Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo
 
Tribute Bands, Perchè?
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Tribute Bands, Perchè? 
 
Non so se sia la sezione giusta, ma non ne trovavo altre più attinenti e mi interessa l'opinione di musicisti e non.
Data l'atavica propensione del pubblico italico a cover band e affini e le conseguenti enormi difficoltà a trovare locali che facciano suonare band con un proprio repertorio, e considerando il proliferare di tribute bands per tutti i gusti, credo che anche qualcuno di voi ne faccia parte.
Pertanto vi chiedo, al di là del ritorno economico, cosa spinge un musicista a scimmiottarne un altro, imitarlo in tutto e per tutto in maniera maniacale, tipo "tale e quale show", per intenderci.
Cioè, voi vi divertite a suonare in una tribute band o andare a vedere una tribute band?
A me risultano inconcepibili entrambe le cose, oltre che deleterie.

Ovviamente intendo VERE tribute bands, cioè chi imita in maniera maniacale, senza re-interpretare o ri-arrangiare nulla.
 




 
duiliobelrtramo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Sicuro di aver cercato bene?

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
A dispetto dell'abilità tecnica sullo strumento non tutti sono in grado di proporre musica propria.
O magari ci provano, ma i risultati possono essere assai deludenti.
Quindi suonare musica altrui, specie se di proprio gusto, può essere gratificante. Può essere anche un punto di arrivo, soprattutto in casi di repertori parecchio ostici.

Dal punto di vista dell'assistere a esibizioni di cover band è presto detto; tutti vorremmo gli originali, ma a volte può essere soddisfaciente anche delle (belle) copie.
Qualche anno fa sono andato a Firenze per vedere i Musical Box, cover band dei Genesis anni 70. Non c'è altro modo per poter vedere live quei brani strepitosi se non facendo così. Oltretutto i vinili li ho ormai consumati......
 




Io uso: plettro e dita
 
SH Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
capisco, anche se non condivido praticamente nulla.
Comunque interessante.
Da musicista, anch'io mi faccio il mazzo sulle tracce di Pastorius o Flea (con scarsi risultati :)), ma penso che alla fine ogni musicista, di qualsiasi livello, dal più scarso al più abile, debba avere lo scopo di trovare il PROPRIO suono, la propria sonorità.
Da spettatore, se voglio i Genesis mi ascolto un disco, al limite un live.
Comunque, rispetto il punto di vista diverso e comincio a spiegarmi il successo delle tribute bands
 




 
duiliobelrtramo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
duiliobelrtramo ha scritto: [Visualizza Messaggio]

debba avere lo scopo di trovare il PROPRIO suono, la propria sonorità.

Giusto... ma una cosa è trovare il proprio suono, tutt'altra cosa è riuscire a comporre pezzi degni di nota.


Da spettatore, se voglio i Genesis mi ascolto un disco, al limite un live.

Si, ma non dirmi che ti da lo stesso gusto di cun concerto.... come scrivevo sopra i vinili dei Genesis li ho consumati, compresi i primi 2 live  e vari filmati e CD, ma, per motivi contingenti, non li ho mai visti dal vivo e un concerrto dei Musical Box è la cosa che più ci si avvicina.

Comunque è la mia semplice opinione, ci mancherebbe.....



 




Io uso: plettro e dita
 
SH Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Parto dal lato del pubblico: le persone, specie non musicisti, preferiscono ascoltare cose che già conoscono.
Quindi preferiscono ascoltare la tribute band di Vasco o Ligabue piuttosto che andare a sentire un concerto di musica che non conoscono. Mettiamoci poi che potrebbero andare a sentire musica che non conoscono e trovarsi ad ascoltare un concerto che non piace. Non mi sembra che tutti siano disposti ad andare a sentire un concerto "rischiando" di sentire musica che non piace.

Io vado a sentirmi anche concerti di musica e generi che non conosco, ma lo faccio perchè sono musicista e non ho difficoltà ad ascoltare qualcosa che non conosco. Ma non tutti sono musicisti.

Dal lato dei musicisti, non tutti hanno la voglia e le capacità di comporre musica originale. E sempre per il discorso di sopra, facendo una cover band, è più facile e più rapido avere un pubblico che si strappa i capelli sotto al palco. Le soddisfazioni arrivano prima. Tu invece preferisci fare musica originale, crearti un tuo pubblico e dei tuoi fan; è un percorso più lungo, ma immagino che per te porti più soddisfazioni.

E poi non è nemmeno detto che suonare musica originale sia più divertente di suonare cover. Lo è per te, ma potrebbe non esserlo per altri.

Ah... per lo scimmiottamento, ci sono alcune tribute band che imitano penosamente. Tipo i classici cantanti che devono imitare Vasco e si mettono il cappellino e fanno due passi barcollanti ogni tanto, mentre il resto della band se ne frega della somiglianza.

Poi però ci sono tribute band che imitano in tutto e per tutto la band originale, compreso voce, look, atteggiamenti e movenze del cantante. Questo non lo considero scimmiottamento.
 




Io uso: solo le dita
 
Ultima modifica di Fenderissimo il Lun 11 Dic, 2017 20:22, modificato 1 volta in totale 
Fenderissimo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Buona sera a tutto il forum.
Mi intrometto nella discussione per dire la mia sul discorso tribute che reputo un pò spinoso.
Io attualmente suono in una tribute dei Guns e sono uno che sono cresciuto a pane e Slayer, non sono un patito del suono Fender (a parte quelli di Steve Harris/Frank Bello), e non mi sono mai piaciuti gli scimmiottatori.
Però ho 35 anni, non sono vecchio per carità, ma dubito di riuscire a sfondare nel mondo della musica, suono con dei ragazzi con la quale mi diverto e con la quale passo delle gran belle serate e onestamente non potrei chiedere di più, anche se devo ammettere che ogni tanto qualche senso di colpa ce l'ho perché mi rendo conto del "danno" che faccio andando in giro a suonare musica di altri togliendo spazio a chi invece potrebbe dire la sua.

Poi c'è il discorso locali.
Vicino a casa mia c'è un locale molto bello nella quale abbiamo avuto la fortuna di fare tre serate in dieci mesi che qualche anno fa ha tentato di far suonare gruppi che facevano musica propria con scarsi risultati. Va di conseguenza che l'unica alternativa sono le tribute che attirano più gente con buona pace della fantasia e della creatività dei musicisti.

Devo comunque dire che quando mi è capitato di registrare alcune linee di basso per amici che me lo avevano chiesto è stata una soddisfazione notevole, nonché un divertimento particolare perché ho potuto veramente mettere del mio.

Sui cantanti tali e quali non posso non quotare Fenderissimo perché non se possono vedé  
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di Luca C il Mar 12 Dic, 2017 00:22, modificato 1 volta in totale 
Luca C Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Citazione:
...però ci sono tribute band che imitano in tutto e per tutto la band originale, compreso voce, look, atteggiamenti e movenze del cantante. Questo non lo considero scimmiottamento.


Bensì nevrosi ossessivo-compulsiva?  

Scherzi a parte, anche io non concepisco l'attività di tributo propriamente detto... Al limite Cover band come progetto collaterale per marchettare e permettersi strumentazione o altro che derivi da un buon arrotondamento dello stipendio.
Nulla contro figuriamoci, forse in qualche festa di piazza mi sono anche goduto qualche show ben organizzato, alla leggera certo.
Devo dire che spesso in questi complessi ci suonano musicisti seri e ben preparati, in percentuale maggiore a ciò che si trova nella media delle band che propongono musica originale, però il concetto di tributo puro lo vedo un po' come "voglio ma non posso".
 




Io uso: solo le dita

____________________
Non conosco niente della musica. Ma per quello che faccio io non è assolutamente necessario. (Elvis Presley)

Ho la tastira rtta...
 
OnzoG-onzo Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Citazione:
Data l'atavica propensione del pubblico italico a cover band e affini


questo è un po' un mito da sfatare, il fenomeno delle tribute band non è affatto così tanto "italico", anzi, ed è sempre esistito.
spesso ci piace immaginare gli anni 60 e 70, o anche periodi successivi in cui tutti i locali proponevano musica dal vivo originale, in cui le band "emergevano" come niente fosse con i loro prodotti originali...

non è mai stato così.

tutti, e con tutti intendo davvero "tutti" hanno iniziato suonando la roba d'altri per farsi conoscere. un esempio classicissimo sono i Twisted Sister a New York negli anni 70: erano un gruppo che usonava fino anche a 6 ore cinque giorni a settimane, e per la maggior parte della carriera ha fatto solo ed esclusivamente cover di musicisti famosi, perchè la gente che andava ai concerti voleva sentire i pezzi che già conosceva.

hanno iniziato a proporre musica propria pagando spazi in radio in cui pubblicizzavano i loro concerti usando come sottodondo le loro canzoni originali, per cui il pubblico le "riconosceva" quando venivano suonate dal vivo.

ai tempo questo facevano la maggior parte delle band, suonavano cover di quello che andava di moda, di quello che portava gente nei locali, e piano piano proponevano cose originali. senza una casa discografica ad investire denaro la roba originale rimaneva una nicchia per pochi.

gli insuperabili Beatles come hanno inziato? cosa facevano prima di iniziare a comporre roba loro? la classica gavetta con le cover di tutta la musica rock 'n roll anni 50.

il primo disco di Bob Dylan erano esclusivamente cover di brani folk dell'epoca, e via discorrendo così più o meno tutti.

il fenomeno della coverband, del tributo,  del pubblico che preferisce sentire musica che conosce è sempre esistito, ovunque.

_______

partentesi chiusa, torniamo più in topic:

suonare in una tribute band, se fatta bene, è un lavoro impegnativo, richiede un certo studio, e preparare uno spettacolo dal vivo non è robetta, pure se suoni Ligabue.

chiaro, ci sono tanti che a sentirli e vederli fanno schifo, ma hanno pubblico, ma non sono tutti così.

dal punto di vista del pubblico, ci sono secondo me due correnti:

1) da un lato c'è, più raro, quello che va a sentire la tribute band perchè ormai sentire quelli veri è impossibile, vuoi perchè non suonano più, vuoi perchè sono morti, vuoi perchè in Italia non ci vengono.

2) dall'altro lato ci sono quelli a cui della musica non frega veramente un cazzo, devono solo sentire le canzoni che conoscono e cantarle a squarciagola, meglio se con un cantante che somiglia o imita l'originale.


io personalmente ho sia fatto roba originale che tributi (che sono quelli con cui si porta il grano a casa), ho sempre sentito indistintamente le due cose.

c'è da dire che è molto più difficile trovare un gruppo che faccia musica orignale appena decente piuttosto che trovare tribute band con musicisti eccellenti.
mi è toccato non so quante volte andare a sentire quelli che cantano in inglese non sapendo nemmeno pronunciare le parole, e di cui non si capisce nemmeno un testo.
repertori di "brani originali" tutti uguali e suonati senza dinamica, senza una parvenza di arrangiamento.

non tutti sanno comporre, non tutti sanno arrangiare e produrre musica da zero, nè tantomeno imbastire uno show di un certo livello (perchè la musica dal vivo non è mai solo musica).

se devo farmi martoriare le orecchie con della roba noiosa, banale e mal suonata, vado a sentire il 200esimo tributo a Rino Gaetano su suolo romano. (penso che qua ci siano almeno 10 tributi a Rino ogni giorno, che suonano dal vivo...).
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson Thunderbird 2006
- Gibson SG Bass 2010
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
OK, però terrei ben separate cover e tribute.
Tutti abbiamo cominciato con le cover, ovvio, poi ci sono cover che sono anche meglio degli originali, per me (i Metallica quando suonano i Diamond Head, per foare un esempio) e poi, se vogliamo, tutto il jazz tradizionale è basato sugli standard quindi cover.
Il mio riferimento iniziale era dovuto al fatto che parlando con amici, colleghi e qualche gestore di locali di area austriaco/germanica, tutti convenivano che in quei posti è molto più apprezzata la band originale della cover/tribute band, proprio nel senso che gli spettatori non sono gran che interessati a queste ultime.
Il contrario che in Italia, insomma.

Personalmente, preferisco 10 minuti di brani originali mal suonati che 5 minuti di tributo superprofessionale con strumentazione e abiti originali. Ma è questione di gusti.
 




 
duiliobelrtramo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Citazione:
Personalmente, preferisco 10 minuti di brani originali mal suonati che 5 minuti di tributo superprofessionale con strumentazione e abiti originali. Ma è questione di gusti.


beato te    sarai abituato a roba di qualità un po' più elevata.

in ogni caso, le tribute le ho viste anche all'estero, e pure parecchio. a Londra la tribute dei Darkness, per dirne una, i cui membri erano pure italiani  

Citazione:
OK, però terrei ben separate cover e tribute.


mmm, sì e no: ci sono gruppi che fanno cover "professionalmente" e fanno spettacoli a tema. c'è un gruppo qua a Roma che fa tutta musica disco anni 70, con costumi, coriste, cantanti, non dedicandosi ad un solo artista.
sempre in voga i gruppi che fanno le sigle dei cartoni (anche se da quando Cristina D'Avena è tornata a bomba sulla scena, ha oscurato tutti   ), quindi tematici ma non dedicati ad un solo artista o periodo (ripercorrono comunque quasi trent'anni di produzioni).

se per "cover band" intendiamo il gruppo di novellini che fa le solite quattro canzoni famose (Sweet Home Alabama, Knocking on Heaven's Door versioneguns, My Sharona ecc..) è un altro discorso.

io se vado a sentire musica dal vivo ci vado perchè voglio vedere uno spettacolo di qualità.

penso che questo brano degli Arctic Monkeys lo spieghi meglio   :


YouTube Link

 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson Thunderbird 2006
- Gibson SG Bass 2010
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
...concordo pure io sul fatto che il più delle volte si trovano più facilmente musicisti validi nelle tribute/cover band che non nei gruppi che propongono roba loro...   certo non è una regola fissa, ma se ci si pensa su è logico che se componi i pezzi tuoi tendi a farteli "su misura" adeguandoli insomma al livello tecnico disponibile...    invece la roba altrui, dipende ovvio da che cosa si coverizza   (un conto suonare i Ramones un altro i Rush, direi...    senza nulla togliere ai fans dei Ramones, era un nome a caso... ),   se uno la vuole suonare come si deve, e dovrebbe sempre essere così altrimenti meglio davvero che si resti a casa lasciando spazio a più meritevoli, può essere più impegnativa...  Personalmente, essendo uno che esce davvero pochissimo, non è che abbia visto molti concerti negli ultimi anni, ma ricordo un paio di tribute band, una dei Queen ed una dei Jethro Tull, Beggar's Farm nel 2001, quest'ultima  soprattutto la avevo molto apprezzata...  ricordo che dopo il concerto sono andato a fare i complimenti al cantante (che come Anderson suonava flauto e chitarra acustica, oltre a essere vestito simile a lui) e a dirgli, scherzosamente, che gli mancava solo la barba!         altrettanto scherzosamente mi rispose che stava pensando di farla crescere...   Questi qua tra l'altro hanno collaborato con gente che nei Jethro Tull veri ci ha suonato...       Riguardo al fatto che si tenda a preferire chi propone cover a chi suona roba propria, boh...  non saprei, dipende da cosa si suona direi...  piuttosto che sorbirmi un gruppo che fa, per esempio, le sigle dei cartoni, pure con musicisti strabravi   (anche qui, massimo rispetto, per carità...  ma davvero non le reggo... i cartoni mi piacevano solo da bambino     )   allora meglio un gruppo che fa roba sua, pure un po' "amatoriale", magari un esigua minoranza può apprezzarli per lo sforzo...  basta certo che  però siano nel limite della decenza            All'epoca, ahimè remota ormai, che suonavamo in giro col gruppo metal ormai sciolto, (magari qualcheduno qui delle province di Bergamo/Brescia ci avra pure visti, negli anni 90) suonavamo solo pezzi nostri (unica eccezione un paio di volte "Dungeons Are Calling" dei Savatage) e, tutto sommato, il più delle volte ci è capitato di essere apprezzati lo stesso... certo, ripeto, erano altri tempi... mi sa che oggi sia un po' cambiata...    Infatti, nella remota possibilità che il gruppo che ho attualmente (trio tastiere-basso-batteria, genere un po' sul prog... pezzi altrui riarrangiati più un paio nostri) dovesse fare qualche uscita live, e la vedo improbabile, penso che sarebbe più arduo stavolta trovare posti... boh, chi vivrà vedrà...     Scusate il papiro...   Salve a tutti...
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di digomma il Mar 12 Dic, 2017 12:49, modificato 1 volta in totale 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Piccolo OT avatar Pier_,

Sono un fan degli AM da sempre, e li conosco come le mie tasche!
Probabilmente è la mia band preferita.. ma non avevo mai capito di che cazzo parlasse Fake Tales  

Grande Pier!  
 




Io uso: plettro e dita
 
dseries Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Dalle mie parti le Tribute band sono una roba più rara che altrove, e comunque in quel paio di locali che fanno suonare musica per amore della musica le Tribute o Cover band non ci entrano minimamente.
Il fatto è che sono due pubblici differenti, da una parte quelli che vogliono divertirsi con brani dal gusto "di massa", dall'altra persone che vorrebbero sempre tastare il polso al momento musicale.
Due binari che non si incontrano praticamente mai.
 




Io uso: solo le dita

____________________
Non conosco niente della musica. Ma per quello che faccio io non è assolutamente necessario. (Elvis Presley)

Ho la tastira rtta...
 
Ultima modifica di OnzoG-onzo il Mar 12 Dic, 2017 14:20, modificato 1 volta in totale 
OnzoG-onzo Invia Messaggio Privato Invia Email
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
...che poi, a ben pensarci... non è che a fare cover uno si trovi necessariamente la strada più facile... certo è così se si propongono pezzi di Vasco o Ligabue o di altri gruppi strafamosi... o, per stare nel mio genere, di Iron Maiden o Metallica... ma se per esempio un gruppo volesse fare il tributo a, che so...  Dixie Dregs, o Niacin o Kansas         ... a parte la difficoltà ben maggiore, ma  non penso che sarebbero poi in molti gli spettatori, temo...   A quel punto, davvero non saprei dire se sia più "ostica", meno vendibile, una tribute band di questa gente rispetto a chi proponesse pezzi propri ma più "facili" orecchiabili e magari in linea con ciò che va al momento.. Boh...  Ri-Salve!
 




Io uso: plettro e dita
 
digomma Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
OnzoG-onzo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
da una parte quelli che vogliono divertirsi con brani dal gusto "di massa",


Dipende molto dall'oggetto del tributo....
Nell'esempio che citavo ( i Muiscal box ) il gusto di massa c'entra poco.
E' che si pensa troppo spesso che le tribute band si orientino sugli inflazionati Vasco Rossi e Ligabue.
Ma ho visto anche cover band dei Marillon e King Crimson. Situazioni ben diverse.

P.S. Digomma.... ho scritto prima di leggerti..... diciamo quasi le stesse cose.
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di SH il Mar 12 Dic, 2017 14:41, modificato 1 volta in totale 
SH Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Personalmente trovo interessanti e stimolanti progetti dove ci si mette qualcosa di personale.
Ovvero brani composti si da altri ma che rivisti/interpretati dagli esecutori secondo il loro personale stile.
Siano tributi all'artista/gruppo o singoli pezzi.
 




Io uso: solo le dita
 
blackdog Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
duiliobelrtramo ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Cioè, voi vi divertite a suonare in una tribute band o andare a vedere una tribute band?

Direi entrambe le cose. A farlo solo per denaro penso e spero siano veramente in pochi.
Non sono molto d'accordo sul discorso della strada spianata, sicuramente dipende sempre da cosa si propone e molto spesso da come lo si propone
 




Io uso: plettro e dita
 
lorenzo86ferrari Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
avatar duiliobelrtramo,innanzi tutto complimenti per questo nuovo topic  interessante e spinoso,perché,chi più,chi meno,ci tira in ballo tutti.infatti dico la mia: Ho 40 anni,suono da più di 20,vivo in provincia,ho avuto per parecchi anni una band di brani propi,e non c'è assolutamente storia,comporre arrangiare linee di basso tue,e' una soddisfazione  neanche paragonabile al suonare canzoni di altri ,il gruppo si e' sciolto da poco,ed  io sto cercando,ma le uniche proposte che mi arrivano,son di cover band.che poi se riarrangi in maniera personale,ci metti del tuo,cerchi di,mashappare con un po' di fantasia,ci può quasi stare,ma la band che nel 2017 fa el diablo/gioconda,smoke on the water,you give love a bad name....ecchecazzo...le vedevo già nei primi anni 90!! Non se ne può propio più!in conclusione tengo duro,non entro in cover band,ma così facendo suono da solo nella mia cameretta....poi piuttosto di andare a vedere una tribute band di Vasco rossi,o del liga,vado al bar dell'acli del paese,a devastarmi di digestivi,pur sapendo che quella tribute band di scimiottatori,farà il pienone,ed il titolare del locale dirà:"ma perché devo far suonare gruppi con brani originali,quando questi mi riempono il locale?" Meditate,gente ,meditate...
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Nikky Sixx per l'attitudine,Billy Sheehan per la tecnica.
 
Ultima modifica di Davide Dolly il Mar 12 Dic, 2017 17:57, modificato 1 volta in totale 
Davide Dolly Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Citazione:
A farlo solo per denaro penso e spero siano veramente in pochi.


il lavoro è lavoro, e la musica è un lavoro come un altro.

alla fine è quello che, ad un certo punto, fanno anche i più grandi, e che nella migliore delle ipotesi diventano la tribute band di loro stessi, quando le idee ormai sono finite.

ad esempio, i Cure dal vivo ormai fanno solo i successi del passato, per carità bellissimi, venticinque anni di successi e brani eccezionali, ma già da più di dieci anni sono diventati la tribute band di loro stessi, che scimmiottano i Cure.

Springsteen fa uscire un album ogni due anni per giustificare tournee grandiose, e per carità, eccezionali quattro ore di concerti, E-Street Band sempre inarrivabile, ma degli album da The Rising in poi (salvo "Waitin' on a Sunny Day") non si sente mezzo brano...
giusto qualcosa per giustificare il nuovo disco, poi è tutta roba "vecchia", suonata mano a mano da musicisti diversi per defezioni e defunzioni.

e così tantissimi altri dopo un tot di anni di carriera, quando le idee buone finiscono. tutto il pubblico strilla quando c'è il pezzo che conosce, ma se il gruppo suona il pezzo meno famoso, c'è quasi sempre il gelo.



Citazione:
,innanzi tutto complimenti per questo nuovo topic  interessante


all'inizio pensavo fosse una battuta    credo che sia l'argomento più trattato di sempre su tutti i Forum del mondo.
qua se ne è parlato decine di volte, e più o meno il risultato è sempre lo stesso.  

ma la musica è da sempre questo, non è una novità di oggi, nè degli anni 90, nè degli anni 50. la gente ascolta con piacere quello che già conosce, e difficilmente "scopre" dal vivo, anche perchè spesso e volentieri la performance dal vivo non permette che tutto sia "all'altezza", vuoi per la fonìa, vuoi per l'acustica, vuoi perchè si sta fruendo di un prodotto che esiste solo nel preciso istante in cui viene eseguito.

se sento una canzone di due minuti dal vivo, per la prima volta, in mezzo al casino, con la birra e la gente che chiacchiera nel pub, quante possibilità ho di ricordarmi qualcosa di quella canzone quando ne inizia un'altra?

non è come stare a casa, mettere su il disco e sentirselo con calma, riascoltando i brani che piacciono, avendo magari sotto mano il testo per seguire bene.

senza contare poi quando il gruppo de romanacci canta con un inglese incomprensibile, atteggiandosi come se avesse composto la Divina Commedia in musica, ma che nessuno può capire, nemmeno un madrelingua.
ho sentito brani in inglese che sembravano tradotti con google, robe maccheroniche oltre ogni dire... tra questo e il Vasco di turno, non c'è proprio paragone  
 




Io uso: plettro e dita

____________________
www.Megabass.it - Megabass - Il Sito
http://forum.megabass.it/
http://wiki.megabass.it/

Pier's Gear:


- Gibson Thunderbird 2006
- Gibson SG Bass 2010
- Harley Benton JB75SB
- Tabacco Cables
- Korg Pitchblack


gugu ha scritto: 
uuuh... non vedo l'ora di vedere scritto "si chiude" con più di otto lettere!!!
 
Pier_ Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
SH ha scritto:  
suonare musica altrui, specie se di proprio gusto, può essere gratificante.

Questo è verissimo, suonare un bel pezzo, di chiunque sia, è sempre piacevole.

SH ha scritto:  
Può essere anche un punto di arrivo, soprattutto in casi di repertori parecchio ostici.

No, su questo non sono d'accordo, invece. Il punto di arrivo di un musicista deve essere fare musica, è proprio una questione semantica. Se il punto d'arrivo è la difficoltà esecutiva secondo me c'è un fraintendimento del significato dell'essere musicista. Personalmente studio un pezzo altrui se mi piace il pezzo, non mi metterei mai a suonare un brano che mi fa schifo sol perché c'è un passaggio che potrebbe aumentare il mio livello tecnico. Non a caso tecnicamente arrivo a pagina 2
Ma non mi è mai interessato approfondire quel tipo di aspetto oltre quello che mi serve. Quando ho necessità di fare qualcosa di più complesso lo studio, fisicamente sono normodotato, prima o dopo ci riesco. Ma se ne ho bisogno per un fine musicale, non per il vezzo di farlo o peggio ancora per ficcarcelo in un contesto dove non c'entra nulla tanto per compiacermene.

Fenderissimo ha scritto:  
Dal lato dei musicisti, non tutti hanno la voglia e le capacità di comporre musica originale

No, dai. Per me è inconcepibile che un musicista non abbia la VOGLIA di scrivere musica propria. Cioè, nel caso non sei un musicista, sei qualcos'altro. Che non vuol dire meglio o peggio, ma qualcos'altro.
 




Io uso: plettro e dita
 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Pier_ ha scritto:  




ad esempio, i Cure dal vivo ormai fanno solo i successi del passato, per carità bellissimi, venticinque anni di successi e brani eccezionali, ma già da più di dieci anni sono diventati la tribute band di loro stessi, che scimmiottano i Cure.
il lavoro è lavoro, e la musica è un lavoro come un altro.

alla fine è quello che, ad un certo punto, fanno anche i più grandi, e che nella migliore delle ipotesi diventano la tribute band di loro stessi, quando le idee ormai sono finite.

Verissimo da quando e' cominciato il filone delle reunion gli esempi abbondano,secondo me quello piu' eclatante e' quello dei Queen+cantante di turno (e lo dico da superfan),almeno gli Elio han avuto la maturita' di dire basta...





Citazione:
,innanzi tutto complimenti per questo nuovo topic  interessante

Pier_ ha scritto:  

all'inizio pensavo fosse una battuta    credo che sia l'argomento più trattato di sempre su tutti i Forum del mondo.
qua se ne è parlato decine di volte, e più o meno il risultato è sempre lo stesso.  

No no giuro,lo so che e' un argomento non nuovo,ma come gia' detto lo trovo nazional-popolare,e personalmente m'infervoro sempre quando si parla di tibute band

Pier_ ha scritto:  


se sento una canzone di due minuti dal vivo, per la prima volta, in mezzo al casino, con la birra e la gente che chiacchiera nel pub, quante possibilità ho di ricordarmi qualcosa di quella canzone quando ne inizia un'altra?

non è come stare a casa, mettere su il disco e sentirselo con calma, riascoltando i brani che piacciono, avendo magari sotto mano il testo per seguire bene.




anche qui quoto appieno la saggezza di Pier   ,ed aggiungo che,il succeso di tribute-cover band e' anche dovuto alla poca preparazione e cultura dei fruitori frequentatori di locali,ma anche qui siamo su terreni spinosi e il discorso e' lungo e contorto...
 




Io uso: plettro e dita

____________________
Nikky Sixx per l'attitudine,Billy Sheehan per la tecnica.
 
Davide Dolly Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Fu-V ha scritto:  
No, dai. Per me è inconcepibile che un musicista non abbia la VOGLIA di scrivere musica propria.


Ma per con la voglia che manca intendo anche uno che prova a scrivere qualcosa, ottiene scarsi risultati ed abbandona la carriera da compositore. Oppure scrive qualcosa, poi va a suonare solo cover, quindi si rompe di scrivere.

Fu-V ha scritto:  

Cioè, nel caso non sei un musicista, sei qualcos'altro. Che non vuol dire meglio o peggio, ma qualcos'altro.


Non sono d'accordo. C'è anche chi preferisce fare l'esecutore, ma sempre musicista è.
 




Io uso: solo le dita
 
Fenderissimo Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Fu-V ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Cioè, nel caso non sei un musicista, sei qualcos'altro. Che non vuol dire meglio o peggio, ma qualcos'altro.


Vado anch'io contro questo ragionamento, i membri delle varie orchestre (haydn, london philarmonic ecc) che sono assunti/pagati/riveriti ecc ecc solo per suonare musiche scritte centinaia d'anni fa cosa sarebbero?  
 




 
tonz Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Ovviamente ne sto facendo una questione filosofica, se mi passate il termine, ma amo discutere di lana caprina, che ci volete fare?
Io per musicista intendo uno che produce musica, non uno che la riproduce. Altrimenti Renzo Piano e i muratori di un suo cantiere sono tutti architetti, scusate
Poi, certo, non tutti hanno lo stesso talento compositivo. Come non tutti hanno lo stesso talento esecutivo.
Ma se uno ha l'esigenza di scrivere continua a farlo anche nella propria cameretta a prescindere dal valore del risultato, esattamente come uno a cui piace suonare lo continua a fare anche senza esibirsi.
Mi rendo conto che il tutto sia basato su una mia pippa mentale che si rifà al significato lessicale stretto della parola musicista, effettivamente ormai anche sui dizionari viene indicata la possibilità di utilizzarlo per estensione come sinonimo di strumentista.
Però è pure vero che i dizionari hanno sdoganato la forma èdile accanto al corretto edìle. Oh, un accento sbagliato è un accento sbagliato anche se lo sbagliano in trenta milioni di persone
 




Io uso: plettro e dita
 
Ultima modifica di Fu-V il Mar 12 Dic, 2017 21:30, modificato 1 volta in totale 
Fu-V Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Tribute Bands, Perchè? 
 
Secondo me chiunque si metta a suonare una serie di note che formino una melodia/composizione è un musicista, conosco sia musicisti di tribute band che musicisti creatori di pezzi originali e non ritengo i secondi più bravi dei primi solo perché hanno scritto delle musiche, per come sono giudico chi è il più bravo in base alle loro reali capacità di coinvolgimento del pubblico indipendentemente dal fatto che il pezzo sia una cover o meno, meglio una cover fatta da dio, mettendoci magari del proprio se ne si ha la capacità, che un pezzo originale fiacco  
 




 
Ultima modifica di tonz il Mar 12 Dic, 2017 21:52, modificato 1 volta in totale 
tonz Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
 
NascondiArgomenti Simili
Argomento Autore Forum Risposte Ultimo Messaggio
No Nuovi Messaggi Un Basso Da Queensr?che-tribute-band Radyo Bassi&Co. 9 Mer 10 Set, 2008 09:31 Leggi gli ultimi Messaggi
GiuFango
No Nuovi Messaggi Funk Foolosophy(tribute To Jamiroquai) Liv... CionaZender Eventi 0 Mar 13 Lug, 2010 08:58 Leggi gli ultimi Messaggi
CionaZender
No Nuovi Messaggi Viva Pooh tribute band con RED CANZIAN Fagyo Eventi 25 Ven 04 Apr, 2014 21:45 Leggi gli ultimi Messaggi
Fagyo
No Nuovi Messaggi Pooh tribute! Fagyo Megabass FM 58 Lun 07 Apr, 2014 16:13 Leggi gli ultimi Messaggi
Des
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario