altro basso. La soluzione a cui fai riferimento non mi sembrava molto flessibile perch? usando due bassi costringe il musicista o a mantenere l'EQ uguale per entrambi o in flat e regolare poi i toni solo dagli strumenti. Cambiando lo strumento penso che nella maggioranza dei casi si richieda anche una regolazione dei toni diversa, anche di poco, ma diversa.
La soluzione che ho voluto adottare consente di avere un ingresso secondario regolabile come livello ma senza nessun controllo toni, assolutamente flat e indipendente dall'EQ principale, per cui uno poi pu? scegliere se entrare con un il segnale dell'elettronica del basso (specialmente se ha un livello di uscita sufficentemente robusto) o passare attraverso un pre esterno con regolazioni diverse dal canale principale. Inoltre questo mi ha permesso di evitare ulteriori "complicazioni circuitali" e il proliferare di manopole sul pannello frontale (avrei dovuto duplicare i circuiti del pre) con conseguente contenimento dei costi.
Per quanto riguarda il discorso suono pulito su sistemi a valvole o a stato solido ne riparliamo pi? in l?...

Contegeorge Non conosco le testate Tecamp, nel senso che non so come sono fatte, ho solo avuto modo di sentire la Puma di Giorgio Santisi su una coppia di casse ATS serie 310 (le ultime nate) e devo dire che suonava bene ma non posso dire di pi?, non ho fatto prove testa a testa con la mia.
Poi c'? da dire che uno bravo... riesce a far suonare bene quasi tutti gli ampli...     
Ciao a tutti
 




Io uso: solo le dita

____________________
www.atsitaly.com
 
wideband Invia Messaggio Privato Invia Email HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
wideband ha scritto: [Visualizza Messaggio]
  Cambiando lo strumento penso che nella maggioranza dei casi si richieda anche una regolazione dei toni diversa, anche di poco, ma diversa.
Probabilmente ? vero. Nel mio approccio non ? cos? perch? non uso mai l'eq dell'ampli per cambiare voce allo strumento ma solo per correggere in funzione dell'acustica del luogo dove suono. La voce dello strumento per me deve essere quella che esce dallo strumento e basta, l'ampli gli deve dare volume e aggiungere il meno possibile di suo. Ma non ci perdiamo in filosofie personali...  

Citazione:

uno poi pu? scegliere se entrare con un il segnale dell'elettronica del basso

Non ho capito per?, in termini pratici: in quell'aux in io ci posso entrare direttamente con un Jazz Bass passivo, che solitamente ha un output "tranquillo", o devo passare da un preamp esterno (ipotizzando di non essere interessato a una diversa eq ma solo a livellare il volume dei due bassi collegati alla testata)?
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Ho finito con le pippe in bassi e amplificatori. Tanto il suono lo faccio io con le mie dita... ...dei piedi !

Cit. Spontbass: "se uno non percepisce le differenze tra un mex e un custom shop non è colpa della Fender"
 
Ultima modifica di Roberto Salomone il Ven 18 Giu, 2010 12:10, modificato 1 volta in totale 
Roberto Salomone Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Enrico, la testata con il pre solid state ? dunque in dirittura d'arrivo, ma quella con il pre valvolare? dobbiamo aspettare ancora o "usciranno" in contemporanea.
Non nascondo che aspetto queste novit? con grande attesa.
 




Io uso: plettro e dita
 
AndreaMazzo Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Roberto Salomone ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Non ho capito per?, in termini pratici: in quell'aux in io ci posso entrare direttamente con un Jazz Bass passivo, che solitamente ha un output "tranquillo", o devo passare da un preamp esterno (ipotizzando di non essere interessato a una diversa eq ma solo a livellare il volume dei due bassi collegati alla testata)?


Mi intrometto. Con un passivo avrai un volume molto basso, come quando entri su un mixer senza alzare il gain. Per? con bassi attivi con alto output (pensa ad un Lakland con il gain al max) probabilmente hai abbastanza volume. Io ho provato ad entrare in un return dell'ampli con il mio Fclef con l'elettronica messa al max e funzionava, come fosse una tastiera. Era una prova per?, non mi piace avere troppo output.
Io quello che dice Enrico lo facevo con il contra usando un pre esterno.
 




Io uso: solo le dita

____________________
Dedo sul Tubo
Video
 
dedo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
dedo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Mi intrometto. Con un passivo avrai un volume molto basso, come quando entri su un mixer senza alzare il gain.

Infatti ? quello che immaginavo anche io, dato che l'ingresso aux-in ? predisposto per un segnale diverso da quello dello strumento. Ovviamente la mia domanda era mirata a una mia necessit? personale, esistono sicuramente tanti modi per gestire due bassi (mixerino, preamp aggiuntivo...), ma trovo molto pi? pratico ed efficace avere due ingressi con due gain indipendenti, anche se una sola equalizzazione.
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Ho finito con le pippe in bassi e amplificatori. Tanto il suono lo faccio io con le mie dita... ...dei piedi !

Cit. Spontbass: "se uno non percepisce le differenze tra un mex e un custom shop non è colpa della Fender"
 
Ultima modifica di Roberto Salomone il Mer 23 Giu, 2010 09:22, modificato 1 volta in totale 
Roberto Salomone Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Roberto Salomone ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Probabilmente ? vero. Nel mio approccio non ? cos? perch? non uso mai l'eq dell'ampli per cambiare voce allo strumento ma solo per correggere in funzione dell'acustica del luogo dove suono. La voce dello strumento per me deve essere quella che esce dallo strumento e basta, l'ampli gli deve dare volume e aggiungere il meno possibile di suo. Ma non ci perdiamo in filosofie personali...  



@Roberto, il discorso che fai, in linea di massima ? giustissimo ma l'acustica del luogo cambia anche a seconda del basso che usi; le basse che vai a correggere per un 5 corde non saranno necessariamente le stesse per un jazz bass

Io per esempio preferisco usare un A/B box, avere due strumenti attaccati direttamente alla testata mi costringerebbero anche a dover pensare di alzare o abbassare il volume ogni volta che lo cambio con l'altro...uno stress!

@Enrico... non vedo l'ora di provarla! ...anche se, oramai la BP500 ? un'estensione fisiologica del mio suono!!!

sulla diatriba valvolare/solid state io credo che valga sempre la regola dell'ascoltare... la corposit? di un valvolare pu? essere molto sporca come molto definita, altrimenti non si spiega perch? nei finali Hi-End da capogiro si usino ancora bidonate di valvole!
 




Io uso: plettro e dita

____________________
?Forse un mattino andando in un'aria di vetro, arida, rivolgendomi, vedr? compirsi il miracolo: il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro di me, con un terrore di ubriaco.

Poi come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto alberi case colli per l'inganno consueto. Ma sar? troppo tardi; ed io me n'andr? zitto tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto." Eugenio Montale


calvizio's tube

myspace:
calvizio

---

jaco pastorius ? morto
 
Ultima modifica di calvizio il Mer 23 Giu, 2010 10:16, modificato 2 volte in totale 
calvizio Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
calvizio ha scritto: [Visualizza Messaggio]
avere due strumenti attaccati direttamente alla testata mi costringerebbero anche a dover pensare di alzare o abbassare il volume ogni volta che lo cambio con l'altro...uno stress!
Questo ? vero solo se non hai due ingressi con due gain indipendenti. Se invece hai due ingressi con due gain indipendenti ti basta regolare i due gain in modo da avere lo stesso output di uscita come volume tra i due bassi e passi dall'uno all'altro senza toccare nulla. Lo faccio abitualmente e funziona benissimo.

Sul fatto che le correzioni possono non essere identiche tra un 4 e un 5 ? vero, ma nel mio caso i 5 corde che uso sono tutti attivi e quindi sul 5, se devo correggere rispetto al 4, lo faccio usando l'eq on-board e non usando l'eq dell'ampli.

Resto dell'idea che ? meglio avere due ingressi rispetto ad uno solo. (questa ? "catalanesca"   )  Poi nessuno ? obbligato a usarli entrambi. Io lo faccio perch? trovo sia una soluzione semplice ed efficace.    
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Ho finito con le pippe in bassi e amplificatori. Tanto il suono lo faccio io con le mie dita... ...dei piedi !

Cit. Spontbass: "se uno non percepisce le differenze tra un mex e un custom shop non è colpa della Fender"
 
Roberto Salomone Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Nuova Testa ATS 
 
Roberto Salomone ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Questo ? vero solo se non hai due ingressi con due gain indipendenti. Se invece hai due ingressi con due gain indipendenti ti basta regolare i due gain in modo da avere lo stesso output di uscita come volume tra i due bassi e passi dall'uno all'altro senza toccare nulla. Lo faccio abitualmente e funziona benissimo.


probabilmente mi sono spiegato male, intendevo il caso in cui cambi basso e lasci il volume aperto sul basso che hai appeno poggiato sul trespolo!!! sai che rumba

Roberto Salomone ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Sul fatto che le correzioni possono non essere identiche tra un 4 e un 5 ? vero, ma nel mio caso i 5 corde che uso sono tutti attivi e quindi sul 5, se devo correggere rispetto al 4, lo faccio usando l'eq on-board e non usando l'eq dell'ampli.


...ma cosi facendo cambi la voce dello strumento.

e dai roberto, spendi st? due soldi per un A/B box con gain regolabile!!!  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
?Forse un mattino andando in un'aria di vetro, arida, rivolgendomi, vedr? compirsi il miracolo: il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro di me, con un terrore di ubriaco.

Poi come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto alberi case colli per l'inganno consueto. Ma sar? troppo tardi; ed io me n'andr? zitto tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto." Eugenio Montale


calvizio's tube

myspace:
calvizio

---

jaco pastorius ? morto
 
calvizio Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 3 di 5
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario