Ergonomia ed estetica di un basso »  Mostra messaggi da    a     

MegaBass Forum


Mari By Redivivus - Ergonomia ed estetica di un basso



avezzano [ Gio 20 Set, 2007 13:56 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
Scopro solo adesso ma mi interessa molto, il topic (sorry for being late!). Presuppongo che il thread possa offrire a Mari diversi preziosi spunti direttamente dalla "base", no? Per cui per mia modesta parte, nella parola "ergonomia" includerei almeno i seguenti fattori: peso, forma, bilanciamento e facilit? d'uso generale. L'estetica di un basso ? fondamentale e l'impatto visivo gioca un ruolo fondamentale: c'? poco da fare! Grazie a Dio, qui in Italia abbiamo una sorta di stile e personalit? innati e non veniamo mai fuori con cose alla Wishnevsky o Bootsy Collins. Le linee di Manne, Mari od altri hanno personalit? senza distaccarsi troppo dalla tradizione, quando non offrono un dichiarato omaggio ai classici.

Per il peso sarei disposto sia a sacrificare i legni eventualmente pregiati ma pesanti in favore di altri pi? leggeri, sia a pensare di usarli invece ma magari con corpo cavo. Il peso ? un fattore determinante, dopo una certa et? e spesso chi ha pi? capacit? di spesa ? il professionista o l'amatore di una certa et?. O sbaglio? Boh? Le Hipshot Ultralite dovrebbero essere mandatorie. Oltretutto le Hipshot coreane costano una stupidaggine e vanno benissimo per le serie minori.

Personalmente penso che il progetto-body pi? valido in assoluto sia quello del Jazz (ma va?) in quanto rispetto ad un Precision, ad esempio, l'ansa superiore ? pi? alta e consente un contatto pi? ravvicinato della mano sinistra ai primi tasti. Sembra sciocco ma non lo ?, se sei alto 165 cm come me!

Una cosa che ? raramente considerata (ed a torto, ma ? comprensibile, visto lo "spreco" di legno) ? il body arcuato (Spector) per un miglior contatto con la panzetta ed una posizione pi? naturale dell'avambraccio destro - mano destra sul corpo, il quale non risulter? "sporto in avanti" nella parte bassa. Dai trentacinque anni in su, comunque!!!

Quanto ad ergonomia delle meccaniche, penserei che la posizione pi? "naturale" sarebbe con le meccaniche al di sotto della paletta. Per ora non mi viene altro...


Skagli [ Gio 20 Set, 2007 14:34 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
...beh...oltre al suono che voglio il mio basso deve avere un ottimo bilanciamento, e soprattutto deve rispettare una certa armonia nelle forme...le dimesioni dei due corni deve essere proporzionata al corpo, guardandolo devo rilassarmi...proprio guardarlo e dire "...aaaaah...un basso che mi infonde tranquillita"...non deve essere un assemblato ligneo post moderno (questione di gusti)..che appena lo guardi ti viene una crisi epilettica...

P.S. il classico non passa mai di moda....


avezzano [ Gio 20 Set, 2007 15:22 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
si, che il classico non vada mai fuori moda ? una realt?. Sapete qual'? il marchio che ha avuto pi? restyling in assoluto, parlando di marchi noti internazionalmente? Be' ? la conchiglia della Shell!!!!! Upgrade ed innovazione nell'ambito della tradizione.

P.S.: una cosa che non riesco a digerire quanto ad estetica sono gli switches!!! Dai vecchi BC Rich che sembravano un cockpit d'aereo ai moderni bassi con tre max quattro pot, magari concentrici e magari con "pull switch".

Un paio di altre cose: ci sono differenti filosofie di cui discutere in merito a due o un solo pickup non solo per estetica, quanto a funzionalit?, per evitare cancellazioni di fase (Jonas Hellborg, Gary Willis). Inoltre c'? assoluta carenza di bassi semiacustici "di livello" italiani (tipo Lakland Hollowbody, Casady o Coronado)


Spawn315 [ Gio 20 Set, 2007 16:52 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
Per quanto mi riguarda nei mei strumenti ci dovrebbero essere entrambi i fattori....ho accantonato moltissimi strumenti validi proprio perch? non c'era armonia tra le due cose!!! Diciamo che il massimo che sono riuscito a trovare ? la forma Fender classica, cio? Precision e JazzBass. Ultimamente mi trovo estremamente bene con il Jocker Mari (rivisitazione molto ben riuscita del corpo JB....moderno e decisamente ergonomico) e con un Fender JazzBass con manico Precision (una tastiera ampia e un intercorda larga sono per me il massimo che si pu? desiderare in un basso, sopratutto in un 4/5 corde...se poi il corpo mi calza bene, il basso diventa perfetto).


Giocano comunque ruolo fondamentale il peso ed il bilanciamento...un basso pesante e sbilanciato, per bello che sia, alla lunga mi stufa.


maribyredivivus [ Ven 21 Set, 2007 09:44 ]
Oggetto: Re: Ergonomia ed estetica di un basso
notiamo con piacere che questo topic vi interessa moltissimo!

effettivamente ? un argomento molto delicato... estetica, forma, ergonomia... sono tutti importanti...

l'estetica conta perch? essenzialmente uno ? pi? invogliato a suonare con uno strumento che gli piace come forma di uno fatto male... oltretutto sul palco stare con un basso che ha una forma che attrae ? pi? figo che starci con uno strumento disastroso, crediamo... (pu? fare anche look lo strumento "disastroso" comunque se fatto apposta)

la forma conta perch? uno se lo deve sentire bene addosso, se no non gli viene da studiarci assieme ore e ore a casa...

per? ? interessante notare dalle vostre risposte come alcuni alla fine prediligano certe cose, mentre altri ne prediligano altre... quindi, mentre per un costruttore ? fondamentale tenere in considerazione tutto, alla fine non ? sempre vero che alla gente interessi nella stessa misura tutto...


avezzano [ Ven 21 Set, 2007 14:00 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
parole sante: Leo invent? la solid body non solo per la praticit? (qui forse sto recitando la... messa al prete, no? ), ma anche per sconfiggere il feedback. Poi arriv? Hendrix...

P.S.: ma chi ? (e quando soprattutto!) che verr? fuori prima o poi con una replica del Coronado, magari ad un prezzo decente???? Sono sicuro che si possa fare molto in tal senso ed in un'area sostanzialmente vergine: uno dei problemi che penso affliggano gran parte dei bassisti per l'uso domestico ? ceh se ti metti a suonare dentro casa o comperi un basso acustico (soldi sprecati perch? poi fuori non lo userai mai) o ampli e solid body!!! Un semiacustico fungerebbe perfettamente alla bisogna e personalmente sarei il primo in fila...


megabasset [ Ven 21 Set, 2007 20:28 ]
Oggetto: Re: Ergonomia ed estetica di un basso
Voi fate un prodotto molto comodo. dico sul serio.
Alla bassanza ho potuto apprezzarli, i vostri bassi, che sono molto 'facili' anche da seduti, a differenza degli altri.

In generale il basso che pi? calza ? il JB, almeno per me. E' come dire... immediato. E' bene bilanciato, aderisce al corpo, ha una misura confortevole. Quando l'abbiamo fatto (? il MB2) l'ho voluto per l'estetica e per il suono, e adesso lo uso perch? ? molto comodo. Se c'? da studiare un brano inizio con questo.

Ultimamente sto suonando molto il Bongo MM che ? un 5 corde, ma non si sente. In questo caso la scelta ? stata basata esclusivamente sul feeling, visto che all'inizio l'estetica mi lasciava perplesso. Adesso invece mi piace molto, ed anche gli altri della band lo apprezzano.

Non mi piacciono per niente i single cut (a parte i vecchi Gibson Les Paul, che per? sono scomodi) e non gradisco le palettone esagerate. Quindi bassi con queste caratteristiche li scarto a priori.

ET


maribyredivivus [ Gio 27 Set, 2007 10:53 ]
Oggetto: Re: Ergonomia ed estetica di un basso
grazie mille megabasset!
le tue parole ci confortano e ci spingono a continuare... non solo le tue, anche la presenza di tutti voi utenti!

siete forti!


Ghost Dog [ Gio 27 Set, 2007 11:12 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
Anch'io mi ero perso questa disussione molto interessante.

Rispondo cosi': io do una grande importanza all'estetica ma non la considero come un qualche cosa di "separato" dalla ergonomia, bilanciamento, funzionalit?. Se ci si fa caso, tutti i grandi "classici" tra gli oggetti hanno una forma che nasce dal progressivo raffinamento di questi fattori, uniti al materiale e alle sue possibilit?. Non ? un caso che il Jazz Style ? forse il body piu' riprodotto, modificato, ridisegnato e che quasi tutte le liuterie e molte marche piu' "industriali" ne abbiano "a catalogo". E forse non ? un caso neppure che sia lo shape della paletta dove si vedono piu' brutture: li' c'? una certa libert? e il rischio dell'orpello, della decorazione fine a se' stessa ? in agguato, con rislutati spesso discutibili.

Rimane il fatto che, ad es., per quanto un basso suoni bene, io non comprerei mai un single cut.

Discorso simile sui colori e le finiture: ovvio che qui si va molto "a gusto", pero', restando solo nel gruppo dei bassi con top in legno pregiato o molto caratterizato come venatura (occhiolinato, marezzato, ecc.), quando si arriva ad essenze che sembrano stratigrafie geologiche con venature di gorgonzola, siamo oltre quanto io reputo lecito...


Biarnel [ Sab 29 Set, 2007 01:19 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
avezzano ha scritto: [Visualizza Messaggio]
uno dei problemi che penso affliggano gran parte dei bassisti per l'uso domestico ? ceh se ti metti a suonare dentro casa o comperi un basso acustico (soldi sprecati perch? poi fuori non lo userai mai) o ampli e solid body!!! Un semiacustico fungerebbe perfettamente alla bisogna e personalmente sarei il primo in fila...


Uhm.. non sono convinto, sai.
Un contrabbasso ha una cassa di cubaggio tale da farti avere un buon suono, ma la cassettina (un cassetto dei cucchiai in pratica) di un basso semiacustico non so quanto ti possa far godere il suono.. se non studiando nel silenzio. Ma allora a quel punto va bene anche un solidbody spento
avezzano ha scritto: 

Le Hipshot Ultralite dovrebbero essere mandatorie. Oltretutto le Hipshot coreane costano una stupidaggine

... ?
Dimmi dove le trovi a una stupidaggine, che io le trovo a uno stonfo di soldi!
avezzano ha scritto: 

Quanto ad ergonomia delle meccaniche, penserei che la posizione pi? "naturale" sarebbe con le meccaniche al di sotto della paletta

Questa non l'ho capita. Sotto la paletta? E dove stanno di solito?
Aaa... sp?... forse dicevi "sotto" nel senso di una paletta 4 in linea "mancina"?
Ghost Dog ha scritto: 

quando si arriva ad essenze che sembrano stratigrafie geologiche con venature di gorgonzola, siamo oltre quanto io reputo lecito

Sono decisamente d'accordo.
La ricerca dell'esotico a tutti i costi ha spinto molto produttori a osare un po' troppo con i top. Si guadagna molto in colpo d'occhio ma si perde un bel po' in eleganza, secondo me.
Lascia fare che io sono un tipo minimale in tutto.. ma l'acero spalted ? legno marcio, suvvia


avezzano [ Gio 04 Ott, 2007 11:54 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
Allora, per ci? che intendo io con normale pratica domestica "dopocena" o nei momenti di relax, un normale basso acustico basta ed avanza: se hai uno stereuccio qualsiasi a basso volume sul comodino (o lo stereo in salotto al minimo) riesci a praticare tranquillamente e a non addormentarti, dove invece comunque un solid body scompare letteralmente, anche con un volume della musica diffusa basso. Purtroppo. Ovviamente qualsiasi altro uso di un basso acustico ? virtualmente nullo, a meno di non usare invece un pickup, aggiunto o built-in.

Le ultime 4 Hipshot coreane (che comunque non penso si trovino facilmente in giro) me le son fatte spedire direttamente da Dan Lakin, che ? persona gentilissima: 10 dollari l'una pi? 10 di spedizione, totale 50 dollari per un set diametro Fender Standard (che son poi quelle che trovi sugli Skyline 5 corde). Scrivigli, vedi che ti dice, magari te le manda "all'ingrosso" o ti da direttamente l'indirizzo del produttore? Infatti nel sito ufficiale Hipshot USA non compaiono neppure in catalogo: rischio cannibalizzazione?

Si, con "sotto" volevo intendere con le meccaniche che guardano il pavimento... :-)


GhY [ Gio 04 Ott, 2007 13:48 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
megabasset ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Voi fate un prodotto molto comodo. dico sul serio.
Alla bassanza ho potuto apprezzarli, i vostri bassi, che sono molto 'facili' anche da seduti, a differenza degli altri.


cazzarola... poi (nell'avatar) stai suonando il joker custom sgnatur di un "grande " del basso elettrico torinese....


stratos_999 [ Mar 01 Apr, 2008 01:29 ]
Oggetto: Re: Ergonomia Ed Estetica Di Un Basso
GhY ha scritto: [Visualizza Messaggio]
se il basso mi sta bene addosso
se il basso ? bilanciato
se il basso lo si suona ben da seduto.....

allora il basso ? ergonomico e di conseguenza per me pure bello....


Prova a dirlo ad un artigiano quando vai a commissionargli uno strumento su misura...

Non te la prendere, non ho resistito e l'ho detto anche per scherzare




Powered by Icy Phoenix