Gibson Sg Standard Faded »  Mostra messaggi da    a     

MegaBass Forum


Bassi&Co. - Gibson Sg Standard Faded



Paolone [ Gio 05 Mag, 2016 11:42 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Avete notato anche voi che dal 2016 questo modello sembra essere andato fuori produzione?
Un amico vuole comprarlo ma si è reso conto che sul nuovo non se ne trovano più..


trigonometrico [ Sab 07 Mag, 2016 12:41 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Sul sito di Tomassone ce ne sono due nuovi disponibili, sempre che il sito sia aggiornato.

Link

Sembrerebbe però che Gibson abbia sospeso, o quantomeno ridotto notevolmente, la produzione di bassi, eccetto che per il nuovo modello Es-Les Paul. Si spera che sia solo una cosa temporanea. Nel catalogo ufficiale comunque ci sono ancora, compresi l'SG Faded e l'SG Special (nuova denominazione del Faded).


Paolone [ Dom 08 Mag, 2016 13:59 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
trigonometrico, o il sito non è aggiornato o sono delle rimanenze di qualche anno fa..


Quisdam [ Lun 09 Mag, 2016 10:05 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Ho notato anch'io. Ho cercato per mesi un gibson midtown Bass senza ottenere risultati. In Europa pare non lo abbia nessuno.
Idem ultimamente con l'sg faded, in passato ho avuto lo standard che vendetti, adesso sono intenzionato a riprenderlo nella versione faded, la cui finitura mi piace di più. Ma è introvabile. Ogni tanto se ne vede qualcuno usato su mercatino, ma poca roba. Pare che anche ai rivenditori ufficiali i bassi gibson non arrivino per adesso


Pier_ [ Gio 15 Feb, 2018 18:43 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
vorrei riportare la mia, seppur breve, esperienza con questo basso, dopo circa sei mesi.

premetto che è un basso che puntavo da anni, provato la prima volta credo ormai dieci anni fa, ma non avevo mai avuto il coraggio di prenderlo per via dello sbilanciamento a tracolla.

nell'ultimo anno ho fatto le poste su mercatino, e dopo averne persi mio malgrado due, sono riuscito a trovarne uno come lo volevo io, quindi 2010 (precedente all'acero cotto per la tastiera), faded cherry e con custodia, tenuto bene, ad un buon prezzo, 550€ spedito.

andiamo con ordine:

FINITURE E QUALITA': niente da dire. perfetto sotto ogni punto di vista, dalla verniciatura, che seppur sottile è resistente e ben fatta, ai tasti in una lega resistentissima e tutti livellati alla perfezione.

le meccaniche sono ottime (grover, grosse con farfalla), truss rod perfettamente funzionante e scorrevole, e manico che regge benissimo.

BILANCIAMENTO: zero assoluto, anche con tracolle ruvide crolla verso la paletta (che è grossa e con le meccaniche enormi), e tira via i vestiti... preferisco usare tracolle in nylon, che almeno non mi si aggrappano ai vestiti.

perchè il basso stia fermo, il braccio destro deve essere appoggiato al body, che però ha una forma particolare ed è piccolo, quindi pure là non è che si riesca molto ho dovuto lavorarci parecchio per trovare la posizione giusta, parecchio bassa, che è pressochè questa: https://cdn.gethypervisual.com/imag...13603_84287.jpg

c'è da dire però che il basso è leggerissimo, pesa sicuramente meno di 3kg, il body è minuscolo e sottile.

probabilmente spostando un po' il bottone della tracolla si potrebbe ottenere un risultato migliore, come feci con la mia chitarra SG, però ho paura che cambi poco.

MANICO: per me il punto forte di questo basso: sono sempre stato un grandissimo estimatore dei bassi a scala corta, ma in tutti ho sempre ritrovato lo stesso problema: il manico minuscolo.

non parlo ovviamente di lunghezza, bensì di larghezza e profilo. tutti gli scala corta che ho avuto avevano manici anoressici, super-sottili al capotasto e con un profilo ridicolo, per di più con l'intercorda stretta.

esempi sono l'Hofner 500/1 ed il Verythin, il Danelectro Longhorn, l'Hagstrom Viking, il Fender Mustang, l'Ibanez Mirko... anche dove il capotasto è un canonico 38mm, poi il resto del manico è sottile e stretto.

l'SG col cazzo, ha 38mm di capotasto, ma il manico ha un profilo enorme, è una mazza da baseball, ed al tacco è largo.
passare da uno scala 34" a questo si nota molto meno che con altri bassi, e la cosa mi piace molto.

si "sente" che è scala corta, ma non te lo fa pesare.

poi c'è mezzo centimetro di palissandro che fa anche la sua

SUONO: il suono è il pomo della discordia per questo basso. è tutto fuorchè un Fender, non è certamente un suono brillante.
io me ne innamorai già ai tempi in cui lo provai, ma la vera scintilla c'è stata quando ho visto il live di McCartney del 2006, con al basso Brian Ray che lo sfoggiava in vari pezzi, ed era esattamente il suono che mi mancava da altri bassi.


YouTube Link


è un suono che non definirei "tondo", non è così fangoso come viene di solito descritto, anche usando solo il pickup al manico.
è pieno di mediobasse in tutte le configurazioni, ma rimane sempre una certa definizione che in gruppo fa comunque sentire tutto bene, senza perdersi una nota.

a sensazione, provando ad usare termini tendenti all'astratto, è un suono "quadrato ma smussato".

questo è un sample un po' alla buona, con corde Ernie Ball 50-105 vecchissime: https://soundcloud.com/pierfrancesc...-regular-50-105

ne dovrei avere altri con corde più nuove (ora ci sto usando le D'Addario nickel 50-105), ed il "metallico" delle corde si sente. ho provato anche le Rotosound 45-105 in acciaio, ma non mi hanno fatto impazzire, dandogli quasi troppa brillantezza.

piccolo appunto: il pickup al manico non si regola, le viti gli angoli servono solo a reggere la cover, e le viti/polo non vanno mosse, altrimenti si allentano e vibrano; eppure il volume tra le corde è piuttosto bilanciato, e non ho mai sentito il bisogno di fare modifiche.

il pickup al ponte si può regolare con le viti laterali (si regge con le molle, quindi niente spugna o gommapiuma con cui smadonnare), e si riesce ad ottenere un perfetto bilanciamento dei volumi tra i due pickup, usando ovviamente come "base" quello al manico, che non si regola.

comunque, si riescono ad usare tutte e tre le configurazioni dei pickup, in gruppo, e funzionano tutte dove servono.

chiaro, non è un basso che consiglierei per chi cerca i suoni a motosega dei Warwick (ed infatti io ho venduto lo Streamer LX4 per finanziare questo proprio perchè troppo metallico), ma per fare "il basso" dove è quello che serve, è perfetto, perchè nonostante il suono enorme, è intellegibile all'interno del mix.

aggiungo una cosa: sui Fender, Musicman, Warwick o altro del genere a me piace tantissimo suonare con corde rasoterra, mi piace molto il suono della corda picchiata contro i tasti, per me è "il suono" dei Fender, ad esempio.
un Jazz o Precision senza il rumore dei tasti è un basso qualsiasi.

sui Gibson (Tbird ed SG) invece mi fa veramente schifo. il Thunderbird lo tenevo (ahimè la sua ergonomia ha avuto la meglio, e mi ha convinto a venderlo) con corde abbastanza alte, e pure l'SG non scherza.

non saprei spiegare come mai, ma mentre sui Fender e simili quel suono è fantastico, sia con corde lisce che ruvide, sui Gibson lo trovo terribile

in ultimo, questo SG (ma pure il Thunderbird) lo preferisco di gran lunga suonato con le dita.

qua una fotuzza assieme al Tbird, ma cercherò di farne altre appena ho tempo:

https://photos.app.goo.gl/6BQfyMepxBc11Oe93


CONCLUSIONE: alla fine della fiera, è un basso che sto amando sempre di più, cosa che non avrei mai immaginato.
eppure, anche se non lo uso per un po' di tempo, ogni volta che lo tiro fuori dalla custodia e ci metto le mani mi sento a casa.

con il Thunderbird non succedeva, e non mi è successo con quasi nessuno strumento se non l'Harley Benton che sto usando da più di due anni.

sarà il profilo del manico ciccionissimo, sarà il mix di scala corta, leggerezza, misure del manico e suono, però con questo basso mi sento sempre a casa anche se uso altro per un sacco di tempo.

ad esempio nell'ultimo mese non l'ho suonato mai, ho usato solo il Jazz per diverse serate e per studiare, eppure appena imbracciato, era come se lo avessi suonato fino al pochi minuti prima.


fosse per me, ne comprerei un altro e ci metterei le corde lisce, infatti sto lurkando mercatino da un po' nell'attesa di trovarne uno messo bene come il mio nell'ultimo ne sono usciti ben cinque, di cui il quarto l'ho preso io ed il quinto una mia amica utente del forum (che credo però l'abbia già rivenduto).

gli altri mi sono tutti sfuggiti dalle mani o per mancanza di budget o per venditori infami che quando stai per fare il bonifico ti chiamano e ti dicono che ci hanno ripensato e non lo vendono più

PS: il modello Standard con i blocks lo trovo orrendo, non so perchè. questo Faded con i dot e la vernice opaca invece è proprio stupendo, semplice e rozzo quanto basta.

mi piacerebbe trovare un modello come quello di Brian Ray, che è l'Heritage Cherry (quindi lucido), ma con i dot, però purtroppo non si trova da nessuna parte.

se doveste avere degli SG Faded dal 2010 in giù, rossi e tenuti bene, fatemi un fischio


Classic60 [ Ven 16 Feb, 2018 11:39 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Complimenti, sembra davvero un bel basso. Ho avuto una sg faded e poi una standard e ora una les paul standard. Grandi strumenti, anche i faded. Però mi sembra che rispetto alla standard avevano anche cambiato le meccaniche oltre ai pickup.


Pier_ [ Ven 16 Feb, 2018 12:11 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Classic60, dipende dal periodo. i Faded hanno le stesse identiche caratteristiche degli Standard, eccetto legni un po' meno selezionati (quindi ad esempio due o tre pezzi per il body invece di uno o due) e finiture meno "di lusso", come la decalcomania sulla paletta al posto dell'intarsio, e l'assenza del "diamante" sulla paletta (ed ovviamente la verniciatura diversa).

standard: http://images.gibson.com/Products/E...s/Headstock.jpg

faded: https://images.talkbass.com/attachm...80-jpg.2444053/

per il resto pickup, meccaniche, ponte ed elettronica erano gli stessi, almeno sull'SG.

discorso diverso le serie Studio, che avevano anche caratteristiche diverse.


Classic60 [ Ven 16 Feb, 2018 12:29 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Pier ti dico nel mio periodo "SGsiano". Era il 2008/2009 quando presi una sg faded. Il 2010 quando presi la sg standard.
Cambiava, e sono sicuro, il pickup al ponte, da 490T a 498T.
C'erano anche delle differenze a livello di rifiniture meno curate sulla mia faded, infatti dovetti far sistemare il capotasto.
A livello di suonabilità la standard aveva un manico e una tastiera migliore per i miei gusti. A livello di suono erano discretametne simili sul pickup al manico, e abbastanza diverse sul pickup al ponte, più aggressiva e rotonda la standard.
Insomma le differenze non erano solo a livello di rifinitura ma anche dell'hardware e della realizzazione dello strumento.
non per niente la standard costava quasi il doppio.


Pier_ [ Ven 16 Feb, 2018 16:49 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
ah sì, parlando di chitarre sì, i pickup erano diversi dichiaratamente, anche sulle Les Paul.

accesissimo il dibattito tra chi preferiva i 490 e chi i 498. nel caso delle chitarre cambiavano anche le meccaniche, le Grover sulla Standard e le Kluson sulla Faded.

sulle finiture, il discorso è lungo, nel senso che è la cosa principale ad incidere sul prezzo, perchè le Faded (come le Studio) sono le serie con finiture più grossolane, una mano di vernice sottile opaca, niente binding, niente blocks, niente intarsi, tutto più scarno.

il capotasto credo di averlo dovuto regolare su tutti gli strumenti che ho avuto, dai 100 ai 2000 euro trovare un capotasto già a posto per me è improbabile, a meno di non essere proprio di manica larghissima.


Pier_ [ Sab 17 Feb, 2018 00:34 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
scusate se tiro su, ma aggiungo qualche sample fresco fresco. le corde sono D'Addario EXL160s, quindi nickel ruvide 50-105 scala corta montate ormai a settembre ed usate parecchio; tutti e tre i sample suonati con le dita spostando anche la posizione in cui si pizzica ( sopra il pickup al manico se solo manico, a metà se tutti e due, sopra il pickup al ponte se solo ponte).

qua solo manico:

https://soundcloud.com/pierfrancesc...io-exl160s-neck

qua ambedue i pickup:

https://soundcloud.com/pierfrancesc...io-exl160s-both

qua solo ponte:

https://soundcloud.com/pierfrancesc...-exl160s-bridge


a me fa impazzire, anche se devo ammettere che l'abitudine ormai a non sentire i rumori delle dita che scorrono mi sta facendo valutare di metterci le corde lisce, però ancora non sono sicurissimo. così suona veramente bene, ed ho ancora il timore di fare cambiamenti.


Classic60 [ Dom 18 Feb, 2018 21:31 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Fantastico! Il suono mi piace da matti! Si sente che è qualcosa di diverso dai soliti Fender! DAvvero praticolare.
Ieri ho visto un sg bass esposto (1.250€), caspita quanto è bello! Va bè che io sono portato verso questo tipo di basso avendo avuto 3 chitarre sg...
Prima o poi un pensierino ce lo faccio!


Pier_ [ Gio 08 Mar, 2018 22:21 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
qualche fotuzza dopo le pulizie

https://photos.app.goo.gl/omM0384jAdQMNEOK2

https://photos.app.goo.gl/lJuiAoP0UGBV1vGw1

https://photos.app.goo.gl/K4brRKO2U73kV1K52

https://photos.app.goo.gl/p9zA8xvyS15GMqHW2

e sotto i ferri prima di tornare a splendere:

https://photos.app.goo.gl/IBETOugIp3xV9kFt2



SH [ Ven 09 Mar, 2018 10:15 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
La finitura "faded", sulla linea SG, mi piace davvero molto.


Classic60 [ Ven 09 Mar, 2018 12:15 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Complimenti, è un bellissimo basso


Pier_ [ Ven 13 Apr, 2018 18:57 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
ragazzi, l'ho fatto di nuovo:

https://photos.app.goo.gl/2ubxMVjX1dWATtQ13

questa volta nero

l'ho trovato usato da clickforguitar.it ,negozio ecommerce di Bari. sono stati gentilissimi, ci siamo sentiti su Facebook (abbiamo contrattato un po' sul prezzo in vendita su mercatino), hanno spedito con SDA ed in un giorno mi è arrivato.

è del 2013, condizioni PERFETTE, sembra nuovo. ha solo un piccolo segno sul battipenna, non capisco di cosa, che era coperto da un adesivo di Tomassone (si vede dalle foto).
la tastiera non capisco se è il famoso "acero cotto" o se è palissandro, il colore è di un palissandro nutrito e tenuto bene.

la finitura è più "pesante" rispetto al mio Worn Cherry, nel senso che non si vede il legno sotto, ma si sente solo la grana del legno al tatto.
vano controlli ordinatissimo, tutto più che perfetto.

ci tengo a dire, visti dei precedenti con altri negozi (potrei citare una recente esperienza con un negozio di Bologna che negli annunci fa il simpatico), che le foto sul sito erano esattamente come il basso è arrivato, paro paro, senza fronzoli, senza luci strane...

le potete vedere nell'album che ho postato, me le ero salvate per sicurezza (anche se l'annuncio è ancora online).

pulitissimo, solo i tasti vanno un po' lucidati, ma sono comunque al 100%, tutto l'hardware perfetto, me lo sono già smontato tutto in pausa pranzo e rimontato è pure settato bene, solo col manico leggermente troppo dritto per i miei gusti, ed a casa me lo regolerò bene dopo la pulizia dei tasti.

come da foto, ha su le D'Addario Chromes scala corta (quindi 45-100), che sembrano essere nuovissime, e come detto già intonate bene e tutto settato, anche il capotasto. non so da dove parta il setup, onestamente, però è certo segno di qualità dello strumento.

rimarrà sicuramente con le Chromes, anche perchè il mio intento era proprio prenderne uno su cui mettere le lisce, e con questo mi sono risparmiato anche i 40€ di corde.

presto sample, e prossima settimana considerazioni dopo un live

EDIT:

aggiungo qua cartella dropbox con file audio: https://www.dropbox.com/sh/geffrq8f...tl-olHvuna?dl=0

ci sono sei sample, tre per basso (i due Gibson), ciascuna una configurazione dei pickup (manico, entrambi, ponte) con gli stessi riff suonati allo stesso modo con i due bassi in cui le uniche variantisono:

-la muta di corde (D'Addario nickel 50-105 per il rosso, D'Addario lisce 45-100 per il nero)

- la regolazione del pickup al ponte per equilibrare il volume. quello al manico non si regola.

il resto è tutto identico, cavo, scheda audio, gain della scheda, mani e plettro (dunlop tortex arancione)


Snow Goose [ Mer 18 Apr, 2018 16:08 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Bellissimo!!! Complimenti vivissimi,,,
io suono solo scala corta e il mio zenit sarebbe avere sia il Fender Mustang PJ che il Gibson SG, per coprire tutte le situazioni e le esigenze di suono.


Classic60 [ Mer 18 Apr, 2018 16:36 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Uhm, ma tra basso a scala corta e a scala lunga cambia molto il suono?
Cambia molto anche la tensione delle corde?
Succede un pò come fra stratocaster e les paul, facendo le ovvie proporzioni?


darry [ Mer 18 Apr, 2018 20:00 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Classic60,

Lo scala corta ha un suono un po' più scuro; e la tensione delle corde è decisamente più morbida.


Snow Goose [ Mer 18 Apr, 2018 23:13 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Si in linea di massima è come dice darry. Poi però come sempre dipende da basso a basso, dall'eq che si usa, dalle corde. Io per esempio tendo a montare scalature più sottili, più "canterine" diciamo.


Pier_ [ Gio 19 Apr, 2018 00:08 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
il suono in sè per sè cambia molto molto poco. ho avuto due Mustang, serie Classic, in periodi diversi, ma sempre affiancati ad un Precision, e salvo qualche sfumatura, il suono era identico, tanto che li ho rivenduti ambedue le volte in quanto finivano per essere superflui (e lo sbilanciamento della paletta mi po' rompeva ).

in una registrazione non avrei saputo distinguerli, pur avendoli ed usandoli. sono quelle sfumature che si notano più suonando da soli.

mi ero invaghito anni fa dell'Ibanez Mikro, PJ, spettacolare, e con un suono cazzutissimo. peccato che il modello che provai aveva i potenziometri difettosi, ed al negozio non mi filarono minimamente... glielo avrei comprato seduta stante se me li avessero messi a posto (parliamo di Lucky Music a Milano, non di un negozietto). scala 28,5" mi pare, ma un suono da PJ veramente eccellente.

la tensione delle corde cambia, ma non "molto". io passo serenamente da 30" a 34", e le tensioni sono comunque simili, a parità di scalatura.

in ogni caso basta guardare la santissima "tension chart" sul sito della D'Addario, che riporta la tensione per accordatura, quindi il set scala corta delle 45-100, ad esempio, ha segnato il valore montato su basso con scala 30".

Citazione:
Io per esempio tendo a montare scalature più sottili, più "canterine" diciamo.


su questo mi trovi d'accordo, ma dipende dagli strumenti.

sul Mustang corde più grosse delle 40-95 lo facevano suonare demmerda, proprio, lo castravano da morire e suonava la metà.
40-95 (come monta di serie) o scalature inferiori erano spettacolari, ed il meglio l'ho provato con le Thomastik Jazz Round.
stranamente le Thomastik lisce erano meglio con il Mi più grosso, e di fatto la muta per scala corta loro la fanno con il Mi da 106 anzichè da 100.

il Danelectro Longhorn mi suonava "bene" con le 45-100, ma il top l'ho raggiunto con le Pyramid Gold 40-55-70-100, corde veramente lussuose.

Hofner pure, meglio corde sottili tipo 40-100 o 40-95.

sui Gibson invece preferisco di gran lunga corde più grosse, e già le 45-105 mi suonano male sulle alte, mentre con le 50-105 è una goduria (eccetto le Chromes che sono 45-100, ma con la tensione delle 50-105).

però questo a prescindere dalla scala. ho avuto per un po' di tempo il Thunderbird, e con le 45 non riuscivo proprio a suonarlo, mentre con le 50 era perfetto.

unica eccezione le Rotosound Swing66, dove la "vera" scalatura del Sol è 48.

Citazione:
avere sia il Fender Mustang PJ


guarda, come dicevo di Mustang ne ho avuti due, bellissimi strumenti, ma il design è un po' stronzo, il manico è minuscolo, stretto e sottilissimo, l'intercorda strettina e la paletta enorme lo rende sbilanciato (assieme al corno cortissimo dove attacca la tracolla).

trovo decisamente più comodo l'SG a tracolla, il che è strano, ma sarà anche questione di peso. l'SG pesa veramente niente, il Mustang comunque pesava poco meno di un Precision.


Duellist [ Ven 20 Apr, 2018 10:01 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Pier_ Mannaggia a te, mi era passata la scimmia per il Gibson Sg Faded e adesso mi è tornata più potente di prima, sto vendendo un sacco di roba per racimolare i danari necessari a prenderlo


Pier_ [ Ven 20 Apr, 2018 10:19 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, ne ho visto uno in quel di Verona/Padova, rosso faded, a 650. secondo me se tratti scende pure. non spedisce, e lo scrive in CAPS, quindi non lo contatto nemmeno

sarò ridondante ed ripetitivo, ma veramente non ho mai avuto questo feeling con uno strumento, a livello di suono, di ergonomia e tutto.
in tanti anni, è una sensazione bellissima, è come aver trovato l'amore della vita, dopo tante storie finite male.

mi manca quello con le corde in acciaio ruvide, e sto a posto se iniziate a vedere in vendita i miei altri bassi, è perchè ho trovato il terzo SG


Duellist [ Ven 20 Apr, 2018 10:50 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Ho avuto l'Epiphone EB3 e davvero ne ero innamorato, anche gli altri nella band l'hanno sempre trovato eccezionale, chi dice che non è versatile, semplicemente non lo sa usare o settare secondo me.

Poi ho sempre amato la forma della diavoletto e infatti mi sono ripromesso che appena ne avrei avuto l'occasione avrei preso il Gibson prima o poi.

Sì, quello di verona l'ho visto anche io, ma per andarmelo a prendere dovrei farmi almeno 4 ore di macchina tra andate e ritorno


Pier_ [ Ven 20 Apr, 2018 15:01 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, eh sì. l'SG ha indubbiamente i suoi limiti, è un basso che sopra un certo range di frequenze non esiste.

un utente di Talkbass aveva analizzato lo spettro di frequenze, ed tipo dai 1000hz in su praticamente non ha nulla, mentre, rispetto ad un Precision ha più volume sotto i 120hz.

riporto esattamente l'estratto del post che cito:

Citazione:
There is no Top-End?
True, there is little to show past 1,000Hz. EQ can solve this or you could use a Jazz Bass.

What About the Low-End?
I did a software frequency analysis of the SG and my P-Bass. The SG produced 8db more output below 120hz than the P. Yes, 8db more. That said, it produced 12db less at frequencies above 2k.


senza scendere nel dettaglio di frequenze e decibel, posso confermare e penso che i sample un po' possano dare un'idea.

sulle basse è molto più pronunciato, ma non in maniera "indefinita", mentre sulle alte si ferma prima.

questo secondo me permette all'SG di avere un suono molto organico, molto da "basso passivo stereotipato" anche con le corde ruvide, sedendosi nel punto giusto del mix.

anche il pickup al ponte è sempre là, mai troppo nasale, mai metallico.


Duellist [ Mar 14 Ago, 2018 13:39 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Domanda ferragostana: ma l’SG Special è ancora a catalogo? Il sito lo riporta, ma è introvabile...

P.s. Se qualche megabassaro vende quello o il faded oppure lo standard, mi faccia un fischio


Pier_ [ Mar 14 Ago, 2018 14:08 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, credo che lo Special sia vecchio ormai, e non più in produzione da quando è uscito il modello 2018 dello Standard.

controlla con calma Mercatino Musicale, perchè di Faded ne escono spesso, anche se vanno stranamente via come nulla.
conta che ho provato a vendere il mio nero, in un momento di incoscienza, ed in due giorni mi avevano offerto quasi 700€...
per fortuna poi sono rinsavito

PS: aggiorno con una considerazione; dopo mesi passati usando le 50-105 nickel di D'Addario ho deciso di alleggerire e sono sceso alle 45-100, ed il basso è veramente sbocciato: suono molto più aperto e definito, molto più ricco su tutte le frequenze, ed usando entrambi i pickup si può confondere con il Precision (affermazione ovviamente da prendere con le pinze, si sente che sono bassi diversi, ma senza saperlo potrebbero essere due Precision o due SG ahah)

qua l'SG con le D'Addario 45-100 e tutti e due i pickup: https://www.dropbox.com/s/39h95ftpz...XL170s.mp3?dl=0

qua il P con le stesse corde, stesso gain sulla scheda audio:
https://www.dropbox.com/s/yi4vkgdej...EXL170.mp3?dl=0

c'è da considerare che le corde sull'SG sono vecchie ed usatissime, mentre sul P erano appena montate.


Duellist [ Sab 18 Ago, 2018 17:04 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Purtroppo avevo trovato uno standard ad un buon prezzo, usato da negozio, ma me lo hanno venduto sotto il naso mentre mandavo la mail per acquistarlo, e pochi giorni dopo me ne hanno soffiato un’altro da eBay.
C’è ne sono un paio usati su MercatinoMusicale, di cui uno standard a 650€, ma ha una crepa all’altezza del capotasto che non mi paga l’occhio.

Comunque con sto basso ho una sfiga epoca quando c’è e ad un buon prezzo non ho soldi, quando ho i soldi non c’è Il basso.


dseries [ Sab 18 Ago, 2018 19:09 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, Anche io sono alla ricerca del piccolo SG... però ho una preferenza per il modello "standard", quindi lucido.
Ce n'era uno che mi interessava, ma alla fine è stato venduto!
Ho visto anche io quello con la paletta crepata, ma non mi fiderei


Duellist [ Sab 18 Ago, 2018 20:00 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
dseries se era da un negozio di Roma, mi sa che era lo stesso che avevo puntato io, l’hanno venduto lunedì questo.


dseries [ Sab 18 Ago, 2018 21:27 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, no in realtà era un privato! Ho capito comunque quale intendi... li avevo anche contattati, e mi avevano girato qualche foto...
Era quello che nell'annuncio dicevano che era stato cambiato il ponte giusto?


Duellist [ Lun 20 Ago, 2018 08:49 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar dseries, esatto era proprio quello.
Comunque aggiorno: ieri mattina al mio risveglio c'era un faded cherry 120° anniversario su eBay, penso di averlo pagato troppo, circa 600€, ma senza custodia rigida, però mi è salita la scimmia e ho visto dopo che era senza, almeno sembra praticamente insuonato.

Ora speriamo in bene


dseries [ Lun 20 Ago, 2018 11:15 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, Grande!
Buona idea guardare anche su Ebay... io di solito mi limito a MM...
Aspettiamo le foto!


Pier_ [ Mar 21 Ago, 2018 23:17 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, ci sta, io il nero l'ho preso a 660€ spedito (con custodia di serie), e stavo per rivenderlo a 670€ senza problemi, anzi... avevo la fila.
Poi ho deciso di tenerlo, tanto è bello uno round, uno flat.


Duellist [ Gio 23 Ago, 2018 18:44 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Finalmente è arrivato, purtroppo ieri complice qualche problema in famiglia, non ho potuto giocarci troppo se non per controllare se fosse tutto a posto.

Oggi invece mi ci sono messo e: WOW

Premessa: ho avuto l'Epiphone EB3 e, abituato a Squier & Fender Mex classic, mi aspettavo un certo tipo di salto di qualità e invece il Gibson è tutto un altro mondo, la finitura faded poi a me piace da matti.
Poi è leggerissimo, forse il basso più leggero che abbia mai suonato in vita mia.
La scala 30" poi, cavoli questo manico calza alla perfezione con la mia mano, e anche il neck dive, seppur presente è molto meno pronunciato del previsto.

Il suono con la Hartke è una botta, tutt'altro che fangoso, mentre è molto più morbido e vintage abbinato alla piccola Hotone ThunderBass

Poi mi è anche andata bene, il tizio ha imballato alla perfezione, il basso era davvero sembrava nuovo, giusto un segnetto minuscolo sul retro del body e le corde esauste fanno capire che è usato.
Prossimo passo: cambio corde (pensavo alle Roto o le D'Addario round 0.45) e una bella custodia.

Qui qualche foto:

https://plus.google.com/u/0/photos/...=CJ3c5-LumZi1Pg

P.S. oggi ne hanno messi due su mercatino: un faded (tra l'altro ex demo a circa 600€) e uno standard, lo sapevo, se non lo prendevo non saltavano fuori

P.P.S. machissene, davvero si è avverato un sogno, è il basso che ho sempre sognato e finalmente ce l'ho.

P.P.P.S. Potrei avere puntato un altro Gibson, ma ne parliamo alla prossima


Pier_ [ Gio 23 Ago, 2018 21:47 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, grande!

A me le corde che stanno piacendo di più sono le D'addario exl170s, che ci vanno alla perfezione.

Con le Roto (ho provato le standard 45-105) non mi ha fatto impazzire, perde molta ciccia e definizione in gruppo, mentre con le nickel D'addario va da paura.

Sul mio 2010 ho provato:

Ernie Ball 45-100 e 50-105: suono un po' secco e troppo metallico, non mi hanno fatto impazzire

Rotosound 45-105: scavate e fanno perdere definizione in gruppo. Da sole bellissime.

GHS Boomers 45-105: terribili. Secondo me intanto questo basso ha bisogno delle scalature tipo 45-100 o 50-105, altrimenti il pick-up al manico è molto sbilanciato (non lo puoi regolare). Le GHS lo rendevano troppo cupo e chiuso.

Dunlop Super Bright acciaio 45-105: stesso problema di scalatura delle GHS, stesso problema di suono delle Rotosound, più fritture ovunque perché in realtà sono delle 40-100 (il "trucco" di Dunlop per fare le corde morbide...)

Sul nero ho le D'addario ECB81s lisce, e sono pazzesche. Lo rendono anche più intellegibile in gruppo medie a palate e tolgono l'eccesso di basse.


dseries [ Ven 24 Ago, 2018 09:27 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Duellist, Wow che bello! Complimenti!!
Dalle foto si riesce a percepire la leggerezza di questo basso, che è una caratteristica a cui tengo molto...
Il body così sottile dev'essere una goduria!
Devo ammettere che stò rivalutando la finitura Faded... ha quel chè di "grezzo" ma con stile

P.S. Ho visto pure io i 2 nuovi che sono spuntati... quello "standard" è fuori prezzo, e l'altro è venduto da Musicarte, quindi da starci ala larga


Duellist [ Ven 24 Ago, 2018 10:37 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Pier_, complice anche la tua recensione su Amazon, e il prezzo basso, ho preso due mute D'addario exl170s, così cambio anche le flat del Precision

avatar dseries, io la finitura faded sinceramente la preferisco, mi piace quella sensazione del legno che sembra a nudo


lelu39 [ Ven 24 Ago, 2018 11:45 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Scusate, mi sapreste dire quanto è la lunghezza totale di questo basso? Cioè dalla fine del body alla cima della paletta.
Sto cercando uno scala corta e, anche se la forma del SG non mi fa impazzire, il suono di questo basso è veramente bello.
Insomma mi avete fatto venire voglia.


Pier_ [ Ven 24 Ago, 2018 12:07 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar lelu39, credo non superi il metro di lunghezza totale, perché la custodia è tipo 110cm, e dal lato paletta ci sono una decina di cm di spazio, mentre dal lato body saranno 3 o 4cm massimo.

avatar Duellist, grande, fammi sapere che sono curioso. Ora come ora le exl170 le sto usando anche sul Precision, e sono davvero contento. Mi raccomando quando regoli il ponte smolla tutte le corde, e cerca di tenerlo parallelo al body, non con il retro inclinato.
Poi regoli la differenza tra lato basse e lato alte, ma le sellette sono già regolate col raggio; io tengo mezzo giro di differenza tra alte e basse (più alto sulle basse), e con le 45-100 è perfetto.


lelu39 [ Ven 24 Ago, 2018 12:43 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Pier_, grazie!


Pier_ [ Ven 24 Ago, 2018 14:49 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
per farti un'idea, ecco una vecchia foto quando c'era ancora il Tbird: https://photos.app.goo.gl/fwNTDsxMEH3EwAKJA

La custodia del Tbird è, fuori, 136cm precisi (la misurai pet spedire), un po' dovrebbe darti un'indicazione per la misura dell'SG.


lelu39 [ Ven 24 Ago, 2018 18:39 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Visto che sono in ferie, mi sono messo a spulciare l’internet e, su un forum americano, ho trovato che la lunghezza totale dovrebbe essere 41” circa, cioè sui 104 - 105 cm.
Non garantisco che sia la misura corretta, ma ci può stare.


Bajista_blues [ Mer 29 Ago, 2018 22:41 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
ciao, per la tracolla voi avete usato una "specifica" oppure è solo questione di trovare il giusto bilanciamento? la paletta pende paurosamente quando si sta in piedi. avevo visto (non ricordo la marca) che vendono anche tracolle con i pesetti da inserire dalla parte opposta (dove la tracolla si attacca al corpo , verso i potenziometri). Però mi lascia perplesso.

avete tracolle/marche da consigliare?


Duellist [ Gio 30 Ago, 2018 08:34 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Bajista_blues, io per ora sto usando una di queste della Perri's di pelle:

http://www.bassline.it/store/it/mis...an-1-strap.html

Aderisce piuttosto bene, ma forse è dovuto al fatto che ho preso quella di Spiderman

Il neck dive rimane comunque, ma è meno pronunciato rispetto all'Epiphone


Pier_ [ Sab 01 Set, 2018 01:49 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Pesa talmente poco che non vale la pena sbattersi così; tanto suonando si tiene il braccio destro sul body, e lo strumento sta dritto.
Io uso tracolle in nylon, nello specifico le M8poly della Levys, che sono le più leggere e resistenti.

Quelle che fanno grip non fanno altro che tirare giù i vestiti e far pesare il basso sulla spalla.


Pier_ [ Dom 09 Set, 2018 20:23 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
riporto su con un paio di sample a tempo perso:

in pizzicato

col plettro tortex arancione

le corde sono sempre le D'Addario EXL170s, quindi 45-100 nickel scala corta, che su questo basso vanno a pennello come misura, e sono datate 22 Maggio 2018, quindi hanno qualche mesetto alle spalle, parecchi live, soprattutto estivi e sudati, e molte prove settimanali.

alla prima occasione registro la stessa parte con corde nuove, ma devo ammettere che così ha il suo perché, se non si cercano i suoni che questo basso non ha.

perché si è detto anche sopra, questo basso non ha le frequenze alte, proprio non ce le ha, quindi anche con le corde nuove il massimo che si ottiene è un po' più di sentore metallico sulle medioalte, ma niente di eclatante.

in pizzicato, soprattutto sul pickup al manico, risulta un po' cupo e con tanto "soffio" sulle basse, ma oltre al fatto che passando in una cassa (e non nella scheda audio) la cosa si fa molto meno evidente, è un suono che in molti contesti rende bene, e pizzicando vicino al manico può essere una vera goduria.
il pickup al ponte è comunque il mio preferito, perchè è gutturale quanto basta, ma non manca di ciccia; il pickup al ponte di un Jazz per i miei gusti è inutilizzabile se non per fare il verso a Jaco, mentre con questo si suona da paura e si buca un casino.

col plettro stesso discorso, se non si cercano i suoni sferraglioni e metallici "da chitarra" è una vera belva, legnoso e bassoso quanto basta.
io l'ho registrato con un Tortex da 060mm.

un'impressione che mi dà il suono di questo basso è quella di essere in un certo senso "sempre un po' valvolare", non so come renderla bene questa impressione, ma è come se il suono si portasse addosso un leggero "sporco" da valvole, che non lo fa mai essere freddo e troppo chitarrino, ma sempre molto grasso.

strano ma vero, in gruppo funziona alla grande, ad oggi è il basso con cui mi sono trovato meglio a suonare nei contesti più diversi.

mi stupisce la cosa perchè non lo avrei mai detto, sono il primo ad essere sempre stato scettico nei confronti di questo bassetto, ed ho fatto passare molti anni prima di decidermi a mettermene uno in casa proprio perchè a detta di tutti era insuonabile in gruppo, troppo fangoso, troppo cupo, che si perde nel mix e bla bla bla.

ad oggi mi è piaciuto su tutti gli ampli che ci ho usato, anche il più becero Behringer Ultrabass che mi ha fatto odiare certi strumenti, ed ha tirato fuori suononi dall'accoppiata Ashdown MAG300+cassa MAG115 compact e da una vecchia Markbass Little Mark gialla + cassa Ashdown ABM410.

ci tengo a precisare di nuovo che se si cerca un basso con suono molto metallico, se si è innamorati dei suoni alla Miller o Geddy Lee non è assolutamente il miglior basso però anche là, un bell'overdrive settato bene già può orientare verso quelle cose là.

tempo fa l'ho provato sull'Orange Rockerverb 100w valvolare su cassa Orange 8x10, e non vi dico che cazzo era un suonone rock incazzatissimo usando il canale distorto, una roba micidiale. è stato un sogno durato poco, perchè poi il chitarrista ha giustamente voluto riprenderne possesso.

io mi sono ormai follemente innamorato, è un anno ormai che ho preso questo rosso, e circa sei mesi o poco più che ho preso quello nero che tengo con le lisce, e mi stanno dando troppe soddisfazioni, al punto che vorrei davvero prenderne un terzo da tenere con le corde ruvide.

più li suono, più gli altri bassi (tra cui il Precision '63) mi sembrano inutili...


Duellist [ Lun 10 Set, 2018 11:26 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar Pier_, sulla questione brillantezza dico la mia a riguardo.
Lo sto usando per ora con due amplificatori una Hartke HA5500 e una Hotone ThunderBass.
Con la Hotone è molto scuro e devo spingere molto sul gain per riuscire ad avere un volume accettabile (sì è una 5 watt, ma col Precision e il G&L non ho questo problema, anzi ci ho suonato anche in gruppo), mentre con la Hartke è l'esatto opposto, molto brillante e ha molta più spinta.
Mi ricordo che con l'Epiphone e la Ampeg Micro VR e sempre la Hartke succedeva la stessa cosa.


darry [ Lun 10 Set, 2018 17:31 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
Io l'ho suonato per anni il Gibson SG, dal 2006 al 2016. Niente da dire un ottimo basso, caldo e presente, ma onestamente rispetto al Precision perdeva il confronto in versatilità sonora che non si perdeva mai ed in nessun caso, con qualsiasi ampli nel mix.
Cosa che ogni tanto succedeva al Gibson, specie dal vivo.
È stato un po' questo il motivo che mi ha portato a sostituirlo prima gradualmente e poi definitivamente col Rickenbacker (quando non uso il Basso Fender), che nel mix esce sempre fuori in qualsiasi contesto, e con le corde lisce è ugualmente caldo e presente.

Rimane comunque un gran bassetto forse troppo trascurato dai più


Pier_ [ Lun 10 Set, 2018 19:20 ]
Oggetto: Re: Gibson Sg Standard Faded
avatar darry, sì, io ho fatto invece il percorso nel verso opposto: da sempre fenderista convinto, amante del Precision (ho perso il conto di quanti ne ho avuti), tradito ogni tanto con il Jazz, ero scettico sui Gibson, perchè non essendo strumenti che si sentono spesso in giro, e non portandosi dietro una grande fama, mi ero fatto l'idea che fossero inutilizzabili in gruppo, se non suonando rock plettrato.

poi ho suonato anni fa un Ripper, che ha un'elettronica un po' particolare (ad esempio non si usano mai i pickup da soli, se non una posizione in cui è attivo solo quello al ponte, oppure le manopole sono volume generale, tono che toglie le medie e tono che toglie le alte), e tutto era meno che cupo, anzi, pure troppo brillante, ed in certe posizioni del selettore quasi estremo.

mi sono deciso poi a prendere un Thunderbird, ed ho scoperto che alla fine dei conti è assimilabile ad un Jazz un po' più "grasso", e ci si tirano fuori suoni normalissimi.
tra l'altro è uno dei bassi con cui in gruppo mi sono sentito meglio.

sono approdato all'SG dopo anni di vero scetticismo per vari motivi, ed in effetti in un primo momento non mi aveva colpito davvero, anzi... mi ero anche stupidamente buttato su corde grosse 50-105 convinto che su un basso così migliorassero la resa, invece col cazzo...
dopo qualche mese è diventato il mio basso feticcio in tutti i contesti in cui suono, mentre con il Precision ho perso via via affinità.

comunque la cosa che mi sta piacendo di più die Gibson in generale è il manico, che non allarga troppo al tacco.

ad esempio: l'SG ha il capotasto che varia leggermente tra i 38 e 39mm, ed al tacco è 59mm, quindi rimane molto stretto per tutta la lunghezza, non va allargandosi troppo.
il Thunderbird ed il Ripper stessa cosa, tacco sui 6cm e non di più, quindi misura del manico su tutta la sua lunghezza abbastanza costante.
ho provato un EB 2013 (quello con la forma tipo Mosrite e due pickup con coil-tap) che ha il manico con 40mm di capotasto e 60mm di tacco.

i Fender in genere hanno un tacco di 63,5mm, ma capotasto sempre tra 38 e 41mm, eccetto il Precision 50/60, quindi il manico si allarga parecchio via via che si sale.

tra l'altro quei 3 o 4 millimetri in più si fanno sentire suonando dopo il 12° tasto.

questa cosa mi ha fatto legare tantissimo ai manici tipo Gibson.




Powered by Icy Phoenix