Recensione Sire V7 Marcus Miller 5 »  Mostra messaggi da    a     

MegaBass Forum


Bassi&Co. - Recensione Sire V7 Marcus Miller 5



Libra [ Lun 14 Nov, 2016 10:32 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Migueldicarlo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Io 400€ le spenderei diversamente:

Tipo come? Chiedo perché sono stato a lungo indeciso se prenderlo, alle mie orecchie di neofita non suonava affatto male. In seguito ho optato per un L2000 Tribute però il tarlo del V7 è rimasto, quindi fa piacere sapere come un esperto impiegherebbe una cifra simile


Migueldicarlo [ Lun 14 Nov, 2016 15:18 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Libra, negli ultimi 10 anni ho avuto tra le mani forse 1000 strumenti, non c'era un basso che suonava male.
Io ad esempio avevo gli SX, sempre bassi cinesi sempre, niente di che, i legni erano discreti e i bassi suonavano più che bene.
qualsiasi altro strumento di qualsiasi altra marca conosciuta è sicuramente un acquisto più intelligente
se poi la scritta marcus miller ti piace così tanto prendi un pennarello e falla tu


Maxer [ Lun 14 Nov, 2016 17:50 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Miguel, ... lungi da mè l'idea di contraddirti: parlando di bassi tu sei uno dei miei riferimenti più affidabili in assoluto:

però dopo avere posseduto e provato anch'io un bel numero di bassi economici devo dire che in questi Sire un po' di valore aggiunto rispetto alla media dei vari SX, Rockbass, Squier, etc. mi pare che ci sia. Lascio volutamente fuori da questo elenco i Tribute e tutti gli strumenti con configurazione e pick-up diversa dal classico JJ giusto per restare su soggetti realmente comparabili. Come liuteria, legni e finiture c'è senz'altro di meglio tra le marche che ho citato, ma se ci limitiamo al suono resto convinto che questo prodotto abbia qualcosa in più della media dei concorrenti. Magari è solo l'elettronica cinese che per completezza ed efficienza va particolarmente bene su questo basso, ma alla fine io la differenza l'ho sentita e io non ho un orecchio particolarmente fine.

Il concetto stesso di "rapporto qualità prezzo" a volte è un po' aleatorio perchè per paradosso un prodotto con prezzo molto basso tenderebbe ad avere una qualità altissima quindi lasciamolo un attimo in sospeso; poi però se guardiamo i vari Squier o Rockbass anch'essi prodotti in Far East non è che costino tanto di meno ... Forse SX e Harley Benton costano qualcosa in meno, ma gli altri con elettroniche simili o paragonabili sono tutti lì, se non più alti. L'assenza di intermediari e la vendita diretta ai negozi è una cosa interessante: come sempre c'è qualcuno che ci guadagna ma come sempre anche in questo caso non sembrano essere gli acquirenti finali.


Un Sire costa circa 100 € a corda ( ): io non saprei dire se è il prezzo giusto in rapporto ai costi di produzione, ma mi sembra un costo tutto sommato in linea col resto del mercato e per quanto i Sire siano bruttini e un po' tirati via (... per carità, IMHO !!!), io non ricordo degli SX o degli Squier o dei Rockbass che (senza alcun upgrade) suonassero così. Mi ricordo invece degli SX/Squier/Rockbass e qualche Harley Benton esteticamente più belli, più curati nei dettagli e nei materiali accessori, questo sì, ma che suonassero così mi vengono in mente solo strumenti di classe superiore.

Quando mi sono potuto permettere uno strumento migliore io il mio Sire l'ho venduto senza remore; non ho mai gridato "al miracolo", ma posso capire il successo immediato che hanno avuto (e stanno avendo) questi strumenti. Se poi costano di più di quello che valgono amen ! Almeno suonano bene e hanno un prezzo in linea con buona parte dei concorrenti. Infondo gli strumenti li prendiamo (principalmente) per suonarli no ?


Migueldicarlo [ Lun 14 Nov, 2016 23:26 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Maxer, ma figurati
io penso che il successo di questi strumenti sia dovuto al nome sulla paletta, l'elettronica non è malvagia e lo strumento tutto sommato suona, è chiaro.
rimane comunque uno strumento che senza miller sulla paletta costrebbe 250€ non di più


Simonfunk [ Mar 15 Nov, 2016 08:09 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
D'accordo, quindi vedo che le opinioni continuano ad essere discordanti.
La mia situazione di mancino mi ha portato a valutare questo marchio in quanto c'è una ottima disponibilità di strumenti pronta consegna, potendo scegliere legni, colori e quantità di corde.
Io stò cercando un 5 corde, con un budget di circa 600 euro, e ragazzi credetemi che non c'è veramente una mazza in giro...
Ho puntato Warwick Rb Streamer 5 corde, ma in pronta consegna c'è solo nero... e quindi ecco che ricado su questi Sire...
Però qui in friuli/veneto non c'è modo di provarne neanche uno da destro per capire com'è fatto, ecco perchè ho rispolverato questo 3d...


SCARAMIX [ Mar 15 Nov, 2016 08:39 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Da mancino a mancino....proverei anche trb yamaha...
Ciao ciao


Maxer [ Mar 15 Nov, 2016 08:58 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Migueldicarlo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
l'elettronica non è malvagia

Credo che tu abbia centrato il punto Michele: mi pare che ciò che rende questo basso particolare, e per certi versi più riuscito di molti concorrenti diretti, sia proprio l'elettronica. Sarà anche una cineseria economica, ma è una delle più complete della sua categoria e su questo strumento funziona davvero molto bene.

Simonfunk con quel budget ... e un po' di pazienza ... puoi trovare qualcosa di "mancino" sul mercato dell'usato, ma la pazienza in questi casi è indispensabile. Sul nuovo invece ho l'impressione che il campo si restringa parecchio: si torna ai soliti marchi più famosi, ma ripensando a quello che io ho avuto tra le mani non mi viene in mente nulla (in configurazione JJ) che suoni molto di meglio del Sire.

SCARAMIX i TRB 5 corde nuovi mi sembrano tutti ampiamente fuori budget (... magari cercando si trova qualche usato mancino su quelle cifre), se invece ti riferisci ai TRBX (che comunque hanno una configurazione abbastanza diversa), io credo che non ci sia partita, soprattutto sul 5 corde.


Beelgio [ Gio 17 Nov, 2016 21:27 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Qualcuno ha per caso un 4 corde?


malcom x [ Ven 18 Nov, 2016 04:01 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
In pratica, avete in mano un Harley Benton o simile con elettronica attiva (cinese chiaramente) ma che, siccome c'è scritto Marcus Miller vi hanno inc***to 170€ in più...poi fate voi ;)[/quote]. Ma cosa dici Miguel,ma quale Harley Benton,mi meraviglio di te....


Pier_ [ Ven 18 Nov, 2016 11:18 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Beelgio, c'è il topic dedicato in generale a questo modello, con varie recensioni del 4 corde

malcomx, guarda, avendo un JB75 della Harley Benton, posso dirti che è plausibilissimo sia così di bassi economici e non ne ho avuti una caterva, e questo si mangia a colazione tutti gli Squier di fascia alta che ho avuto, tipo vintage Modified e Classic Vibe (ne ho avuti quattro), sia come costruzione, molto più precisa, sia come legni. body in due pezzi di frassino, molto bello, verniciatura meno spessa, pickup di marca (wilkinson), hardware sullo stesso livello, se non migliore (ponte anche con sellette in ottone).

oggi non ricomprerei uno Squier per nessun motivo, avendo questo da quasi un anno ormai.


Simonfunk [ Lun 21 Nov, 2016 12:12 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Beh io lo ho acquistato, in parte perchè la fretta di avere un gioco nuovo ha avuto il sopravvento, ed in parte perchè comunque non ne vedo parlare proprio male.

Apprezzo i commenti di tutti voi, e all'arrivo aggiungerò anche qualche opinione.

Mi sento soltanto di commentare l'argomento "elettronica cinese", io acquisto materiale elettrico da anni, sia componentistica che schede, cablaggi, connettori, ecc... in gran parte appunto in Cina.
Attenzione a non fare di tutta l'erba un fascio... esistono prodotti cinesi MOLTO superiori a prodotti italiani o europei, e non parlo del costo, ma della qualità! Poi ci sono ovviamente prodotti di m...a, quindi attenzione a non dare troppo per scontato...
Non sò questo prodotto in che modo sia costruito, ma ispezionerò il tutto appena possibile.


Maxer [ Lun 21 Nov, 2016 13:06 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Simonfunk, Io ho scritto "cineseria economica" perchè sul mio ho trovato un potenziometro concentrico che non funzionava e perchè i materiali del control-plate e di alcuni altri accessori, sembrano davvero molto "cheap". Da questo punto di vista, se paragonato ad altri strumenti di pari fascia, il Sire non ne esce bene. Tutto ciò non toglie nulla al fatto che l'elettronica (quale che sia la qualità) sembra ben progettata e risulta sicuramente molto efficace.

Se poi quando ti arriverà ci darai anche una conferma competente che si tratta di una elettronica di buona qualità, tanto meglio ! Io questo non sono in grado di giudicarlo, ma anche dopo avere riesaminato nel dettaglio il 4 corde che è recentemente arrivato ad un amico, mi sento di confermare tutto: buoni legni e gran bel suono (forse il migliore e il più completo della sua categoria), ma la rifinitura e la scelta di alcuni materiali risulta palesemente meno curata rispetto alla maggior parte dei vari Squier, RockBass, Harley Benton, etc.

Uno può anche dire che per cambiare i pomelli di plasticaccia e un battipenna (... IMHO inguardabile !) ci vuole poco, si fa prima e si spende meno, che non a cercare di far suonare bene una basso che di suo suona poco o male: questa è una considerazione che ci può stare ! Ma credo di non dire nulla di strano se affermo che questo è un basso più di "sostanza" che di "apparenza".
Dalle mie parti dicono: "al sarà anch' boun ... mo bel propria no"


Simonfunk [ Mar 22 Nov, 2016 11:35 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Ci mancherebbe Maxer! Avevo ben inteso il tuo commento, e ho apprezzo in generale la tua argomentazione perchè è gestita senza valutare chi ha prodotto, ma soltanto il come ha prodotto!
Io infatti volevo soltanto specificare che questa lotta contro la roba cinese non sempre ha senso, non era diretto a te!
Comunque dovrebbe arrivare oggi, e speriamo intanto che arrivi intero...!!!


haldir [ Lun 16 Apr, 2018 15:37 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
Volevo sapere se qualcuno di voi ha provato il p7 (5 corde ) e il v7 (5 corde) entrambi il frassino, e magari i motivi che giustificano una differenza di prezzo di quasi 100 euro a quanto vedo sui vari siti.


flavioxx [ Gio 06 Set, 2018 18:09 ]
Oggetto: Re: Recensione Sire V7 Marcus Miller 5
avatar haldir,

Io ho preso il V7 vintage 5 corde alder (pensando che forse pesava un po meno dell ash)
arrivato insuonabile.
credo che se un basso lo prende uno che non sa mettere le mani lo rimanda subito in dietro.
Ho fatto un setup casereccio e il basso si e' OVVIAMENTE TRASFORMATO.
A casa suona benissimo. grande varieta di suoni e tastiera niente male.
Ho fatto un setup medio (non rasoterra) per avere le note il piu' pulite possibile anche pensando al live dove si pesta un po' di piu'.
Nonostante cio' al tatto e' rimasto molto gradevole e comodo.
Basso Ben bilanciato
Peso (pesato) 4.3 kg che non e' molto per un 5 corde
Oggi lo ricomprerei ...non subito ….bensi ...Ieri
Ma, il basso si vede live (per me)
sto fine settimana mi sparo 3 date per cui lunedì prox vedo se la penso ancora cosi'

qui qualche risposta da parte di sire
https://www.sire-usa.com/f-a-qb/




Powered by Icy Phoenix